Collegamento del contatore trifase

  • Cablaggio

Se prima i metri trifase venivano utilizzati più spesso nella produzione, ora vengono utilizzati nella vita di tutti i giorni. Ciò è dovuto sia alla diffusione ubiquitaria di varie macchine trifase, sia a un aumento del consumo di energia in una rete monofase.

Misuratore di induzione trifase

Dispositivi di misurazione

Con l'aumento del numero di apparecchi elettrici, il consumo di energia nella vita di tutti i giorni è aumentato in modo significativo e ha iniziato a superare i 15 kW per appartamento o casa e, secondo GOST, richiede l'alimentazione tramite una rete trifase.

Se si accende il carico con una potenza di 15 kW in una rete monofase, una corrente di oltre 70 A scorre attraverso un cavo di alimentazione, la sezione trasversale del cavo è 10 mm 2. Se questa potenza viene fornita in tre fasi, la corrente nel cavo sarà inferiore a 25 A e la sezione trasversale del cavo sarà di 2,5 mm 2. La tabella sottostante è una conferma. Con la stessa potenza di una connessione trifase diretta correttamente realizzata, è possibile ridurre significativamente la sezione trasversale del cavo, poiché il carico sarà distribuito in 3 fasi e la resistenza di corrente in ciascuna di esse sarà molto più bassa. Ridurre la sezione trasversale del cavo non solo riduce il costo del cablaggio in una casa privata, ma semplifica anche la sua installazione.

Conduttori di rame di fili e cavi

Connessioni

  • a tre fili - per una rete senza filo neutro;
  • a quattro fili - con un filo neutro.

La connessione di un contatore trifase deve essere effettuata tenendo conto delle seguenti peculiarità: i dispositivi possono essere accesi direttamente nella rete o tramite trasformatori di corrente. Dipende dalla forza della corrente nella rete: fino a 100A - l'uso della potenza diretta è consentito, attraverso un trasformatore.

I contatori trifase si differenziano per il modo in cui sono collegati alla rete:

  • inclusione diretta (diretta);
  • montaggio semi-indiretto (tramite trasformatore di corrente);
  • accensione indiretta (tramite trasformatori di corrente e tensione).

Inclusione diretta

Tale installazione di un contatore elettrico trifase di Energomer o di altre apparecchiature in una casa privata non differisce da uno schema monofase. Tutta l'energia consumata passa direttamente attraverso un dispositivo. La figura seguente mostra uno schema del misuratore trifase diretto (collegamento diretto). Lo svantaggio di questa inclusione è il limite di potenza - non più di 60 kW.

Schema della connessione diretta di un misuratore trifase

I contatori elettrici indiretti non vengono utilizzati nella fornitura di energia elettrica domestica, poiché sono destinati alla misurazione dell'elettricità solo per reti industriali ad alta tensione di 6 (10) kV.

Inoltre, i contatori differiscono nel tipo di energia misurata: misuratori di energia attiva e reattiva.

Polukosvennoe inclusione

Con questa connessione, i dispositivi di misura Energomera includono trasformatori di corrente. Tale schema di installazione consente di tenere traccia dell'elettricità con una potenza molto più elevata nella rete. Tuttavia, è necessario tenere conto del rapporto di trasformazione, che complica il calcolo del costo. Lo svantaggio di questo tipo di inclusione è la difficoltà di controllare le letture dei contatori per le organizzazioni che forniscono energia.

Schema di connessione semi-indiretta di un misuratore trifase

Nella figura, L1 e L2 sono gli ingressi e le uscite delle fasi corrispondenti, I1 e I2 - misurazione degli avvolgimenti.

Tipi di contatori

induzione

Il principio di funzionamento di questo tipo di contatore elettrico si basa sul verificarsi di una coppia in un disco sotto l'azione di un campo magnetico alternato. La figura seguente mostra schematicamente il dispositivo di un contatore di induzione Energomer monofase.

Design del contatore di induzione monofase

1 - la bobina di corrente, la corrente consumata fluisce attraverso di essa, il flusso magnetico Фi appare in esso, che penetra nel disco di alluminio, causando la comparsa di correnti parassite in esso. Questa corrente, a sua volta, forma un campo magnetico, interagisce con il campo magnetico Фu della bobina di tensione 2.

L'interazione di questi campi guida il disco in alluminio, guida il contatore meccanico 3 attraverso un ingranaggio a vite senza fine.

4 - un magnete permanente, crea nel disco rotante un campo magnetico inibente. L'uguaglianza dei campi rotanti e ritardanti conferisce al disco stabilità di rotazione. La velocità di rotazione del disco dipende dalla forza della corrente che fluisce attraverso il misuratore attraverso la bobina corrente.

Il principio di funzionamento del misuratore di induzione trifase Energomera è lo stesso. La differenza è che ha un altro disco di alluminio. La figura seguente mostra il dispositivo di un tale contatore elettrico.

Contatore di induzione trifase

Attualmente esiste una sostituzione attiva dei misuratori di induzione con quelli elettronici, per i quali esistono diversi motivi:

  • accuratezza insufficiente dei misuratori di induzione;
  • la complessità del loro uso per la contabilità in modalità multi-tariffa;
  • incapacità di utilizzare nei sistemi di contabilità automatica.

elettronico

Il principio di funzionamento di questi contatori si basa sul conteggio degli impulsi prodotti da un convertitore ADC (analogico-digitale), il cui numero è strettamente proporzionale alla corrente che scorre attraverso il circuito. Lo schema a blocchi mostra l'interazione dei singoli nodi del misuratore.

Schema a blocchi del contatore elettronico

I sensori di tensione e corrente installati nel misuratore ricevono i parametri di rete e li trasmettono in forma analogica al convertitore. Genera impulsi di conteggio rettangolari (forma digitale), la cui frequenza dipende dai dati ricevuti e li trasmette al microcontrollore, dove vengono elaborati, memorizzati e visualizzati. Questa è la logica generale del contatore elettronico.

Il contatore elettronico è collegato alla rete secondo gli stessi schemi dell'induzione.

vantaggi:

  • affidabilità e accuratezza (classi di precisione da 0,2 a 2,0);
  • ampio intervallo di temperatura (da -40 a +60);
  • facilmente integrato nel sistema di contabilità automatica remota;
  • possibilità di contabilizzare zone multi-tariffarie.

svantaggi:

  • alta sensibilità al rumore industriale;
  • elevate esigenze sulla qualità dell'elettricità (sbalzi di tensione);
  • prezzo relativamente alto (anche se recentemente si è registrata una tendenza ad una diminuzione)
  • praticamente irreparabile.

Installazione di dispositivi di misurazione

Quando si installa il misuratore (indipendentemente dallo schema) dovrebbe essere guidato dalle "Regole per gli impianti elettrici" (ПУЭ).

Quando si installa un contatore in un condominio, non ci sono quasi opzioni, per loro ci sono pannelli elettrici sul pianerottolo, quindi non c'è bisogno di cercare un posto.

In una famiglia privata, ci sono diverse opzioni:

  • installazione in casa;
  • installazione sul muro esterno della casa;
  • installazione sul supporto.

Sebbene queste opzioni di installazione siano prese dall'EMP, dice anche che "i contatori devono essere installati in un luogo asciutto, non angusto per il lavoro e con una temperatura in inverno non inferiore a 0". È consentito collegare un contatore elettrico trifase in armadi ermetici sulla parete esterna della casa o sul supporto. L'installazione corretta dello schema presuppone che nel periodo invernale debba essere fornito il riscaldamento a temperatura positiva, a spese del consumatore.

Spesso, l'organizzazione fornitrice di energia insiste a installarla al di fuori della casa, sostenendo che fornisce accesso gratuito ai propri dipendenti per le letture, ma in tal caso uno di questi strumenti non è in alcun modo protetto da persone non autorizzate, piccoli teppisti e vandali.

Quando si utilizza un contatore elettronico moderno, è possibile effettuare le letture a distanza, attraverso appropriati mezzi di comunicazione. Pertanto, l'accesso diretto al dispositivo di misurazione può essere richiesto solo al fine di verificare l'integrità del sigillo.

Per l'integrità del dispositivo di misurazione (contatore) tutte le responsabilità sono a carico del consumatore. Se l'organizzazione fornitrice di energia insiste su un'installazione esterna, allora è possibile richiederla per stipulare un contratto sulla divisione delle responsabilità, altrimenti se il contatore è danneggiato da vandali, il consumatore riparerà l'attrezzatura danneggiata a proprie spese e pagherà la multa.

