Come collegare un interruttore a LED: regole per il collegamento di un interruttore con retroilluminazione

  • Strumento

Per eseguire lavori elettrici elementari non è necessario chiamare il master. Sapendo come collegare l'interruttore LED, è possibile installarlo da soli.

Parleremo dello schema elettrico, del metodo di installazione e delle difficoltà che potrebbero sorgere durante l'installazione. Sarai anche in grado di fare un normale passaggio con le tue mani facendo in modo che la retroilluminazione in esso.

Come funziona l'interruttore retroilluminato e funziona

Il design dell'interruttore a LED sarà descritto dall'esempio di un dispositivo a due tasti con retroilluminazione.

Il meccanismo è composto dai seguenti elementi:

  • un ingresso, due terminali di uscita;
  • resistore limitatore di corrente;
  • contatti mobili.

Il design comprende anche un corpo, un pannello decorativo e tasti di rivestimento.

Quando i contatti del LED si aprono, la corrente che fluisce attraverso il conduttore di fase va al resistore, quindi al LED o al neon. Inoltre, la tensione passa attraverso l'illuminatore ed esce dallo zero. Poiché la retroilluminazione è collegata tramite un resistore limitatore di corrente, la tensione di rete diminuisce ed è sufficiente per illuminare, ma non abbastanza per far funzionare il lampadario.

Dopo che il contatto dell'interruttore si chiude, la corrente che si muove sempre lungo il circuito con la resistenza più bassa passa attraverso la rete che alimenta la lampada di illuminazione - la tensione in questo circuito è quasi zero. La corrente scorre verso il circuito di retroilluminazione, ma è così piccola che non è sufficiente nemmeno per il funzionamento di una lampada al neon.

Applicazione interruttore LED

Un interruttore dotato di retroilluminazione è installato dove è buio anche durante il giorno, e l'uso costante di un dispositivo di illuminazione non è consigliabile. Applicarlo anche nei locali, l'accesso al quale è necessario durante la notte.

Più fonti di luce, più chiavi hai bisogno sull'interruttore. Per controllare l'illuminazione, costituita da più di tre dispositivi di illuminazione, utilizzare gli interruttori di chiamata installati in una riga. Per controllare l'illuminazione da più punti, ottenere uno speciale interruttore con retroilluminazione.

Come scegliere un interruttore a LED

Acquistando un interruttore a LED non è necessario inseguire costosi dispositivi ceramici, poiché il consumo di energia dei dispositivi di illuminazione non è fondamentalmente molto grande. In un ambiente residenziale, sarà sufficiente utilizzare un interruttore a LED in plastica di alta qualità con un gruppo di contatti affidabile. La risorsa di tali dispositivi è di circa 40.000 commutazioni.

Effettua anche una scelta, in base al design del dispositivo, al tipo di inclusione: produce tastiere e rotanti, pulsanti, touch e cavi. Secondo il metodo di installazione, si distinguono i dispositivi interni ed esterni. Il materiale delle custodie può anche essere diverso: plastica, vetro, rame, acciaio inossidabile sono usati e l'ardesia, la doratura e persino il cuoio sono usati come rivestimento decorativo.

Ma quello a cui devi prestare attenzione è la classe di protezione (IP): indica la possibilità di utilizzare l'apparecchiatura in determinate condizioni. Ad esempio:

  • Una classe con valori IP di 20 indica che il dispositivo è scarsamente protetto da polvere e umidità. Tale attrezzatura è utilizzata in locali residenziali.
  • La classe IP 45 e oltre viene utilizzata per la marcatura di interruttori adatti per il collegamento in ambienti con umidità elevata - bagni, stabilimenti balneari, cucine, servizi igienici, ecc.
  • Una classe con un IP di 65 significa che lo switch può essere utilizzato all'esterno. Tali apparecchiature elettriche hanno aumentato la protezione contro polvere, umidità. Installato all'esterno dell'edificio - sotto il portico, la tettoia, sulle verande coperte. Ha più chiavi enormi e al posto dell'input del filo elettrico una guarnizione di gomma.

Maggiore è la classe, maggiore è la protezione del dispositivo da fattori esterni. Questo vale non solo per gli interruttori, ma anche per prese, interruttori a levetta e altre apparecchiature elettriche.

Come installare

Il meccanismo dell'interruttore retroilluminato presuppone la presenza di una piccola lampada che si illumina quando è spenta. Per illuminare il dispositivo è possibile utilizzare una piccola lampada al neon o un LED con un elemento di resistenza. Dalla retroilluminazione, tirare i fili che devono essere collegati alla corrente durante l'installazione.

Preparazione per l'installazione e misure di sicurezza obbligatorie

Senza conoscenze di base sulla sicurezza, è meglio non iniziare a lavorare con le apparecchiature elettriche. L'installazione elettrica analfabeta può provocare scosse elettriche, guasti agli apparecchi elettrici, l'emergere di un incendio.

Le regole di condotta di base quando si lavora con l'elettricità:

  • tutto il lavoro deve essere svolto in una rete diseccitata;
  • È inaccettabile sovraccaricare la rete elettrica;
  • i fili devono essere controllati per l'etichettatura;
  • è meglio sostituire la parte danneggiata della rete, piuttosto che ripararla;
  • non toccare l'apparecchiatura collegata con le mani bagnate.

Per determinare la natura dei conduttori - dove è zero, e dove è la fase - il solito indicatore del cacciavite o multimetro aiuterà. L'indicatore è sufficiente se la rete elettrica è monofase. Per l'analisi di una rete trifase utilizzando un multimetro.

Esempio di installazione di un interruttore illuminato a 2 pulsanti

Le principali differenze strutturali degli interruttori a LED sono nel meccanismo di retroilluminazione. Potrebbe essere pronto per l'uso e non richiedere alcuna azione per collegarlo. In un altro tipo di costruzione è necessario collegare i fili che alimentano il LED o la lampada al neon. Considerare un'opzione più complessa - come connettere un dispositivo con una retroilluminazione, in cui i conduttori devono essere collegati in modo indipendente.

Innanzitutto, agganciare le chiavi con un cacciavite o un altro attrezzo adatto e rimuoverle. Separare il nucleo (meccanismo interno) dal corpo.

Quindi, determinare la posizione corretta dell'interruttore usando l'indicatore. Per fare ciò, toccando i contatti con un cacciavite su un lato e l'indicatore sull'altro, controllare se il dispositivo è acceso o spento. Se l'indicatore si accende, significa che è acceso. In questo stato, viene ruotato in modo che i tasti con il lato premuto siano in cima.

Uno dei fili dall'indicatore è collegato al terminale di ingresso e il secondo è collegato al contatto chiave. Se ci sono diversi tasti, il filo è collegato al primo, partendo da sinistra. Contemporaneamente con il filo dall'indicatore al terminale di ingresso, collegare il conduttore di fase. Due fili di fase in uscita che vanno al lampadario sono collegati ai terminali di uscita contemporaneamente al secondo filo di retroilluminazione, assicurandosi che non cada fuori contatto.