La figura mostra l'armadietto di misurazione dell'elettricità per l'installazione nella stanza.

Armadietto di misura dell'elettricità

Il quadro di misurazione può essere combinato con un armadio per l'installazione di interruttori di sicurezza. Sarà corretto utilizzare un quadro elettrico con l'installazione di un contatore, tutti gli interruttori automatici e differenziali e EIN.

La moderna elettronica di consumo (incluso il misuratore) è molto sensibile alla sovratensione a breve termine a impulsi. Per proteggere gli elettrodomestici e la rete, è possibile includere nel circuito un soppressore di picchi di tensione (OIN). La tensione di impulso può verificarsi da un fulmine a una linea, da carichi di commutazione, ad esempio, accendendo / spegnendo motori potenti, ecc. Ecco perché si consiglia di installare SPE come un efficace mezzo di protezione.

Quando viene installato un contatore diretto, viene installato un dispositivo di disconnessione di input, uno switch per pacchetti che consente di scollegarlo per la sostituzione. Spesso i tecnici di potenza sigillano anche questo dispositivo per evitare la disconnessione non autorizzata da parte del consumatore attraverso di esso.

Se l'armadio è installato in casa, deve anche essere bloccato saldamente per impedire l'accesso gratuito, soprattutto per i bambini. SPE consente di ottenere questo risultato.

Connection. video

Come collegare il contatore e scudo con le tue mani, puoi imparare da questo video.

L'installazione del misuratore non è un'operazione molto complicata, ma è più razionale che sia stata eseguita da dipendenti di un'organizzazione di approvvigionamento energetico o specialisti certificati per svolgere questo lavoro.

Schemi di collegamento, selezione e installazione di misuratori a tre fasi

Contatore correttamente selezionato - l'assistente principale nell'economia. Per fare la scelta giusta al momento dell'acquisto, la prima cosa che devi decidere - monofase o trifase. Ma come si differenziano, come viene eseguita l'installazione e quali sono i pro e i contro di ciascuno di essi?

In una parola - monofase sono adatti per una rete con una tensione di 220 V e trifase - a una tensione di 380 V. Il primo di essi, monofase, è ben noto a tutti, poiché sono installati in appartamenti, uffici e garage privati. Ma la trifase, che nella maggior parte dei casi veniva utilizzata nelle imprese, viene sempre più spesso utilizzata in case private o di campagna. La ragione di questo è stato l'aumento del numero di elettrodomestici che richiedono maggiore potenza.

La via d'uscita è stata trovata nell'elettrificazione di case con prese di corrente trifase, e per misurare l'energia ricevuta, hanno rilasciato molti modelli di misuratori trifase dotati di funzioni utili. Capiremo tutto in ordine.

Il contatore trifase della potenza elettrica differisce dalla monofase

I misuratori monofase misurano l'elettricità in reti AC a due fili con una tensione di 220V. A trifase - in reti di corrente alternata trifase (a 3 e 4 fili) con una frequenza nominale di 50 Hz.

L'alimentazione monofase viene spesso utilizzata per l'elettrificazione del settore privato, delle aree residenziali delle città, degli uffici e dei locali amministrativi, in cui il consumo di energia è di circa 10 kW. Di conseguenza, in questo caso, la misurazione dell'elettricità viene effettuata utilizzando misuratori monofase, un grande vantaggio dei quali è la semplicità della loro progettazione e installazione, nonché facilità d'uso (rimozione di fase e letture).

Ma le realtà moderne sono tali che negli ultimi due decenni il numero di apparecchi elettrici e la loro potenza sono aumentati in modo significativo. Per questo motivo, non solo le imprese, ma anche gli immobili residenziali, in particolare nel settore privato, sono collegati alla corrente trifase. Ma in realtà consuma più energia? Secondo le condizioni tecniche per la connessione, risulta che la potenza delle reti trifase e monofase è quasi uguale, rispettivamente, a 15 kW e 10-15 kW.

Il vantaggio principale è la capacità di collegare direttamente apparecchi elettrici trifase, come riscaldatori, caldaie elettriche, motori asincroni, potenti stufe elettriche. Più precisamente, ci sono due vantaggi contemporaneamente. Il primo è che con l'alimentazione trifase, questi dispositivi funzionano con parametri di qualità più elevata, il secondo è che non esiste uno "sbilanciamento di fase" con l'uso simultaneo di più potenti ricevitori elettrici, poiché è sempre possibile collegare apparecchi elettrici ad una fase che è esente da cedimenti attraverso "bias".

La presenza o l'assenza di un filo neutro determina quale contatore dovrà essere installato: a tre fili in assenza di uno "zero" e, se presente, a quattro fili. Per questo, c'è una corrispondente designazione speciale nella sua marcatura - 3 o 4. Inoltre, i metri di connessione diretta e di trasformatore sono isolati (con correnti aventi 100A o più per fase).

Per avere un'idea più chiara dei vantaggi dei misuratori monofase e trifase uno di fronte all'altro, è necessario confrontare i loro vantaggi e svantaggi.

Per cominciare, ciò che perde la monofase trifase:

  • un sacco di problemi in connessione con il permesso obbligatorio per stabilire un contatore e la probabilità di fallimento
  • Dimensioni. Se in precedenza si è utilizzata la potenza monofase con lo stesso contatore, è necessario occuparsi della posizione per stabilire lo schermo di induzione e il contatore trifase stesso.

I vantaggi di una prestazione a tre fasi

Guarda un video sui vantaggi di una rete trifase:

Elenchiamo i vantaggi di questo tipo di misuratore:

  • Risparmiamo Molti contatori trifase sono forniti con tariffe, come ad esempio il giorno e la notte. Ciò consente di utilizzare fino al 50% di energia in meno dalle 23:00 alle 7:00 rispetto a un carico simile, ma durante il giorno.

  • Possibilità di selezionare un modello che corrisponde a desideri specifici per la classe di precisione. A seconda che il modello acquistato sia destinato all'uso in un'area residenziale o aziendale, sono presenti articoli con un errore compreso tra lo 0,2 e il 2,5%;

  • Il registro eventi consente di annotare le variazioni relative alla dinamica della tensione, dell'energia attiva e reattiva e trasmetterle direttamente a un computer oa un centro di comunicazione appropriato;

  • Presenza del modem elettrico integrato con l'ausilio del quale gli indicatori vengono esportati tramite la rete elettrica.
  • Tipi di misuratori trifase

    Ci sono solo tre tipi di misuratori trifase.

    1. I misuratori Direct-on, che come quelli monofase, sono collegati direttamente a una rete da 220 o 380 V. Hanno una capacità di portata fino a 60 kW, un livello di corrente massimo non superiore a 100 A e prevedono anche il collegamento di fili di sezione ridotta di circa 15 mm2 (fino a 25 mm2)

  • I misuratori semi-indiretti richiedono la connessione tramite trasformatori, quindi adatti per reti di potenza più elevata. Prima di pagare l'energia consumata, devi solo moltiplicare la differenza delle letture del contatore (presente con le precedenti) per il rapporto di trasformazione.

  • Contatori di inclusione indiretti. Sono collegati esclusivamente tramite trasformatori di tensione e corrente. Solitamente installato in grandi aziende, come progettato per la contabilità energetica per le connessioni ad alta tensione.

    Quando si tratta di installare uno di questi contatori, ci possono essere lieti difficoltà associate alla loro connessione. Dopotutto, se esiste uno schema universale per misuratori monofase, per la trifase sono disponibili più schemi di connessione per ogni tipo. Ora affrontiamo questo chiaramente.

    Dispositivi diretti o inclusione diretta

    Lo schema di connessione di questo strumento è in gran parte (soprattutto in termini di facilità di implementazione) simile allo schema di installazione di un misuratore monofase. È elencato nella scheda tecnica, così come sul retro della copertina. La condizione principale per la connessione è l'aderenza rigorosa all'ordine di collegare i fili in base al colore indicato nello schema e il numero dispari dei fili corrisponde all'input, e numeri pari - al carico.