Con questo metodo di connessione, la retroilluminazione si accenderà dopo aver aperto i contatti utilizzando il primo tasto. Il secondo non avrà alcun effetto sullo spegnimento della retroilluminazione e la luce rimarrà accesa anche quando le luci sono accese. Affinché la spia si spenga quando si preme uno dei tasti, è necessario creare in modo indipendente un ponticello che connetterà l'indicatore con entrambi i tasti.

Se non si tiene conto della connessione della retroilluminazione, l'installazione avviene come in un dispositivo convenzionale. Il conduttore di fase viene portato all'interruttore attraverso la scatola di giunzione e collegato al terminale di ingresso L, facendolo passare nel foro e avvitandolo.

Accanto ai contatti del dispositivo L1 e L2 collegare i due fili di fase di uscita, che portano al lampadario anche attraverso la scatola di giunzione. Uno di questi è collegato a una lampada, l'altro agli altri due. Zero passa attraverso l'unità terminale nella scatola di installazione, quindi passa a tutte le lampade del lampadario, chiudendo il contatto.

Perché le spie di risparmio energetico lampeggiano

L'interruttore LED è incompatibile con l'utilizzo di lampade a risparmio energetico. Il conflitto di dispositivi si manifesta in un breve lampo della lampada nello stato spento o nella cosiddetta modalità a incandescenza, quando la lampada non si spegne completamente e si illumina a malapena.

Questo accade perché all'interno della lampada fluorescente c'è un convertitore elettronico (condensatore), che si sta gradualmente ricaricando dalla corrente che passa attraverso la lampada di retroilluminazione, lampeggia. Un fenomeno simile si verifica con l'alimentazione di strisce di LED, che hanno anche un condensatore, e che viene alimentato da una piccola corrente proveniente dallo switch con retroilluminazione.

È possibile bypassare questa limitazione controllando il funzionamento del dispositivo di illuminazione con l'aiuto di un relè. Dallo switch, il comando arriva prima al relè, che già controlla direttamente l'illuminazione. Il relè è prodotto da molti produttori di apparecchiature elettriche - Schneider Electric, ABB, Siemens. È possibile posizionarlo sotto il cappuccio del lampadario, dietro la grondaia, in cui è installato il righello LED.

È possibile applicare un'altra soluzione al problema: spegnere la lampada al neon o il LED dall'alimentatore. Questo può essere fatto scollegando i fili della retroilluminazione dai terminali. Ma poi l'interruttore LED perderà i suoi vantaggi. Considera soluzioni che ti consentono ancora di combinare l'illuminazione e l'uso di lampade a risparmio energetico.

Come combinare lampade e interruttore

Se dopo lo spegnimento la spia fluorescente lampeggia o è scarsamente illuminata, il problema può essere risolto collegando una resistenza aggiuntiva (resistenza o condensatore) parallelamente al punto di illuminazione. Per fare ciò, è necessario un resistore di 50 kΩ e una potenza di 2 watt. Assorbe la corrente extra quando la retroilluminazione è accesa e non consente il caricamento del condensatore della lampada.

Questo metodo per eliminare la causa del lampeggiare delle lampade a risparmio energetico è considerato piuttosto pericoloso e gli elettricisti esperti non ne consigliano l'uso senza competenze sufficienti nel lavoro elettrico.

È preferibile utilizzare un'unità di protezione pronta all'uso per lampade fluorescenti e LED, che elimina lo sfarfallio, protegge dalle fluttuazioni di energia elettrica, elimina le interferenze dalle lampade. Deve essere collegato se viene utilizzato un interruttore retroilluminato.

L'unità di protezione è collegata in parallelo a lampade che non funzionano correttamente: sfarfallano o si illuminano debolmente allo stato off. Installalo nel corpo della lampada o in un lampadario di vetro.

Interruttore retroilluminato fai da te

Durante il funzionamento delle apparecchiature elettriche, a volte risulta che in alcune stanze sarebbe bello avere un'illuminazione dell'interruttore. Per fare ciò, non è necessario acquistare un dispositivo; Cosa è necessario per questo:

  • interruttore ordinario;
  • LED con qualsiasi caratteristica;
  • Resistenza da 470 kΩ;
  • diodo 0,25 W;
  • filo;
  • saldatore;
  • trapano.

Con l'aiuto di un saldatore iniziare a raccogliere lo schema. Il catodo del diodo (contrassegnato da una striscia nera) è collegato all'anodo del LED (la gamba è più lunga sull'anodo). Il resistore è saldato al contatto positivo del LED e al filo, che servirà da collegamento all'interruttore. Il secondo filo è collegato al catodo del LED.

Quindi, collega tutto al meccanismo di accensione. Il conduttore di fase che conduce alla lampada è collegato al terminale insieme a uno dei fili che portano al LED. Un altro cablaggio è collegato al terminale di ingresso insieme a un filo di fase che fornisce corrente dalla rete elettrica. È necessario isolare attentamente le aree esposte del cavo ed escludere il contatto dei conduttori con il corpo, questo è particolarmente importante se è metallico.

Controllano il cablaggio dell'interruttore con la retroilluminazione per l'operatività come segue: la chiave, chiudendo il contatto, fa accendere il lampadario o la lampada, e nello stato spento la spia LED si accende. Se il circuito funziona correttamente, è possibile installare l'apparecchiatura nella custodia.

Per rendere visibile l'illuminazione, la lampada a LED viene portata nel foro praticato nella parte superiore dell'alloggiamento. Non è necessario farlo, se il corpo è leggero, la luce penetra attraverso di esso.

Interruttore on / off

Gli interruttori con indicatori si differenziano dai LED per un principio d'uso completamente diverso: la luce al loro interno si illumina quando l'illuminazione è accesa. Lo scopo principale della spia è di segnalare che le luci sono accese nel seminterrato, in soffitta, nel magazzino o sulla strada. Utilizzato per controllare il consumo di energia. L'indicatore può essere impostato per ciascuno dei tasti o solo per uno di essi.

Il circuito di collegamento e funzionamento dell'interruttore con la funzione di retroilluminazione è costruito secondo il seguente principio. La lampada di prova è collegata in parallelo ai terminali dell'interruttore. Quando il circuito si chiude, la corrente passa attraverso l'indicatore e il dispositivo di illuminazione - entrambi si accendono. Se l'interruttore è spento, nessuna corrente scorre verso l'indicatore o la lampada.

Video utile sull'argomento

Istruzioni per il collegamento dell'interruttore a LED:

Come impostare la retroilluminazione con le tue mani:

Cosa fare se le spie a risparmio energetico sono accese o lampeggianti dopo lo spegnimento:

Un interruttore retroilluminato può partecipare a quasi tutti gli schemi di illuminazione elettrica. Ma per la sua corretta installazione, è necessario studiare il design, il principio di funzionamento e le sfumature che sorgono quando si interagisce con altre apparecchiature elettriche.