    Procedura di cablaggio (indicata da sinistra a destra):

    1. filo 1: giallo - ingresso, fase A
    2. filo 2: giallo - uscita, fase A
    3. filo 3: verde - ingresso, fase B
    4. filo 4: verde - ingresso, fase B
    5. filo 5: rosso - ingresso, fase C
    6. filo 6: rosso - uscita, fase C
    7. filo 7: blu - zero, ingresso
    8. filo 8: blu - zero, uscita

    Contatori semi-indiretti

    Questa connessione è realizzata tramite trasformatori di corrente. Ci sono un gran numero di schemi per questa inclusione, ma i più comuni sono:

    • Lo schema di connessione a dieci fili è il più semplice e quindi il più popolare. Per il collegamento, è necessario osservare l'ordine di 11 fili da destra a sinistra: la prima trifase A, la seconda trifase B, 7-9 per la fase C, 10 - neutro.
    • Connessione attraverso la morsettiera: è più complicata della prima. La connessione viene eseguita mediante blocchi di prova;
    • La connessione "a stella", come la precedente, è piuttosto complicata, ma richiede meno fili. Innanzitutto, le prime uscite unipolari dell'avvolgimento secondario vengono raccolte in un punto comune e le successive tre delle altre prese sono dirette al contatore, inoltre sono collegati gli avvolgimenti di corrente.

    Contatori di potenza indiretti

    Tali contatori per locali residenziali non sono installati, sono destinati all'uso in imprese industriali. La responsabilità per l'installazione è a carico di elettricisti qualificati.

    Quale dispositivo scegliere?

    Sebbene il più delle volte chi vuole installare un misuratore sia letteralmente informato su quale modello sia necessario per questo ed è molto problematico concordare sulla sua sostituzione, indipendentemente dall'evidente incongruenza con i requisiti, vale comunque la pena di imparare le basi dei criteri che un contatore trifase deve soddisfare nelle sue caratteristiche.

    La selezione del contatore inizia con la domanda della sua connessione - attraverso un trasformatore o direttamente nella rete, che può essere determinata dalla corrente massima. I misuratori live hanno correnti dell'ordine di 5-60 / 10-100 ampere e semi-indiretti - 5-7.5 / 5-10 ampere. Rigorosamente secondo queste indicazioni, viene selezionato anche il contatore - se la corrente è 5-7,5 A, allora il contatore dovrebbe essere simile, ma non 5-10A, per esempio.

    In secondo luogo, richiamiamo l'attenzione sulla presenza del profilo di potenza e della tariffa interna. Cosa dà questo? La tariffa consente al contatore di regolare le transizioni tariffarie, di fissare il programma di carico per qualsiasi periodo di tempo. E il profilo acquisisce, registra e salva i valori di potenza per un periodo di tempo.

    Per chiarezza, consideriamo le caratteristiche di un contatore trifase sull'esempio del suo modello multi-tariffario:

    La classe di precisione è definita in valori compresi tra 0,2 e 2,5. Maggiore è questo valore, maggiore è la percentuale di errore. Per i locali residenziali il più ottimale è la classe 2.

    • valore nominale della frequenza: 50Hz
    • valore nominale di tensione: V, 3x220 / 380, 3x100 e altri

    Se, quando si utilizza un trasformatore di misura, la tensione secondaria è 100 V, è necessario un metro della stessa classe di tensione (100 V) e un trasformatore
    il valore della potenza totale assorbita dalla tensione: 5 VA e la potenza attiva - 2W

    • corrente nominale massima: A, 5-10, 5-50, 5-100
    • valore massimo della potenza totale assorbita dalla corrente: fino a 0,2 VA
    • inclusione: trasformatore e diretto
    • registrazione e contabilità di energia attiva

    Inoltre, l'importante gamma di indicatori di temperatura: più è ampia, meglio è. I valori medi vanno da meno 20 a oltre 50 gradi.

    Si dovrebbe anche prestare attenzione alla durata di servizio (a seconda del modello e della qualità del contatore, ma in media sono 20-40 anni) e dell'intervallo di intertesting (5-10 anni).

    Un grande vantaggio sarà la presenza di un modem elettrico integrato, con l'aiuto del quale vengono esportati gli indicatori per la rete elettrica. E il registro eventi consente di annotare le variazioni relative alla dinamica della tensione, dell'energia attiva e reattiva e trasmetterle direttamente a un computer oa un centro di comunicazione appropriato.

    E soprattutto. Dopo tutto, scegliendo un contatore, pensiamo innanzitutto al risparmio. Quindi, per risparmiare davvero sull'elettricità, dovresti prestare attenzione alla disponibilità delle tariffe. Su questa base, i contatori sono uno, due e multi-tariffa.

    Ad esempio, dvuhtarifnye sono in una combinazione di posizioni "giorno-notte", continuamente in sostituzione a vicenda in base al programma "7 am -11 night; 11 notti -7 del mattino ", rispettivamente. Il costo dell'elettricità alla tariffa notturna è inferiore del 50% rispetto alla tariffa diurna, quindi è logico utilizzare apparecchi che richiedono molta energia (forni elettrici, lavatrici, lavastoviglie, ecc.) Di notte.

    Consigli pratici su come collegare un contatore elettrico trifase

    La connessione di un contatore di questo tipo viene effettuata tramite un interruttore di ingresso di tipo trifase (contenente tre o quattro contatti). Vale la pena notare che la sostituzione con tre unipolari è severamente vietata. La commutazione dei fili di fase negli interruttori trifase dovrebbe avvenire simultaneamente.

    Nel misuratore trifase il cablaggio è il più semplice possibile. Quindi, i primi due fili - l'ingresso e l'uscita della prima fase, rispettivamente, allo stesso modo - il terzo e il quarto filo corrispondono all'ingresso e all'uscita del secondo e il quinto e il sesto - all'ingresso e all'uscita della terza fase. Il settimo filo corrisponde all'ingresso del conduttore neutro e l'ottavo all'uscita del filo neutro al consumatore di energia nei locali.

    La messa a terra viene solitamente assegnata in un blocco separato e realizzata sotto forma di un filo PEN o PE. L'opzione migliore se c'è una divisione in due fili.

    Ora, passo dopo passo, analizza l'installazione del contatore. Supponiamo che sia necessario sostituire la connessione diretta del contatore trifase.

    Per cominciare, determineremo il motivo della sostituzione e il momento della sua implementazione.

    Successivamente, è necessario rimuovere la tensione cambiando la posizione dell'interruttore sull'interruttore automatico.

    Facendo in modo che le fasi vengano rimosse, smontiamo il vecchio contatore elettrico.

    Le difficoltà che possono sorgere quando si installa un nuovo contatore sono legate al modo in cui sono diversi i produttori e i modelli dei contatori vecchi e nuovi, e con essi le loro forme e dimensioni.

    Effettuiamo un montaggio preliminare del nuovo contatore, inserendolo nel perimetro di contatto tra la superficie (parete) del supporto e il corpo del misuratore stesso. È importante che i fori di montaggio laterali di entrambi coincidano.

    Se il controllo preliminare mostrava alcune incongruenze, fissale aggiungendo fori di montaggio adeguati, estendi i fili se i terminali del nuovo contatore erano posizionati un po 'più avanti, ecc.

    Ora, quando tutto converge, iniziamo la connessione. La sequenza di connessione è la seguente (da sinistra a destra): il primo filo è fase A (ingresso), il secondo è il suo output; il terzo è l'ingresso e il quarto è l'uscita della fase B; allo stesso modo - il 5 ° e il 6 ° filo, corrispondenti all'ingresso e all'uscita della fase C, gli ultimi due - l'ingresso e l'uscita del conduttore neutro.

    L'ulteriore installazione del misuratore avviene secondo le istruzioni ad esso allegate.

    Tra le misure precauzionali, che, nonostante la gravità delle conseguenze, dovrebbero essere rigorosamente rispettate, il posto principale è il tabù su qualsiasi tipo di iniziativa - la creazione di ponti non intenzionali; azioni che possono interrompere il normale contatto, ecc. Prestare attenzione per garantire che i cavi siano ben tesi.

    Va ricordato che la connessione del misuratore può essere effettuata solo da un elettricista qualificato che ha il permesso di svolgere tale lavoro. Al termine dell'installazione, lo strumento sarà sigillato da uno specialista.