Come collegare l'interruttore retroilluminato con le proprie mani

L'interruttore illuminato fu probabilmente inventato da un uomo che era stanco di contare gli angoli, che si muoveva nelle stanze di notte. In effetti, un tale interruttore non è diverso dal solito, ma ha in sé una lampadina che si illumina al buio. Molto spesso, i LED sono utilizzati per questo scopo, il che rende possibile non solo l'utilizzo di dispositivi di illuminazione comodamente, ma anche di risparmiare energia.

Il principio di funzionamento dell'interruttore con retroilluminazione

All'interno dell'interruttore, se rimuovi le chiavi, puoi vedere il LED. È l'elemento principale della retroilluminazione, che funziona solo quando le luci sono spente. Oltre al LED, è presente un resistore limitatore di corrente nel circuito. È grazie a lui che l'energia proveniente dalla fase di input è sufficiente per fornire energia alla retroilluminazione, ma non abbastanza per accendere le luci di casa.

Se il contatto dell'interruttore è aperto, la corrente passa attraverso il circuito di retroilluminazione e accende il LED

Tipi di interruttori a seconda del tipo di illuminazione

Esistono diverse categorie di illuminazione per gli interruttori:

  1. Con resistore limitatore di corrente. Lo svantaggio di questo schema è che non funziona se le lampade a LED sono installate in lampade per la casa e lampadari. Ciò è dovuto al fatto che durante l'utilizzo è impossibile creare una corrente di alta potenza per la retroilluminazione (la resistenza delle lampade a LED è molto maggiore di quella delle lampade ad incandescenza). Le lampade a risparmio energetico con questo schema possono illuminare al buio.
  2. Sul LED con un condensatore. La retroilluminazione con un condensatore viene utilizzata per aumentare l'efficienza e ridurre il consumo energetico quando la retroilluminazione funziona. Il resistore qui viene utilizzato per limitare la corrente di carica del condensatore.
  3. Con lampadina al neon. Gli interruttori con luci al neon non hanno praticamente difetti. Qui in tutta la casa si possono usare tutte le lampade: fluorescenti, LED, a incandescenza.

Collegamento dell'interruttore illuminato

Indipendentemente dalla forma e dal numero di tasti di controllo della luce, l'installazione e il collegamento dell'interruttore avvengono secondo lo stesso principio. Il modo più semplice per spiegarlo è l'esempio di un dispositivo a chiave singola.

Installazione dell'interruttore singolo

Prima di iniziare i lavori di installazione, è necessario diseccitare la stanza.

Quindi il vecchio switch viene rimosso se è stato precedentemente installato. Per questo:

  1. Rimuoviamo le chiavi agganciandole con un cacciavite con una puntura piatta.
    Ogni tasto (se ce ne sono molti) viene delicatamente agganciato da un cacciavite e rimosso dallo slot di atterraggio.
  2. Rimuovere con attenzione la cornice decorativa.
  3. Svitiamo le viti che fissano l'interruttore alla presa ed estraiamo la custodia del dispositivo dalla parete. Dopo aver svitato le due viti, il corpo dell'interruttore può essere rimosso liberamente dalla presa.
  4. Indebolire l'attaccamento dei fili e scollegarli. Per scollegare i fili, è sufficiente allentare i bulloni del loro fissaggio di 1-2 giri

Di conseguenza, avremo nelle nostre mani l'interno del vecchio interruttore che può essere smaltito o lasciato per i pezzi di ricambio.

Per montare correttamente un nuovo switch, è necessario seguire lo stesso schema di rimozione, solo nell'ordine inverso, ovvero:

  1. Inserire la parte interna nella presa, avendo precedentemente collegato i fili ad essa.
  2. Stringere i bulloni di montaggio alla presa.
  3. Imposta la cornice e i tasti.
  4. Accendere l'interruttore e controllare il funzionamento del dispositivo in tutte le modalità. Quando la luce è spenta, la retroilluminazione dovrebbe essere accesa

Va notato che il processo di collegamento dell'interruttore illuminato non è diverso dal collegamento di uno strumento convenzionale.

Video: come collegare un interruttore a pulsante singolo retroilluminato

Installazione e collegamento di interruttori con più chiavi

Nella vita di tutti i giorni spesso usato interruttori su alcuni tasti. Con il loro aiuto, puoi controllare il lavoro di diverse linee di dispositivi di illuminazione. Sono installati in stanze grandi o, se necessario, accendono e spengono la luce in più stanze da un unico luogo.

L'installazione di tali interruttori è del tutto simile a quella descritta sopra con l'unica differenza che un filo di fase e diversi (dal numero di tasti) fili dai consumatori usciranno dalla parete. È importante collegarli nell'ordine corretto.

Video: come collegare un interruttore a tre pulsanti con una presa

Illuminazione dell'interruttore continuo

Per installare uno switch pass-through, è necessario eseguire un cavo di tre core per entrambi gli switch. Lo schema elettrico degli interruttori è solitamente indicato sulla confezione. L'installazione di ciascun dispositivo è completamente simile a quella descritta sopra.

Per collegare un interruttore di loop a ciascuno dei dispositivi, è necessario allungare tre core e collegarli in base allo schema incluso

Video: come collegare un interruttore di loop

Spegni l'interruttore della retroilluminazione

L'interruttore di retroilluminazione può essere disattivato. Questo è fatto semplicemente, hai solo bisogno di spegnere l'alimentazione e rimuovere il LED.

  1. Spegni l'interruttore e disattiva la stanza.
  2. Agganciamo i tasti di blocco dell'interruttore e li rimuoviamo.
  3. Smontare attentamente la cornice del dispositivo.
  4. Svitiamo i bulloni di montaggio.
  5. Prendiamo il dispositivo dalla scatola di montaggio.
  6. Controllare se c'è tensione sui fili con un cacciavite indicatore. Prima di toccare le sezioni nude dei cavi, è meglio assicurarsi che la tensione sia disattivata - quando la sonda viene portata a ciascuno dei contatti, l'indicatore non deve essere acceso
  7. Disconnetti i fili. Dopo aver scollegato i fili, il corpo dell'interruttore può essere portato via con te per ulteriori interventi.
  8. Dopo aver ispezionato l'interruttore, troviamo i fermi che fissano le due metà del dispositivo.
  9. Dividiamo l'interruttore in due parti e troviamo un resistore con un LED. Dopo aver esaminato l'interruttore, otteniamo l'accesso ai dettagli della retroilluminazione
  10. Clipper ordinari snack sui fili (fili) della retroilluminazione. Invece, puoi semplicemente lasciare il LED.
  11. Rimontare l'interruttore.