    Video sulla pratica del collegamento di un misuratore trifase

    In conclusione - sui punti principali

    • Il vantaggio dei misuratori monofase è la semplicità della loro progettazione e installazione, nonché la facilità d'uso (rimozione di fase e letture)
    • Ma quelli a tre fasi hanno la massima accuratezza delle letture, sebbene siano più complicati, abbiano grandi dimensioni e richiedano input trifase.
    • Consentire di salvare. Grazie alle tariffe, come il giorno e la notte, dalle 23:00 alle 7:00 puoi risparmiare fino al 50% di energia in meno rispetto a un carico simile, ma durante il giorno.
    • La possibilità di selezionare la classe di precisione. A seconda che il modello acquistato sia destinato all'uso in un'area residenziale o aziendale, ci sono articoli con un errore compreso tra lo 0,2 e il 2,5%
    • Il registro eventi consente di annotare le variazioni relative alla dinamica della tensione, dell'energia attiva e reattiva e trasmetterle direttamente a un computer oa un centro di comunicazione appropriato.
    • Presenza del modem elettrico integrato con l'ausilio del quale gli indicatori vengono esportati tramite la rete elettrica.

    Schemi elettrici tipici per un contatore elettrico trifase

    Fase preliminare

    Il collegamento di un contatore elettrico (ES) è la fase finale del lavoro elettrico. Prima di installare un ES trifase, è necessario prima avere uno schema elettrico. Il dispositivo deve essere controllato per la presenza di guarnizioni sulle viti dell'involucro. Su questi sigilli deve essere indicato l'anno e il quarto dell'ultima ispezione e il sigillo del verificatore.

    Quando si collegano i cavi ai terminali è meglio fare uno stock di 70-80 mm. In futuro, tale misura consentirà di misurare il consumo / la corrente elettrica e il ricablaggio se il circuito è stato assemblato in modo errato.

    Ogni cavo deve essere bloccato nella scatola morsetti con due viti (nella foto sotto possono essere chiaramente visibili). La vite superiore è stata stretta prima. Prima di stringere il fondo è necessario assicurarsi che il filo superiore sia bloccato, dopo averlo precedentemente premuto. Se si utilizza il filo a trefolo quando si collega lo strumento, è necessario premerlo con le punte.

    Figura 1 - TC Mercury 231

    Successivamente verranno considerati schemi tipici per la connessione di un contatore trifase alla rete.

    Inclusione diretta (diretta)

    Questo è lo schema di installazione più semplice. Quando il veicolo viene acceso direttamente, è collegato alla rete senza misurare i trasformatori (Figura 2). Molto spesso, questo metodo di installazione viene utilizzato nelle reti domestiche per la misurazione dell'elettricità, dove sono presenti potenti impianti con una corrente nominale da 5 a 50 A, a seconda del tipo di cablaggio (da 4 a 100 mm2). La tensione di esercizio qui è di solito 380 V. Quando si collega il filo a un misuratore trifase, è necessario osservare l'ordine dei colori: 1a fase A dovrebbe essere sul filo giallo, fase B - su verde, C - su rosso. Il filo neutro N deve essere blu e il PE di messa a terra deve essere giallo-verde. Per proteggere dai sovraccarichi all'ingresso sono installate macchine.

    Figura 2 - Inclusione diretta del veicolo nella rete

    Connessione monofase

    Prima di descrivere questo schema di collegamento del contatore alla rete 380 V, è necessario fornire una breve descrizione delle differenze tra la tensione trifase e la tensione monofase. In entrambi i tipi viene utilizzato un conduttore neutro N. La differenza di potenziale tra ogni filo di fase e lo zero è di 220 V, e in relazione a queste fasi tra loro - 380 V. Questa differenza è dovuta al fatto che le oscillazioni su ciascun filo sono spostate di 120 gradi (Figure 3 e 4).

    Figura 3 - Fluttuazioni di tensione

    Figura 4 - Distribuzione della tensione di fase

    La tensione monofase viene utilizzata nelle case private, nel paese e nei garage. In tali luoghi, il consumo energetico raramente supera i 10 kW. Consente inoltre l'uso di fili più economici con una sezione trasversale di 4 mm.kv., in quanto il consumo di corrente è limitato a 40 A.

    Se il consumo di energia nella rete supera i 15 kW, l'uso di 3 fili di fase è obbligatorio anche se non vi sono consumatori trifase, in particolare motori elettrici. In questo caso, il carico viene distribuito sulle fasi, il che consente di ridurre il carico se viene prelevata la stessa potenza da una fase. Pertanto, negli uffici e nei negozi, di norma, usano esattamente la potenza trifase.

    Lo schema della connessione di un misuratore trifase a una rete monofase (OS) non è comune come in questi casi, vengono utilizzati misuratori monofase. Nella maggior parte dei casi, il circuito è simile allo schema di cablaggio diretto, ma le fasi 2 e 3 non sono collegate (la connessione avviene su una fase). Inoltre, dopo l'installazione, potrebbero sorgere problemi con le organizzazioni fidate.

    Per quanto riguarda i possibili problemi legati al funzionamento dei contatori elettrici trifase quando ci si connette a una rete a due fili, è possibile guardare questo video:

    Connessione tramite trasformatori di corrente

    La corrente massima del contatore elettrico, di norma, è limitata a 100 A, pertanto è impossibile utilizzarli in impianti elettrici ad alta potenza. In questo caso, la connessione alla rete trifase non è diretta, ma attraverso i trasformatori. Consente inoltre di estendere il campo di misurazione dei dispositivi di misurazione per corrente e tensione. Tuttavia, il compito principale dei trasformatori di ingresso è di ridurre le correnti primarie e le tensioni a valori di sicurezza per ES e relè di protezione.

    Polukosvennoe

    Quando si collega lo strumento attraverso un trasformatore, è necessario monitorare la polarità dell'inizio e della fine degli avvolgimenti del trasformatore di corrente, sia primaria (L1, L2) che secondaria (I1, I2). Allo stesso modo, è necessario monitorare la polarità quando si utilizza un trasformatore di tensione. Il punto comune degli avvolgimenti secondari dei trasformatori deve essere collegato a terra.

    Assegnazione dei contatti del trasformatore di corrente:

    • L1 - input phase (power) line.
    • L2 - uscita della linea di fase (carico).
    • I1 - ingresso di misura di avvolgimento.
    • I2 - uscita di avvolgimento di misura.

    Figura 5 - Connessione a dieci fili via TT

    Questo tipo di inclusione di un contatore elettrico in una rete a 380 volt consente di separare i circuiti di corrente e tensione, aumentando la sicurezza elettrica. Lo svantaggio di questa connessione elettrica trifase del contatore è il numero elevato di cavi necessari per collegare l'ES.

    stella

    Questo tipo di connessione del contatore elettrico con messa a terra sulla rete a 380 V richiede meno fili. La connessione a stella si ottiene combinando l'uscita I2 di tutti gli avvolgimenti CT in un punto comune e collegandosi al filo neutro (Figura 6).

    Figura 6 - Accendere i trasformatori "stella"

    Lo svantaggio di questo metodo di collegamento di un contatore elettrico a una rete a 380 volt è la mancanza di visibilità dello schema elettrico, che può complicare il test di inclusione per i rappresentanti delle società di alimentazione.

    indiretto

    Tale schema di connessione del contatore trifase viene utilizzato nelle connessioni ad alta tensione. Questo tipo di connessione indiretta viene utilizzato nella maggior parte dei casi solo nelle grandi imprese e viene fornito solo per familiarizzazione (Figura 7).

    Figura 7 - Inclusione indiretta

    In questo caso non vengono utilizzati solo trasformatori di corrente ad alta tensione, ma anche trasformatori di tensione. Per una connessione trifase, è necessario mettere a terra il punto comune dei trasformatori di corrente e tensione. Per ridurre al minimo gli errori di misura se è presente uno squilibrio di tensione di fase, è necessario che il conduttore neutro della rete sia collegato al terminale di zero del misuratore.

    Infine, ti consigliamo di guardare un altro video utile sull'argomento:

    I circuiti elettrici proposti sono tipici. In caso di necessità, lo schema di connessione del contatore può essere sempre visualizzato sul passaporto della ES. Speriamo che l'informazione sia stata interessante e utile per te!

    Caratteristiche di uno schema di connessione del contatore trifase

    Il contatore elettrico correttamente selezionato aiuterà il proprietario della casa a risparmiare sulle bollette. Per non essere confusi con la scelta, prima di tutto è necessario scoprire quale dispositivo è adatto a seconda della rete elettrica fornita alla casa - trifase o monofase, e qual è la differenza tra tali dispositivi, come sono installati e quali sono i loro vantaggi e svantaggi?

    Se consideriamo un dispositivo di misurazione dell'elettricità monofase, viene utilizzato in reti la cui tensione corrisponde a 220V. A sua volta, l'analogo trifase è collegato alla rete elettrica con una tensione di 380V. In questo caso, il primo tipo di contatori è familiare a ogni proprietario di abitazione, in quanto viene utilizzato in appartamenti, edifici per uffici, box per garage e altri edifici simili.

    I dispositivi di controllo trifase sono stati utilizzati solo per un certo periodo di tempo presso le imprese, ma sempre più spesso possono essere trovati anche nelle case private. Ciò è stato facilitato dall'apparizione di molti elettrodomestici che richiedono energia aggiuntiva. A tal fine, case e appartamenti hanno iniziato a collegare alla rete elettrica trifase il controllo dell'energia fornita attraverso il quale dovrebbero essere effettuati dispositivi speciali per la misurazione dell'energia elettrica consumata.

    Il principio di funzionamento dei misuratori trifase

    Un dispositivo di misurazione dell'elettricità trifase differisce da un analogo monofase nella capacità di operare in reti sufficientemente potenti. Se i contatori elettrici standard da 220 V sono installati in un circuito elettrico con una potenza non superiore a 10 kW, i dispositivi trifase funzionano con carichi di potenza di 15 kW e molto altro. Tali dispositivi multifunzione funzionano egualmente bene in una rete domestica standard e controllano il consumo di energia dei motori elettrici trifase. In questo caso, i dispositivi di controllo standard di questo tipo sono costituiti dalle seguenti parti strutturali:

    • avvolgimento conduttivo;
    • avvolgimento di tensione;
    • il meccanismo a vite senza fine che guida il quadrante;
    • disco e magnete in alluminio.

    I dispositivi di misurazione dell'energia di induzione standard utilizzati nella rete a 380V, come il "Mercury", sono dotati di custodie in plastica che proteggono tutti i meccanismi dall'ingresso di umidità o da vari tipi di contaminanti. All'interno del case ci sono 2 anime attorno a una delle quali viene avvolto un avvolgimento di corrente, che è collegato in parallelo alla rete. A sua volta, un avvolgimento di tensione viene avvolto attorno a un altro elemento, le cui spire hanno un diametro maggiore rispetto all'imposta corrente. Nel mezzo tra le bobine nello spazio formato, c'è un disco di alluminio, la cui rotazione avviene attraverso i campi creati dagli avvolgimenti.

    Per fornire una dimostrazione di indicazioni, un meccanismo di tipo a vite si trova nel misuratore attraverso il quale una freccia meccanica o un tabellone elettronico è collegato per visualizzare i dati. A sua volta, il magnete è progettato per regolare il funzionamento del dispositivo di controllo. Tutti i conduttori di avvolgimento sono collegati ai contatti del terminale del dispositivo di misurazione e vengono inviati alla fase. Per evitare interferenze con il lavoro del contatore elettrico da parte del consumatore, le uscite sono sigillate dai rappresentanti della società fornitrice di energia elettrica.

    Una regola importante per l'acquisto di qualsiasi tipo di dispositivo di monitoraggio del consumo di energia elettrica è la verifica obbligatoria della presenza sul dispositivo di tutte le necessarie guarnizioni installate presso lo stabilimento del produttore. Se tali elementi di sicurezza non vengono rilevati, lo strumento non è adatto all'uso per lo scopo previsto e la sua installazione non ha alcun significato pratico.

    Tipi di schemi di connessione

    Innanzitutto, la scelta di uno schema di connessione adatto per un contatore elettrico a 380 V dipende dal tipo di dispositivo di controllo. Va notato che i misuratori trifase sono in grado di funzionare in reti elettriche standard da 220V. Allo stesso tempo, tutti i dispositivi di misurazione dell'elettricità per uso domestico differiscono nei seguenti schemi di connessione:

    • dispositivi di misurazione con inclusione diretta;
    • contatori elettrici con tipo di collegamento semi-indiretto;
    • dispositivi di controllo con tipo indiretto di inclusione.

    Il dispositivo del tipo a flusso diretto di misurazione del consumo energetico è progettato per passare correnti non superiori a 100 A. Per questo motivo, l'uso di tale dispositivo è limitato in potenza, che non è superiore a 60 kW. I contatti terminali di tali contatori elettrici e i fori di cablaggio sono progettati per il collegamento di fili di piccola sezione. Nella maggior parte dei casi, questo cablaggio, la cui sezione trasversale varia da 16 a 25 mm quadrati. I dispositivi di inclusione diretta hanno uno schema elettrico standard, indicato sul retro del coperchio del contatore elettrico, che non crea particolari difficoltà.

    Contatori trifase con connessione semi-diretta

    Contatori elettrici "Mercury" con un principio di collegamento semi-diretto sono inclusi nella rete AC 380V attraverso un trasformatore. Ciò consente di effettuare misurazioni dell'elettricità con un'elevata potenza di rete. Nel processo di calcolo delle risorse utilizzate, il rapporto di trasformazione viene necessariamente preso in considerazione. Ad oggi, ci sono molti schemi con inclusione semi-indiretta, i più popolari dei quali sono le seguenti opzioni:

    • circuito di connessione del trasformatore secondo il principio "stella";
    • collegamento a dieci fili;
    • schema elettrico con morsettiere di prova;
    • combinando i circuiti di corrente e tensione.

    Considerando le carenze dello schema con una connessione semi-indiretta, vorrei rilevare la difficoltà di effettuare ispezioni programmate da parte delle autorità di controllo delle vendite di energia.

    Connessione diretta del dispositivo trifase

    Il metodo di connessione più semplice, che assomiglia all'installazione standard di un misuratore monofase, è l'attivazione diretta di un dispositivo di monitoraggio del consumo di elettricità. La caratteristica principale di tali dispositivi è la presenza di un numero maggiore di contatti terminali rispetto alle controparti monofase. A sua volta, il processo di installazione del dispositivo trifase "Mercurio" consiste in una determinata sequenza di azioni.

    1. I conduttori di derivazione sono spelati di isolamento e collegati ad un interruttore di protezione di tipo trifase.
    2. Immediatamente dopo il collegamento automatico, i conduttori di fase sono collegati nella quantità di 3 pezzi. per accoppiare i contatti dei terminali a partire dal lato destro del dispositivo. Di conseguenza, il cablaggio di fase viene eseguito da morsetti a numero dispari.
    3. La connessione del conduttore neutro viene eseguita rispettivamente ai due pin rimanenti 7 e 8.
    4. Immediatamente dietro il contatore elettrico sono montati interruttori tripolari.
    5. Le apparecchiature domestiche standard possono essere collegate al misuratore "Mercury". A tale scopo, è necessario eseguire un prelievo automatico unipolare da qualsiasi conduttore di fase e, ovviamente, dal terminale zero.

    Se è pianificata l'installazione di più utenti monofase, questi devono essere distribuiti uniformemente, per i quali sono collegati tramite macchine automatiche con conduttori di fase diversi prelevati immediatamente dopo il contatore.

    Modo indiretto per collegare i contatori

    Se i parametri dei carichi consumati di tutti i dispositivi superano i valori nominali della corrente che passa attraverso il contatore elettrico, viene inoltre eseguita l'installazione di un trasformatore di corrente di isolamento. L'installazione di un tale dispositivo viene eseguita nella rottura del filo che porta corrente.

    Sul trasformatore di corrente ci sono due avvolgimenti principali. Il circuito primario è costituito da un potente bus conduttivo che passa attraverso il centro del dispositivo e si collega al divario dei consumatori di energia elettrica. A sua volta, sull'avvolgimento secondario ci sono molti più giri di fili, ma di sezione più piccola. La connessione di questo avvolgimento viene effettuata direttamente sul dispositivo di misurazione per l'elettricità consumata.

    Questo metodo è molto più difficile dall'opzione diretta e richiede determinate abilità dalla persona. Pertanto, se una persona non ha fiducia nei talenti dell'elettricista quando un contatore elettrico trifase è collegato tramite un trasformatore, è consigliabile pensare di chiamare uno specialista. In altre situazioni, questo problema è abbastanza risolvibile.