Come installare la retroilluminazione nello switch

Puoi impostare tu stesso l'indicatore nell'interruttore. La sequenza di operazioni è la seguente:

  1. Ripeti i passaggi precedenti (vedi paragrafi 1-9).
  2. Nel passaggio alla saldatura (ai contatti di ingresso e uscita) catena assemblata di resistenza e LED. È meglio aggiungere un diodo convenzionale al circuito, collegato nella direzione opposta all'indicatore per proteggerlo dalla corrente inversa.
    Nel circuito con un resistore e un LED, quest'ultimo è protetto dalla rottura per corrente inversa installando un diodo normale
  3. Installare l'interruttore, applicando la sequenza inversa di azioni e controllarlo in funzione.

C'è anche un circuito per collegare la retroilluminazione a una lampada al neon. Il suo vantaggio è che nelle lampade e nei lampadari è possibile utilizzare qualsiasi lampadina: LED, fluorescente, incandescente.

Se al posto del LED installare luci al neon, l'interruttore funzionerà con tutti i tipi di lampade

Come abbiamo detto sopra, c'è anche un circuito per la produzione di un interruttore con retroilluminazione sul condensatore. Grazie al condensatore, il sistema di retroilluminazione è più stabile e consuma meno energia rispetto al caso di resistenza. Ma è anche impossibile utilizzarlo con le lampade a LED.

Il circuito del condensatore può essere utilizzato con lampade alogene e lampadine a incandescenza.

Video: luci nell'interruttore

Se la retroilluminazione lampeggia

Accade che la retroilluminazione inizi a lampeggiare. Cosa fare allora? È necessario controllare la tensione di rete e l'alimentazione di corrente. Se tutto è normale, il diodo è diventato inutilizzabile, è necessaria una sostituzione. Per rendere l'indicatore dell'interruttore, seguire i passaggi 1-9 della sottosezione relativa allo spegnimento della retroilluminazione, mordere i fili nel punto in cui i fili vanno alla lampadina. Ricordando le giunzioni del diodo con la fase di uscita e il resistore, prendere un nuovo indicatore e collegarlo ai contatti. Avvolgi i posti con del nastro isolante o mettici un tubo di plastica. Quindi riassemblare l'interruttore e testare la retroilluminazione.

Gli interruttori con illuminazione non sono un tributo alla moda, ma la convenienza, perché tutto viene migliorato a beneficio dell'umanità.

Colleghiamo l'interruttore retroilluminato

Quando si scelgono gli interruttori per l'illuminazione di locali residenziali, ci troviamo sempre di fronte a un dilemma: comprare un normale interruttore della luce o una retroilluminazione? Qualsiasi produttore, lo stesso legrand popolare, offre gli stessi modelli, con o senza un indicatore.

A cosa serve l'interruttore retroilluminato? Può sembrare strano, ma per la pulizia delle pareti. Ogni volta, tastando i tasti scuri, gradualmente saliamo le pareti intorno e creiamo graffi sulla superficie. La differenza di prezzo è piccola, con la connessione di un interruttore con retroilluminazione, ovviamente, offre alcuni vantaggi. Perché così tanti acquirenti preferiscono i modelli tradizionali?

Il fatto è che ci sono comuni "storie dell'orrore" e miti sul lato negativo del controluce

Storie spaventose e miti illuminati

Per comprendere il cosiddetto "problema", considera i diversi tipi di indicazioni. Può essere al neon e LED. Non c'è alcuna differenza fondamentale nel consumo di energia, entrambi gli schemi non consumano più di 1 W di potenza. I neon sono disponibili in due colori: arancione (rosso) o verde, a seconda del gas nel pallone. Il LED può essere di qualsiasi colore, anche se cambia tonalità dinamicamente (RGB).

  1. Consumo energetico aggiuntivo. In parte questa affermazione è vera. Il circuito di retroilluminazione a LED consuma circa 1 W di energia. In un mese si accumulano 0,5-0,7 kilowatt / ora. Cioè, dovrai pagare un paio di rubli per comodità (da ogni interruttore). Costi simili per una lampada al neon. Lì, l'energia viene spesa principalmente sul resistore limitatore.
  2. "Hanno installato la retroilluminazione - ora le luci sono spente nell'oscurità!" E questo è vero. Le lampade vecchio stile (ad incandescenza e alogene) si spengono regolarmente quando sono spente. Ma nessuno li usa. Il problema riguarda le lampade a scarica fluorescente economiche (che lampeggiano periodicamente) e gli apparecchi a LED con un circuito di controllo economico (debole bagliore).

La prima opzione sta gradualmente diventando irrilevante.

Le lampade a LED stanno diventando sempre meno costose, l'unico vantaggio delle casalinghe (prezzo) è perso. Per quanto riguarda le lampade a LED, è possibile acquistare copie più costose con alimentazione elettrica dimmerabile. Tali lampade possono cambiare la luminosità del bagliore quando sono collegate tramite un regolatore: il cosiddetto "dimmer". Allo stesso tempo, l'alimentazione ha risolto il problema con un bagliore parassita, se si utilizza l'interruttore con retroilluminazione.

Informazioni su questo sono nelle istruzioni per la lampada.

Se hai bisogno di sopportare il primo mito (consumo extra di energia): paghi solo una piccola quantità per comodità, il secondo "problema" ha diversi modi per risolverlo. Imparerai a conoscere questo dal nostro materiale.

collegamento

Per iniziare, analizza l'interruttore del dispositivo con retroilluminazione. Il principio di funzionamento è basato sulle leggi di Ohm. Con il collegamento parallelo di linee con resistenza diversa, la corrente elettrica scorre lungo il percorso di minor resistenza.

Indipendentemente dall'indicatore utilizzato (lampada al neon o LED), lo schema elettrico presenta un'elevata resistenza. Fornisce un resistore limitante. L'interruttore di circuito retroilluminato è mostrato nell'illustrazione:

Quando i contatti L e L1 sono chiusi, l'unità di retroilluminazione viene deviata e la corrente scorre attraverso i contatti dell'interruttore. La lampada principale si accende.

Quando l'interruttore è aperto, l'apparecchio funge da normale conduttore. Una piccola corrente scorre attraverso di essa, abbastanza per far funzionare la retroilluminazione. Se si utilizza una lampada ad incandescenza, la spirale non si illumina con una corrente così scarsa. Ma con le governanti e le lampade a LED sorge questo problema. Il circuito di controllo (il cosiddetto driver) inizia a partire da una piccola corrente, fornita dal circuito di collegamento della retroilluminazione.

Se la luce parassita non ti dà fastidio, la domanda: "come collegare l'interruttore retroilluminato" non è rilevante. Lo schema non è diverso dal solito. A meno che non vi siano sfumature per le modalità di illuminazione notturna o visualizzazione del lavoro. Cosa significa? L'indicatore può brillare quando la lampada principale è spenta (modalità notturna) o viceversa per segnalare che è accesa. La seconda opzione è utile, ad esempio, per illuminare un bagno o un ripostiglio, in modo da non lasciare la lampada accesa.

Varianti di utilizzo della retroilluminazione

Ad esempio, considera le opzioni per l'utilizzo delle luci di retroilluminazione nei prodotti "Legrand"

La modalità di retroilluminazione nell'illustrazione è indicata dallo schema del mese, l'installazione dello switch con l'indicazione dell'operazione è rappresentata da una lampadina.

L'interruttore a un pulsante con illuminazione notturna è collegato secondo lo schema classico: una lampadina sui contatti L. Per indicare il funzionamento, è necessario collegare alla lampada di retroilluminazione uno zero funzionante.

Il collegamento di un interruttore a due pulsanti è simile. Una luce di indicatore separata è fornita per ogni linea di lavoro. Il circuito fornisce un'indicazione separata di un doppio interruttore, ogni retroilluminazione funziona per la propria linea.

Anche l'interruttore a tre pulsanti funziona esattamente allo stesso modo. Solo gli indicatori saranno tre. A proposito, questo è un argomento in più per gli avversari del controluce: una tastiera a tre tasti nella modalità di visualizzazione spende 3 volte più energia di un doppio interruttore.

L'interruttore pass-through può funzionare anche con la retroilluminazione. Solo lo schema di inclusione sarà diverso. L'indicatore è collegato ai contatti che saranno aperti quando il tasto è "giù". Di conseguenza, se accendi la luce con uno dei "camminatori", le luci si accendono.

Quando si utilizza la retroilluminazione come indicazione del funzionamento della lampada, l'indicatore è collegato dal lato della lampada e su di esso viene avviato uno zero operativo separato. Indipendentemente dalla posizione dei "camminatori", l'indicatore si accende quando le luci sono accese.

Legrand vende separatamente il controluce. In effetti, questo è un LED convenzionale con un resistore di smorzamento e un diodo inverso, confezionato in un cambric termoretraibile.

Se non desideri pagare più del dovuto per il logo sul cartellino del prezzo, puoi creare autonomamente un indicatore di riserva. Lo schema è semplice: al fine di garantire che la corrente inversa non fluisca attraverso l'elemento LED (abbiamo tensione alternata nella rete, la polarità cambia ad una frequenza di 50 Hz), è installato un diodo inverso (tipo D226). E poiché la caduta di tensione attraverso il LED è di 2-3 volt (a seconda del colore), nel circuito è installata una resistenza limitatrice di corrente. Schema e valutazioni delle parti nell'illustrazione:

Questo indicatore può essere dotato di qualsiasi interruttore, la cosa principale è che la luce penetri attraverso la plastica.

Come installare un interruttore con illuminazione - capito, ora combatteremo con il parassita. Artigiani ben noti stanno già offrendo in vendita alcuni moduli che sono collegati in parallelo a governanti e lampade a LED.

In effetti, sono normali resistori di carico. Bloccano davvero la luminescenza indesiderata, consumando la stessa quantità di energia di una lampada a incandescenza a basso consumo. Cioè, la luce è spenta e il contatore continua a girare.

Per "fare amicizia" con l'interruttore retroilluminato e le lampade a LED (economiche), è necessario un interruttore di passaggio.

Si collega una lampada funzionante a un'uscita e un indicatore con uno zero separato al secondo. Allo stesso tempo, la fase funziona solo per un consumatore: sulla lampada principale o sull'indicatore. Non ci può essere alcuna luminescenza parassitaria in linea di principio.

Sì, il circuito di commutazione è più complicato (devi tirare il filo neutro). Ma per il comfort di utilizzo devi pagare. L'elettricità è consumata minima, la potenza non supera 1 watt.

Interruttore illuminato

Probabilmente, ogni persona ha affrontato più di una volta un tale problema quotidiano, quando si torna a casa la sera, prima di entrare nella stanza non illuminata, iniziamo a cercare l'interruttore a sfioramento per accendere la luce.

A volte questa procedura richiede molto tempo ed è accompagnata da una caduta di oggetti catturati lungo il percorso. Per facilitare la ricerca dell'interruttore, oltre a risparmiare tempo e nervi, l'interruttore luminoso è stato inventato in una sola volta.

Con il suo design e l'aspetto, l'interruttore luminoso non è diverso da un interruttore convenzionale, solo che è dotato di un'indicazione luminosa, che in una stanza buia cattura immediatamente l'attenzione e indica con precisione la sua posizione.

In questo caso, l'indicatore luminoso dell'interruttore consuma poca energia e funziona solo quando la luce è spenta. Pertanto, si teme che quando si utilizza questo dispositivo, il consumo di energia non sarà più valsa la pena - l'interruttore retroilluminato non consuma gran parte di esso.

Diamo uno sguardo più da vicino al principio di funzionamento e allo schema di retroilluminazione degli interruttori a chiave.

Di norma, una lampada al neon o un LED con una resistenza, che sono collegati in parallelo ai contatti dell'interruttore, viene utilizzata come fonte di luce nel sistema di retroilluminazione dell'interruttore. Mentre l'interruttore è in posizione OFF, l'elemento luminoso viene alimentato attraverso il filamento di una lampada a bassa resistenza.

Collegamento dell'interruttore illuminato

Molti consumatori hanno spesso una domanda. Perché le luci di illuminazione non si accendono attraverso la retroilluminazione? La risposta è piuttosto semplice. Il fatto è che per accendere la lampada al neon basta una tensione e un amperaggio piuttosto piccoli. Ma per il pieno funzionamento della lampada ad incandescenza tale tensione e corrente non saranno sufficienti.

Per ridurre la tensione nel circuito di retroilluminazione, viene utilizzato un resistore limitatore di corrente.

L'interruttore di retroilluminazione funziona secondo il seguente principio.

Quando i contatti dell'interruttore sono nello stato aperto, la corrente proveniente dalla fase scorre nel modo seguente. All'inizio, passa attraverso la resistenza, poi attraverso la neonka, e dopo va al filamento della lampada a incandescenza ea zero.

Poiché la resistenza del filamento della lampada a incandescenza è molto inferiore rispetto alla resistenza della retroilluminazione dell'interruttore, tutta la tensione a 220 V è diretta al neon e la resistenza ad essa collegata in serie, quindi la luce al neon è accesa.

Dopo che i contatti dell'interruttore si sono chiusi, il circuito di alimentazione della lampadina si chiude e la resistenza e il neonka sono scollegati dal circuito generale e si spengono. La corrente elettrica, come è ben noto dal curriculum scolastico in fisica, percorre sempre il circuito con la minor resistenza (legge di Ohm).

In questo caso, il circuito di alimentazione del blade di illuminazione, la cui resistenza è quasi zero, e la resistenza del circuito di retroilluminazione è abbastanza grande, e la tensione che passa attraverso la lampadina al neon è molto piccola e non è sufficiente accenderla.

A proposito, va notato che nel caso in cui la lampada manchi o la retroilluminazione non abbia funzionato, non funzionerà, a causa del fatto che il circuito di alimentazione è rotto.

Per capire meglio il principio del funzionamento degli interruttori con illuminazione, non sarebbe superfluo ripetere il corso di fisica della scuola. Piuttosto, quella parte di esso, in cui si studia la legge di Ohm, e descrive in dettaglio tutte le sfumature della connessione parallela e sequenziale dei conduttori.