    1. Tre trasformatori sono collegati per ogni singolo filo. Sono montati sul retro dell'armadietto d'ingresso. Il collegamento degli avvolgimenti primari viene effettuato immediatamente dopo l'introduzione dell'interruttore nello spazio dei conduttori di alimentazione di fase. L'installazione di un contatore trifase viene eseguita anche in un armadietto.
    2. Un conduttore con un diametro di 1,5 mm² è collegato al conduttore di fase prima del trasformatore, l'estremità libera è collegata al secondo terminale del contatore.
    3. Per analogia, i 2 rimanenti trasformatori sono collegati ai corrispondenti conduttori di fase sul contatore elettrico "Mercury" ai contatti del terminale 5 e 8.
    4. Dall'avvolgimento secondario del trasformatore, i conduttori con una sezione trasversale di 1,5 mm² sono collegati ai piedini 1 e 3 del terminale. È molto importante osservare la corretta fasatura degli avvolgimenti. In caso contrario, le letture del monitor del consumo elettrico saranno errate.
    5. Per analogia, gli avvolgimenti rimanenti dei trasformatori sono collegati ai contatti corrispondenti sul contatore.
    6. Il restante 10 ° contatto del morsetto serve per il collegamento di un bus di terra neutro.

    Tuttavia, considerando i contatori con commutazione indiretta, vorrei sottolineare che sono spesso utilizzati per tenere conto del consumo di corrente elettrica nelle reti ad alta tensione ad alta potenza, e non per scopi domestici.

    La giusta scelta del misuratore trifase

    Quando si sceglie un contatore elettrico trifase, è importante basarsi sull'affidabilità della precisione e della durata del dispositivo - i criteri principali di un apparecchio di alta qualità per misurare il consumo di elettricità. A questo proposito, i contatori "Mercury", che sono prodotti sia con l'accensione tramite un trasformatore, sia direttamente, si sono dimostrati eccellenti.

    Il produttore presenta una linea di dispositivi di bilancio con un sistema di controllo elettromeccanico per l'elettricità, oltre a contatori funzionali con una tariffa interna in grado di tenere traccia di diverse tariffe contemporaneamente. I contatori moderni "Mercury" sono dotati di auto-diagnostica e la possibilità di connettersi a un personal computer. Tutti i dispositivi hanno sigilli elettronici e hanno una lunga durata di servizio fino a 16 anni. Anche i moderni dispositivi di controllo "Mercury" hanno le seguenti caratteristiche:

    • misura del tipo di energia attiva;
    • contabilità tipo energia reattiva;
    • possibilità di controllare fino a 4 diverse tariffe;
    • presenza di una funzione, registrazione di eventi;
    • controllo di qualità dell'energia elettrica;
    • interfacce aggiuntive.

    L'importanza del risparmio energetico è chiara a tutti, ei contatori trifase soddisfano pienamente i compiti loro assegnati. Nei nuovi dispositivi è disponibile una funzione per l'impostazione di programmi, modalità operative specifiche. Se durante il giorno la tariffa è a un prezzo, e di notte a un altro costo, allora il dispositivo di controllo dell'elettricità moderna registra automaticamente.

    Naturalmente, basta scegliere un contatore trifase di alta qualità, lontano da abbastanza. Ogni proprietario in buona fede deve comprendere i vari schemi per il collegamento di tali dispositivi. Dopo tutto, tutti sanno che un contatore elettrico collegato in modo errato a una rete CA trifase mostra dati errati e non può parlare di alcun risparmio.

    Collegamento di un contatore trifase in una casa privata

    Pagina iniziale »Impianto elettrico» Come collegare lo strumento da soli: monofase e trifase

    Come collegare il misuratore da soli: monofase e trifase

    La messa in servizio o la ricostruzione del cablaggio elettrico in una casa o in un appartamento raramente avviene senza l'installazione o la sostituzione di un contatore elettrico. Secondo gli standard, solo le persone appositamente addestrate che hanno il permesso di lavorare in reti con tensione fino a 1000 V possono eseguire il lavoro, ma è possibile installare tutti gli elementi, collegare lo strumento al carico (apparecchi elettrici), senza collegare l'alimentazione, da soli. Dopo è necessario chiamare un rappresentante dell'organizzazione di fornitura di energia per testare, sigillare e avviare il sistema.

    Una delle varianti di casi per il contatore

    Collegamento dello strumento: regole e requisiti di base

    Precisamente tutti i requisiti sono enunciati nell'EMP e le regole di base sono:

    • Deve essere installato con protezione dall'esposizione alle condizioni atmosferiche. Tradizionalmente montato in scatole speciali (scatole) di plastica non combustibile. Per l'installazione sulla strada, le scatole devono essere sigillate e devono fornire la possibilità di controllare le letture (avere vetro di fronte al display).
    • È fissato ad un'altezza di 0,8-1,7 m.
    • Il contatore è collegato con fili di rame, la sezione corrispondente al carico di corrente massimo (disponibile in condizioni tecniche). La sezione minima per collegare un contatore è di 2,5 mm 2 (per una rete monofase è 25 A, che è molto piccola oggi).
    • I conduttori sono usati isolati, senza colpi di scena e rami.
    • Con una rete monofase, la data di verifica dello stato del contatore non è più vecchia di 2 anni, con una rete trifase - un anno.

    Il sito di installazione del contatore nei condomini è regolato dal progetto. Il contatore può essere installato sul pianerottolo o nell'appartamento - nel pannello. Se collocato in un appartamento, di solito è vicino alla porta.

    Set completo di una guardia d'ingresso

    In una casa privata, anche diverse opzioni. Se il pilastro è nel cortile, puoi posizionare il contatore sul palo, ma è meglio in casa. Se, secondo i requisiti dell'organizzazione di fornitura di energia, dovrebbe essere situato sulla strada, metterlo sul lato anteriore della casa in una scatola ermetica. Le macchine automatiche che vanno ai gruppi di consumatori (vari dispositivi) sono montate in un'altra scatola nella stanza. Anche uno dei requisiti per l'installazione di cavi elettrici in una casa privata: i cavi devono essere visti visivamente.

    Installazione del contatore sul palo

    Per avere l'opportunità di lavorare sul contatore elettrico, un interruttore di ingresso o un interruttore automatico è installato di fronte ad esso. Inoltre è sigillato e non vi è alcuna possibilità di sigillare il dispositivo stesso, come sul bancone. È necessario prevedere la possibilità di sigillare separatamente questo dispositivo: acquistare una piccola scatola e montarla all'interno dello scudo dell'appartamento o metterla separatamente sul pianerottolo. Quando si collega un contatore in una casa privata, le opzioni sono le stesse: nella stessa casella con un misuratore sulla strada (l'intera scatola è sigillata), in una casella separata accanto ad essa.

    Schema di collegamento di un contatore elettrico monofase

    I contatori per una rete di 220 V possono essere meccanici ed elettronici. Sono anche divisi in un tasso e due tariffe. Subito diremo che il collegamento di un contatore di qualsiasi tipo, incluso uno a due tariffe, viene effettuato secondo uno schema. Tutta la differenza nel "ripieno", che non è disponibile per il consumatore.

    Se arrivi alla piastra terminale di qualsiasi misuratore monofase, vediamo quattro contatti. Lo schema di cablaggio è mostrato sul retro del coperchio della morsettiera e nell'immagine grafica tutto appare nella foto qui sotto.

    Come collegare un misuratore monofase

    Se decifri lo schema, ottieni il seguente ordine di connessione:

    1. I fili di fase sono collegati ai terminali 1 e 2. La fase 1 del cavo di ingresso viene dal secondo, la fase passa ai consumatori. Quando si installa il primo collegare la fase del carico, dopo il suo fissaggio - la fase dell'ingresso.
    2. Con i morsetti 3 e 4 sullo stesso principio si collega il filo neutro (neutro). Al terzo contatto c'è un neutro dall'input, al quarto - dai consumatori (automi). L'ordine dei contatti di connessione è simile: prima 4, poi 3.

    Il collegamento del misuratore viene rimosso da fili di 1,7-2 cm. La cifra specifica è indicata nel documento di accompagnamento. Se il filo è a trefolo, sulle sue estremità sono montate delle alette, che sono selezionate per lo spessore e la corrente nominale. Sono premuti con una pinza (possono essere bloccati con una pinza).

    Quando si collega il conduttore nudo è inserito completamente nella presa, che si trova sotto il pad di contatto. Allo stesso tempo, è necessario assicurarsi che l'isolamento non cada sotto il morsetto e anche che il filo pulito non fuoriesca dall'alloggiamento. Cioè, la lunghezza del conduttore spelato deve essere mantenuta esattamente.