Installazione dell'interruttore retroilluminato

È molto semplice installare e collegare un interruttore retroilluminato. Può essere installato in sostituzione dei normali interruttori, mentre il cablaggio proveniente dalla lampadina di retroilluminazione viene collegato in parallelo ai contatti dell'interruttore contemporaneamente ai cavi di alimentazione.

Se decidi di installare un interruttore retroilluminato a casa, prima devi decidere quali tipi di lampade utilizzare. Il fatto è che questo dispositivo non si adatta bene ad alcuni di essi.

Ad esempio, in combinazione con lampade ad incandescenza o alogene, l'interruttore retroilluminato funziona perfettamente. Ma l'uso di tali interruttori con lampade fluorescenti o LED, che sono dotati di un alimentatore, non è raccomandato. In caso contrario, lampeggeranno o continueranno a illuminarsi dopo aver spento l'interruttore.

Schema di cablaggio per interruttore della luce con indicazione

Il display a LED, che si trova sull'interruttore, consente di trovarlo al buio durante la notte. Se hai già effettuato la riparazione e installato un interruttore convenzionale, non c'è nulla di cui preoccuparsi. Lo schema elettrico dell'interruttore della luce con indicazione aiuterà a rifare tutto.

Se vuoi cambiare il solito interruttore, allora devi leggere le nostre istruzioni. Per la lampada, che ha lampadine a incandescenza, sarà possibile utilizzare il circuito elettrico sui LED. Se hai installato un lampadario a LED, puoi utilizzare lo schema su una lampadina al neon. Ora dovresti studiare il semplice schema elettrico dell'interruttore retroilluminato. Se sei interessato, puoi leggere lo schema elettrico in cucina.

Schema di cablaggio di un interruttore della luce con indicazione su una lampada al neon

Interruttore con lampada al neon illuminata si trova sotto:

Come puoi vedere, il diagramma indica che il tasto interromperà il circuito principale. Quindi la corrente passerà attraverso una resistenza alla lampada al neon, che si illuminerà. Il resistore è in grado di ridurre significativamente la tensione al livello che il display funzionerà normalmente. La lampada non si accende, poiché la tensione non sarà sufficiente.

Questo momento è considerato importante, poiché quando la luce è accesa, l'interruttore chiude il circuito. Quando la chiave è in posizione ON, la corrente fluirà attraverso il circuito principale. Il principio di fisica sarà coinvolto qui. La corrente andrà solo dalla minima resistenza. Il cablaggio di un interruttore a pulsante singolo con retroilluminazione è considerato semplice. Può essere utilizzato anche da una persona che non capisce l'elettricità. I modelli a due chiavi hanno una connessione simile. Solo al posto di un indicatore dovrai connetterne due.

Se si prevede di realizzare un display a LED, questo processo è considerato difficile. Puoi vederlo sul video qui sotto.

Schema elettrico dell'interruttore della luce con indicazione a LED

Lo schema di collegamento del LED all'interruttore singolo sarà simile a questo:

Se si prevede di installare un LED, è necessario sapere che la resistenza del resistore deve essere di almeno 100 kΩ. Il LED dovrebbe anche essere protetto contro guasti. Puoi farlo con un diodo. Questa opzione non funzionerà se le lampade a LED sono installate nel tuo lampadario. La resistenza nel lampadario sarà elevata e quindi la tua lampada lampeggerà costantemente. Scopri perché la lampada a LED lampeggia nel nostro articolo.

Questi sono tutti modi per collegare il display alla lampada. Quale circuito di connessione dell'interruttore con illuminazione è meglio risolto solo da te.

L'interruttore con l'indicatore: Accendi la luce!

Il problema - come connettere un interruttore con un indicatore - non è proprio tale, poiché si tratta di una questione insignificante. La cosa principale è sapere come e dove si connette. Se hai già affrontato il compito di collegare correttamente un pavimento riscaldato o hai fatto l'installazione di pannelli di plastica con le tue mani, puoi farlo con un interruttore.

Cos'è un interruttore retroilluminato?

Abbiamo tutti familiarità con la situazione quando si entra nella stanza al buio e accendere la luce è un problema, perché questo pulsante più caro deve ancora essere trovato! Ma siamo guidati da un faro: una piccola luce che brucia sul corpo dell'interruttore, così possiamo arrivarci e accendere la luce senza essere feriti o senza rompere un paio di costosi vasi sulla strada...

Dispositivo dispositivo

È molto semplice Esternamente, non è diverso dal solito, tranne per il fatto che ha un piccolo LED o una lampada al neon. Funzionano solo se i tasti sono impostati sulla modalità "off".

Principio di funzionamento

Quando accendiamo la luce, il circuito della corrente che va dalla "fase" all'interruttore viene chiuso, e attraverso di esso al dispositivo di illuminazione e, infine, a "zero". E l'indicatore è collegato al circuito in parallelo in modo che quando viene aperto, la corrente inizia a fluire attraverso di esso. Ma così allo stesso tempo le lampadine a incandescenza non si accendono e il LED stesso non soffia, il resistore è installato di fronte ad esso, riducendo la tensione e l'amperaggio. Perché una piccola fonte di luce funzioni, è necessaria una tensione molto piccola, ma per una lampada comune non saranno sufficienti. Di conseguenza, il lampadario è spento e una piccola spia indica la posizione dell'interruttore.

La sequenza di collegamento dell'interruttore con l'indicatore

È molto semplice - l'interruttore con il display può essere installato al posto del solito. La differenza sta nella presenza di due cablaggi dal LED. Sono collegati agli stessi pin dei cavi di alimentazione.

Nota importante: non è necessario collegare un interruttore con un indicatore se si utilizzano lampade a bassa tensione - LED e lampade fluorescenti come dispositivi di illuminazione. La tensione generata nel circuito quando il resistore è in funzione è sufficiente per il loro sfarfallio o anche il lavoro a tutti gli effetti - la luce semplicemente non si spegne. Ma quando si usano lampadine alogene o normali a incandescenza non ci saranno problemi.

Come collegare un interruttore della luce con le tue mani?

Nelle case, negli appartamenti e in altre aree dove viene effettuata l'elettricità, gli interruttori sono necessariamente installati. I modelli moderni consentono non solo di accendere / spegnere l'illuminazione, ma anche di programmare il lavoro di singoli dispositivi e sistemi, ad esempio un pavimento riscaldato.

Tra tutte le varietà più comode da usare quelle dotate di illuminazione. L'installazione e il collegamento dell'interruttore illuminato hanno le sue sfumature e regole.

Come funziona l'interruttore retroilluminato

La principale differenza tra il dispositivo illuminato e i modelli classici è la presenza di un indicatore. Potrebbe trattarsi di una lampadina al neon o di un LED.