    Il cavo è fissato nei vecchi modelli con una vite e nel nuovo con due. Se ci sono due viti di fissaggio, quella distale viene prima ritorta. Tirando leggermente il cavo, assicurarsi che sia fissato, quindi stringere la seconda vite. Dopo 10-15 minuti, il contatto è serrato: il rame è un metallo morbido ed è leggermente schiacciato.

    Questo riguarda i cavi di collegamento a un misuratore monofase. Ora sullo schema elettrico. Come già accennato, una tavola calda di input è posizionata davanti al contatore elettrico. Il suo valore nominale è uguale alla corrente massima di carico, innescata quando viene superata, esclusi i danni alle apparecchiature. Dopo aver inserito l'RCD, che viene attivato durante la rottura dell'isolamento o se qualcuno ha toccato i fili conduttivi. Lo schema è presentato nella foto qui sotto.

    Schema di cablaggio per contatore elettrico monofase

    Lo schema per la comprensione è semplice: dall'ingresso zero e la fase arriva all'ingresso dell'automa protettivo. Dalla sua uscita vanno al misuratore, e, dai corrispondenti terminali di uscita (2 e 4), vanno al RCD, dall'uscita di cui la fase è alimentata agli interruttori di carico, e zero (neutro) va al bus zero.

    Si noti che la tavola calda di input e l'UZO di ingresso sono a due contatti (due fili entrano) in modo che entrambi i circuiti - fase e zero (neutro) - si aprano. Se guardi il circuito, vedrai che gli automi di carico sono unipolari (solo un filo li colpisce) e il neutro viene alimentato direttamente dal bus.

    Vedi la connessione del contatore nel formato video. Il modello è meccanico, ma il processo di collegamento dei fili non è diverso.

    Come collegare un misuratore trifase

    La rete a 380 V ha tre fasi ei contatori elettrici di questo tipo si differenziano solo per un numero elevato di contatti. Gli ingressi e le uscite di ogni fase e neutro sono disposti a coppie (vedere lo schema). La fase A entra nel primo contatto, la sua uscita nel secondo, la fase B - l'ingresso nel 3o, l'uscita nel 4o, ecc.

    Come collegare un misuratore trifase

    Le regole e le procedure sono le stesse, solo un numero maggiore di fili. Per prima cosa, puliamo, allineamo, inseriamo nel connettore e stringiamo.

    Lo schema di collegamento del misuratore di fase trifase con un consumo di corrente fino a 100 A è quasi lo stesso: contatore automatico di input-RCD. La differenza è solo nel cablaggio delle fasi per i consumatori: ci sono rami singoli e trifase.

    Schema di collegamento di un misuratore trifase

    Collegamento di un contatore elettrico trifase

    Il misuratore di potenza è necessario prima di tutto dalla compagnia elettrica, e il consumatore è obbligato a installarlo nell'appartamento, nella casa, nel garage o nel paese. Gli appartamenti sono impostati per lo più dispositivo monofase. La connessione di un contatore trifase viene effettuata, di regola, in case private.

    Molti metri sono stati installati per un lungo periodo e richiedono la sostituzione. Le ragioni principali per questo sono le seguenti:

    • fine della vita;
    • perdita di precisione della misurazione (sotto il secondo grado);
    • la necessità di installare un dispositivo multi-tariffario.

    L'installazione di un nuovo misuratore può essere eseguita con l'aiuto di professionisti o indipendentemente. Non ci sono particolari difficoltà, ma le regole dovrebbero essere seguite.

    Quale contatore scegliere?

    Metri di tipo meccanico precedentemente fabbricati (induzione). Il loro rilascio è ancora in corso, l'installazione è autorizzata dalle società che forniscono energia. Al posto delle vecchie strutture arrivano già dispositivi elettronici-digitali. Entrambe le varianti affrontano il loro lavoro allo stesso modo, ma quelle meccaniche resistono peggio all'effetto della bassa temperatura. È importante che il dispositivo superi la classe di precisione, che non dovrebbe essere inferiore alla seconda.

    Come collegare un misuratore trifase?

    Un contatore elettrico a tre fasi è collegato dalla rete appropriata.

    È richiesto in una casa dotata di caldaia elettrica, macchine utensili, fornelli elettrici e altre attrezzature potenti. All'ingresso c'è un armadio di distribuzione con dispositivi di protezione per una e tre fasi. L'ingresso dalla rete esterna è costituito da 4 o 5 core, dove vengono utilizzati 3 fili che trasportano corrente, zero e terra. La messa a terra può essere impostata separatamente.

    La connessione di un contatore trifase viene effettuata direttamente alla rete o tramite trasformatori di tensione e corrente step-down. Sono installati nella parte di potenza del circuito quando la potenza del circuito è superiore a quella del dispositivo. Viene effettuata una connessione diretta con i tre fili che portano corrente della rete L1, L2, L3 e il filo neutro N (figura sotto). Le uscite di fase e zero sulla morsettiera sono mostrate come L1 ', L2', L3 'e N'. Ogni terminale di uscita si trova vicino all'ingresso.

    Molti modelli vengono ora prodotti, il numero di terminali e i cui schemi possono essere diversi. Ad esempio, la connessione di un contatore trifase "Mercury 233" dal lato di ingresso viene effettuata sui terminali 1, 4, 7, 10. Pertanto, è necessario prestare attenzione al circuito specificato nel passaporto del dispositivo. La connessione del misuratore trifase "Energomera" viene eseguita secondo lo schema abituale sopra descritto.

    È importante! Il consumo energetico è indicato nel passaporto al contatore. Se viene superato, può causare il guasto del dispositivo e persino il suo incendio. Per selezionare il contatore appropriato, è necessario innanzitutto calcolare la potenza totale dei dispositivi-consumatori. Viene preso con un margine, se in futuro si prevede di aumentare il carico.

    Funzionalità nella connessione di un misuratore trifase

    Le caratteristiche della procedura sono le seguenti:

    1. È necessario prima acquistare tutti gli accessori per l'installazione: centralino, contatore elettrico, automatico, UZO.
    2. Per una manutenzione sicura del dispositivo di misurazione, è necessario installare un dispositivo automatico trifase di fronte ad esso.
    3. Il cavo di alimentazione esterno viene prima collegato all'automat automatico di input.
    4. Dalla macchina, tre fasi sono collegate allo strumento e, successivamente, attraverso l'RCD, al carico.
    5. Quando si collega il cavo, non confondere la fase e i conduttori a zero.
    6. La messa a terra del dispositivo è collegata all'RCD.

    Regole di connessione del contatore elettrico

    Poiché il dispositivo di misurazione è principalmente necessario per l'azienda elettrica, tutte le azioni relative alla connessione vengono eseguite con la partecipazione dei suoi rappresentanti. L'installazione può essere eseguita a mano, ma nell'ultima fase è necessario chiamare il controller. Durante il lavoro è necessario ricordare quanto segue:

    1. L'installazione è associata a regole e regolamenti rigidi che la società di gestione richiede di rispettare.
    2. I sigilli del produttore e della compagnia elettrica sono necessari in modo che il consumatore non possa modificare lo schema di connessione. Dopo la chiusura è necessario ricevere il certificato di accettazione.

    Se il misuratore viene installato senza la partecipazione dell'organizzazione di approvvigionamento energetico, non sarà considerato come un dispositivo di controllo. Questo sarà un normale dispositivo elettrico, come un RCD o un dispositivo automatico.

    Collegamento del misuratore trifase "Mercury 230"

    Il contatore "Mercury" spesso installato è caratterizzato da molte funzioni diverse. Misura l'energia reattiva in entrambe le direzioni. Varie modifiche consentono di calcolare l'energia a una o più tariffe, nonché di memorizzare le informazioni per un lungo periodo di funzionamento. Le principali caratteristiche del contatore:

    • la possibilità di selezionare il dispositivo in base alla forza della corrente massima e nominale, nonché alla classe di precisione;
    • consumo di energia bidirezionale contabile;
    • disponibilità di registri eventi e indicatori della qualità dell'energia;
    • l'intervallo tra i controlli è di 10 anni;
    • durata: fino a 30 anni;
    • disponibilità di interfacce e modem.