Lo schema di connessione è semplice. L'indicatore è parallelo ai terminali del dispositivo. Quando si spengono i dispositivi, questa piccola parte è collegata al filo dello zero (usando la resistenza della lampada) e inizia a brillare. Quando si accende il circuito di illuminazione è cortocircuitato, l'indicatore si spegne.

L'interruttore / indicatore retroilluminato non funziona con questi tipi di dispositivi:

  • lampade fluorescenti;
  • dispositivi di illuminazione con comandi di avviamento elettronici;
  • Alcuni tipi di lampade a LED.

In termini di funzionalità, ci sono uno, due, tre e quattro dispositivi per tastiera, cavo e pulsante, ecc.

Gli interruttori illuminati presentano molti vantaggi:

  1. Il design e la costruzione sono quasi gli stessi dei dispositivi standard. L'unica differenza è la presenza di un LED sul pannello frontale, che rende più confortevole l'essere in una stanza buia.
  2. La maggior parte degli schemi sono economici. Gli indicatori integrati consumano pochissima energia.
  3. La manutenzione del LED non richiede un grande consumo di energia.

Spesso i dispositivi illuminati sono installati nelle camere da letto. Le luci di lavoro aiutano a navigare rapidamente nella stanza quando un improvviso risveglio.

È importante! Tra le carenze, è possibile individuare il consumo di una grande quantità di elettricità quando collegato in base a circuiti separati (utilizzando un resistore).

Tipi in base al tipo di illuminazione

Il parametro per la divisione in tipi, oltre alla funzionalità, sarà il tipo di illuminazione:

  1. Con un resistore. Un tale circuito per collegare un interruttore illuminato ha uno svantaggio: non funzionerà se ci sono lampade a LED nei dispositivi di illuminazione. È facile da spiegare Quando tali dispositivi funzionano, non sarà possibile creare una tensione elevata, perché i LED hanno una resistenza maggiore rispetto alle lampade a incandescenza. Una lampadina a risparmio energetico può essere collegata qui, ma lampeggia dopo averla spenta.
  2. LED con condensatore. Lo schema consente di aumentare l'efficienza e ridurre il livello di energia elettrica consumata dalla retroilluminazione. Il resistore agisce come limitatore di corrente del condensatore.
  3. Con una lampada al neon. Interruttori di questo tipo non hanno praticamente difetti. In grado di lavorare con qualsiasi dispositivo di illuminazione, incluse lampade convenzionali, fluorescenti e LED.

Gli elettrodomestici sono usati tutti questi tipi.

Regole di connessione

Indipendentemente dalla vista, l'installazione dell'interruttore illuminato è la stessa. Differenze solo in un paio di sfumature.

Installazione dell'interruttore singolo

Il modo più semplice per collegare uno switch single-key (singolo) con retroilluminazione. Il primo passo è quello di spegnere l'alimentazione e rimuovere il vecchio interruttore.

  1. Utilizzando un cacciavite a testa piatta, rimuovere la chiave.
  2. Rimuovere con cautela il rivestimento.
  3. Allentare le viti che collegano il dispositivo alla piastra inferiore. Tiralo fuori.
  4. Per indebolire gli elementi di fissaggio, per scollegare i fili.

Alla fine delle manipolazioni, l'interno dell'interruttore rimosso rimane sulle mani. Viene buttato via o usato come pezzo di ricambio.

Per inserire un nuovo interruttore della luce con indicatore / retroilluminazione, è necessario ripetere i passaggi precedenti, solo in ordine inverso:

  1. Inserire gli "interni" nella presa, senza dimenticare di collegare i fili ai contatti dell'interruttore.
  2. Stringere i bulloni.
  3. Imposta una cornice decorativa.
  4. Inserire una chiave
  5. Accendere l'elettricità per verificare l'installazione e la connessione. Se il lavoro è eseguito correttamente, il diodo nella retroilluminazione si illuminerà.

Installazione e collegamento di interruttori con più chiavi

Il collegamento di un interruttore illuminato doppio o triplo è all'incirca lo stesso. Per installare la costruzione con due chiavi, avrete bisogno di un cacciavite, taglierine laterali, punte e un indicatore, con il quale si determina la fase.

Il lavoro si svolge come segue:

  1. Come nel caso precedente, prima di tutto è necessario diseccitare l'appartamento / la casa. Successivamente inizia lo smantellamento del vecchio dispositivo.
  2. Rimuovere le chiavi e svitare le viti. In podozetniki ci saranno tre collegamenti. Uno - la potenza in entrata, altri due - la potenza, lasciando il dispositivo di illuminazione.
  3. Ora, usando il cacciavite indicatore, è necessario trovare il filo di fase, segnarlo o semplicemente ricordare. È necessario agire con estrema cautela, perché questa fase richiede la presenza di tensione nella rete.
  4. Diseccitare la rete.
  5. Spellare i fili dall'isolamento.
  6. Prendi un nuovo dispositivo. Ha tre gruppi di contatti e un paio di fili provenienti dalla retroilluminazione.
  7. Utilizzare il dispositivo di misurazione per determinare la posizione "Off". Di solito sul cablaggio proveniente dal LED ci sono speciali piastre di contatto per viti. La vite deve essere svitata, attaccata alla piastra e riavvitata. Ripeti l'azione per i contatti rimanenti.
  8. Attaccare il filo di fase alla piastra, che si trova separatamente dalle altre, con una vite.
  9. Collegare il filo al lampadario con il contatto e fissare.
  10. Fissare l'ultimo filo sotto il contatto, sul quale non ci sono lastre.
  11. Controlla la connessione.
  12. Inserire l'interno dell'interruttore automatico nella scatola di installazione.
  13. Fissare le viti.
  14. Impostare nella posizione originale della chiave.

Dopo l'installazione, collegare l'elettricità e controllare il funzionamento del dispositivo.

Se è necessario controllare una fonte di luce da luoghi diversi, è necessario installare un interruttore a piedi / a scatto. La sua principale differenza rispetto ai modelli classici è la presenza di un contatto mobile. Se si preme il tasto on / off, si diffonderà da un contatto a un altro, iniziando l'operazione del secondo circuito.

Illuminazione dell'interruttore continuo

Lo schema elettrico dell'interruttore passante è estremamente semplice. Due dispositivi separati sono installati su entrambi i lati della catena.

Per fare ciò, è necessario posare un cavo a tre fili su uno e l'altro. Quando si accende il primo interruttore, il circuito si chiude e la lampada si accende. Quando accendi la seconda luce si spegne.

Spegni l'interruttore della retroilluminazione

Il dispositivo ti consente di spegnere la lucciola per un po 'o per sempre. Rendilo semplice:

  1. Come negli altri casi, devi prima spegnere l'elettricità.
  2. Utilizzando un cacciavite a testa piatta, fare leva, quindi rimuovere i tasti.
  3. Rimuovere la cornice decorativa.
  4. Svitare i bulloni.
  5. Estrarre il riempimento interno dalla sottocasella / scatola di giunzione.
  6. Utilizzando il cacciavite indicatore, verificare la presenza di tensione sui fili.
  7. Scollegare i fili dai pin.
  8. Trova nel disegno del fermo dell'interruttore, fissando le due parti. Separali.
  9. Trova un resistore e un LED.
  10. Prendi il tagliafili e morde i fili alla retroilluminazione. Un'alternativa è far cadere il LED.
  11. Assemblare l'interruttore ripetendo i passaggi sopra riportati nell'ordine inverso.

Ora l'indicatore non funzionerà.

Come installare la retroilluminazione nello switch

Schema e interruttore del dispositivo con retroilluminazione semplice. È possibile assemblare il dispositivo a casa con le proprie mani. È sufficiente acquistare un interruttore e un LED convenzionali.

Lo schema è costituito dalle parti principali:

  • LED;
  • resistenza limitante;
  • diodo collegato in parallelo con il LED.

Per i LED, è adatto un resistore con un valore nominale di 100 kΩ e una potenza di almeno 1 W. Per la protezione dovrebbe essere utilizzato diodo KD521.

Fai attenzione! Questo schema ha lo svantaggio di un elevato consumo energetico. In un mese la sua quantità può raggiungere 1 kW.

Per risparmiare energia, è possibile utilizzare un altro schema che limita la corrente del LED con un condensatore. La sua capacità dovrebbe essere pari a 1 microfarad. Quando il circuito è collegato, dopo il condensatore verrà collegato un resistore per limitare la corrente di carica. Questo schema ha un inconveniente che riguarda il processo di installazione. Spesso i condensatori hanno dimensioni considerevoli, che possono portare a difficoltà con la loro installazione nello switch.

I design in cui il LED viene utilizzato come retroilluminazione lavorano armoniosamente esclusivamente con le normali lampade ad incandescenza. I lama fluorescenti in tale circuito lampeggiano dopo lo spegnimento. L'illuminazione a LED non funzionerà affatto, poiché la resistenza della lampada è sempre maggiore.

Un circuito più efficiente con una lampada al neon nella composizione, che prevede il collegamento in serie di un resistore con una resistenza da 0,5 a 1 mΩ.

Installare la retroilluminazione nell'interruttore è molto semplice. Il LED o la lampada al neon devono essere fissati al caso usando la colla ordinaria. Nella chiave è necessario praticare un foro per la luce.

conclusione

Collegare interruttori con LED, lampada al neon, ecc. È abbastanza semplice. Il processo assomiglia all'installazione di un dispositivo convenzionale e non dipende dal tipo (a una, due o tre tastiere).

Gli schemi sono così semplici che la retroilluminazione può essere impostata in modo indipendente, utilizzando un minimo di tempo e sforzo. È solo necessario acquistare un interruttore e un indicatore convenzionali.

Istruzioni: come collegare l'interruttore con le luci, da solo

In ogni casa dotata di illuminazione elettrica, ci sono interruttori. Per accendere la luce facilmente di notte, l'interruttore è spesso dotato di una retroilluminazione, progettata in modo tale che si illumini quando l'illuminazione nella stanza viene spenta.

Prima di collegare l'interruttore illuminato, è necessario chiarire il tipo di apparecchio. Ciò è dovuto al fatto che la retroilluminazione funziona bene solo con lampade ad incandescenza e alogene. Per gli apparecchi con controllo, l'uso di interruttori luminosi non è raccomandato.

Interruttore illuminato

L'interruttore retroilluminato differisce dal solito solo in quanto all'interno di esso è presente un indicatore di retroilluminazione. Questo indicatore può essere una lampada al neon o un LED con un resistore limitatore. L'interruttore di circuito retroilluminato è piuttosto semplice.

L'indicatore è collegato in parallelo con i terminali dell'interruttore. Quando l'interruttore della luce è spento, l'indicatore di retroilluminazione risulta essere collegato al filo dello zero della rete attraverso una piccola resistenza della lampada e si accende. Quando l'illuminazione è accesa, il circuito indicatore è in cortocircuito e si spegne.

Su una base funzionale, ci sono pulsanti retroilluminati, pulsanti e altri tipi rari.

Procedura di installazione: tutto è semplice e conciso.

Lo schema elettrico dell'interruttore illuminato si basa sulla seguente sequenza di azioni:

  • circuito di illuminazione diseccitato. Per affidabilità, l'assenza di tensione viene controllata utilizzando una sonda o un multimetro;
  • nell'apertura nel muro è installata e fissata la scatola per l'interruttore. Quando si sostituisce il vecchio - prima viene smantellato;
  • la chiave viene rimossa dallo switch e i cavi di alimentazione sono collegati. I cavi dell'indicatore di retroilluminazione sono collegati in parallelo con i cavi;
  • l'alloggiamento dell'interruttore è installato nella scatola e fissato con viti;
  • la rete è accesa e l'interruttore, la retroilluminazione e la rete di illuminazione sono testati.

Retroilluminazione per l'interruttore fai da te

Come si può vedere dal materiale precedente, l'installazione di un interruttore retroilluminato non è troppo difficile. Inoltre, è perfettamente in grado di rifare un interruttore ordinario per questo scopo. Retroilluminazione a LED con le proprie mani - l'opzione più comune in condizioni moderne.

Per risparmiare energia, è possibile utilizzare un circuito in cui viene utilizzato un condensatore di 1 μF per limitare la corrente del LED. Coerentemente con il condensatore, viene attivata una resistenza che limita la sua corrente di carica (100-500 ohm).

Lo svantaggio degli schemi di retroilluminazione sul LED è che tali schemi funzionano bene solo per le lampadine a incandescenza. Se l'apparecchio ha lampade fluorescenti, allora se c'è un tale schema di retroilluminazione, lampeggeranno e si illumineranno quando l'interruttore è spento. Se ci sono dei LED nell'apparecchio, lo schema di retroilluminazione non funziona affatto. Ciò è dovuto all'elevata resistenza della lampada a LED.

Uno dei modi per accendere automaticamente la luce sono i rilevatori di movimento collegati alle lampade, che reagiscono a qualsiasi movimento nel suo raggio di visibilità.

Un circuito più semplice e affidabile su una lampada al neon include, oltre alla lampada stessa, un resistore collegato in serie con una resistenza di 0,5-1,0 mΩ.

L'installazione dell'interruttore con una retroilluminazione fatta in casa è semplice.

conclusioni:

  1. Per aumentare il comfort quando si accende l'illuminazione al buio, viene utilizzato un interruttore retroilluminato.
  2. Il circuito di retroilluminazione può essere realizzato sul LED o sulla lampada al neon. Quando si sceglie il tipo di illuminazione è necessario considerare il tipo di apparecchio.
  3. L'installazione di un interruttore retroilluminato è abbastanza semplice e non è molto diversa dalla connessione di un semplice interruttore.
  4. La semplicità dello schema di retroilluminazione consente di aggiornare un interruttore convenzionale e di farne un interruttore retroilluminato.