    Diagrammi di connessione

    Il collegamento del misuratore trifase "Mercury 230", così come di tutti gli altri, può essere effettuato direttamente sui cavi di alimentazione o tramite i trasformatori di corrente se non c'è abbastanza energia. Ci sono 8 terminali per il collegamento dei nuclei. I terminali 1, 3, 5 sono utilizzati per collegare le tre fasi di ingresso. Di solito vengono con una tavola calda di input che risponde alle sovratensioni. Ciascuno di essi è seguito da un filo di carico di 2, 4, 6. L'ingresso e l'uscita del filo neutro sono collegati rispettivamente ai settimi e agli ottavi.

    La corrente elettrica viene fornita dai terminali di fase di uscita 2, 4, 6 ai dispositivi monofase. I cavi devono essere contrassegnati.

    È importante! La marcatura dei nuclei viene eseguita tenendo conto dei colori, in modo tale che in futuro l'utente non si sbagli quando viene depositato attraverso macchine automatiche, RCD e oltre ai carichi.

    Istruzioni: collegare il misuratore trifase

    La sequenza di azioni è la seguente:

    1. Dalla linea elettrica alla casa, viene posto un cavo aereo o sotterraneo alla scatola di ingresso automatica. Gli esperti devono farlo.
    2. Un contatore elettrico è installato nel quadro elettrico insieme al resto dell'equipaggiamento protettivo. A seconda del numero di consumatori, gli automi con i poli da uno a quattro sono corretti. Per rendere lo schema più compatto, è possibile utilizzare gli automi differenziali anziché gli RCD.
    3. Dall'input automatico a quattro poli, i fili colorati sono collegati ai terminali di ingresso del misuratore.
    4. Nella stessa sequenza, i fili della rete interna sono collegati ai terminali di uscita. L'ingresso e l'uscita collegati ai terminali adiacenti devono corrispondere a colori.
    5. Collegamento del contatore trifase con UZO. I fili di fasi e zero sono collegati a quest'ultimo nella sequenza corrispondente al suo circuito.

    Raccomandazioni elettricisti

    Prima di procedere con l'installazione di cavi elettrici all'interno del pannello, accertarsi di controllare la disconnessione e il blocco dell'accensione accidentale della tensione di ingresso. Controlla anche l'integrità dell'isolamento sulle maniglie degli strumenti.

    Non è consentito collegare un contatore di collegamento diretto trifase la cui potenza è inferiore a quella consumata dalla rete domestica. Per fare ciò, è necessario innanzitutto calcolare il carico massimo e selezionare il dispositivo appropriato. Si consiglia di acquistarlo con un margine di energia.

    conclusione

    Il collegamento di un contatore trifase a una rete domestica domestica viene eseguito direttamente. Tutti i modelli hanno lo stesso schema elettrico. Può essere trovato nel passaporto del dispositivo e sul retro del coperchio del terminale.

    9 donne famose che si sono innamorate delle donne Mostrare interesse non nel sesso opposto non è inusuale. Difficilmente puoi sorprendere o scuotere qualcuno se lo confessi.

    10 affascinanti bambini delle star, che oggi hanno un aspetto molto diverso. Il tempo vola, e un giorno, piccole celebrità diventano personalità adulte che non sono più riconoscibili. Ragazzi e ragazze carini si trasformano in a.

    I nostri antenati non hanno dormito come noi. Cosa stiamo sbagliando? Questo è difficile da credere, ma gli scienziati e molti storici sono inclini a credere che l'uomo moderno non dorme affatto come i suoi antichi antenati. Inizialmente.

    Si scopre che a volte anche la gloria più forte finisce nel fallimento, come nel caso di queste celebrità.

    Che cosa dice la forma del naso della tua personalità? Molti esperti ritengono che guardando il naso, si possa dire molto sulla personalità di una persona. Pertanto, al primo incontro, presta attenzione al naso di uno sconosciuto.

    20 foto di gatti fatte al momento giusto I gatti sono creature incredibili e tutti ne sono a conoscenza. E sono incredibilmente fotogenici e sanno sempre essere al momento giusto nelle regole.

    Collegamento del contatore trifase

    Connessioni

    • a tre fili - per una rete senza filo neutro;
    • a quattro fili - con un filo neutro.

    La connessione di un contatore trifase deve essere effettuata tenendo conto delle seguenti peculiarità: i dispositivi possono essere accesi direttamente nella rete o tramite trasformatori di corrente. Dipende dalla forza della corrente nella rete: fino a 100A - l'uso della potenza diretta è consentito, attraverso un trasformatore.

    I contatori trifase si differenziano per il modo in cui sono collegati alla rete:

    • inclusione diretta (diretta);
    • montaggio semi-indiretto (tramite trasformatore di corrente);
    • accensione indiretta (tramite trasformatori di corrente e tensione).

    Inclusione diretta

    Tale installazione di un contatore elettrico trifase di Energomer o di altre apparecchiature in una casa privata non differisce da uno schema monofase. Tutta l'energia consumata passa direttamente attraverso un dispositivo. La figura seguente mostra uno schema del misuratore trifase diretto (collegamento diretto). Lo svantaggio di questa inclusione è il limite di potenza - non più di 60 kW.

    Schema della connessione diretta di un misuratore trifase

    I contatori elettrici indiretti non vengono utilizzati nella fornitura di energia elettrica domestica, poiché sono destinati alla misurazione dell'elettricità solo per reti industriali ad alta tensione di 6 (10) kV.

    Inoltre, i contatori differiscono nel tipo di energia misurata: misuratori di energia attiva e reattiva.

    Polukosvennoe inclusione

    Con questa connessione, i dispositivi di misura Energomera includono trasformatori di corrente. Tale schema di installazione consente di tenere traccia dell'elettricità con una potenza molto più elevata nella rete. Tuttavia, è necessario tenere conto del rapporto di trasformazione, che complica il calcolo del costo. Lo svantaggio di questo tipo di inclusione è la difficoltà di controllare le letture dei contatori per le organizzazioni che forniscono energia.

    Schema di connessione semi-indiretta di un misuratore trifase

    Nella figura, L1 e L2 sono gli ingressi e le uscite delle fasi corrispondenti, I1 e I2 - misurazione degli avvolgimenti.

    Tipi di contatori

    induzione

    Il principio di funzionamento di questo tipo di contatore elettrico si basa sul verificarsi di una coppia in un disco sotto l'azione di un campo magnetico alternato. La figura seguente mostra schematicamente il dispositivo di un contatore di induzione Energomer monofase.

    Design del contatore di induzione monofase

    1 - la bobina di corrente, la corrente consumata fluisce attraverso di essa, il flusso magnetico Фi appare in esso, che penetra nel disco di alluminio, causando la comparsa di correnti parassite in esso. Questa corrente, a sua volta, forma un campo magnetico, interagisce con il campo magnetico Фu della bobina di tensione 2.

    L'interazione di questi campi guida il disco in alluminio, guida il contatore meccanico 3 attraverso un ingranaggio a vite senza fine.

    4 - un magnete permanente, crea nel disco rotante un campo magnetico inibente. L'uguaglianza dei campi rotanti e ritardanti conferisce al disco stabilità di rotazione. La velocità di rotazione del disco dipende dalla forza della corrente che fluisce attraverso il misuratore attraverso la bobina corrente.

    Il principio di funzionamento del misuratore di induzione trifase Energomera è lo stesso. La differenza è che ha un altro disco di alluminio. La figura seguente mostra il dispositivo di un tale contatore elettrico.

    Contatore di induzione trifase

    Attualmente esiste una sostituzione attiva dei misuratori di induzione con quelli elettronici, per i quali esistono diversi motivi:

    • accuratezza insufficiente dei misuratori di induzione;
    • la complessità del loro uso per la contabilità in modalità multi-tariffa;
    • incapacità di utilizzare nei sistemi di contabilità automatica.

    elettronico

    Il principio di funzionamento di questi contatori si basa sul conteggio degli impulsi prodotti da un convertitore ADC (analogico-digitale), il cui numero è strettamente proporzionale alla corrente che scorre attraverso il circuito. Lo schema a blocchi mostra l'interazione dei singoli nodi del misuratore.

    Schema a blocchi del contatore elettronico

    I sensori di tensione e corrente installati nel misuratore ricevono i parametri di rete e li trasmettono in forma analogica al convertitore. Genera impulsi di conteggio rettangolari (forma digitale), la cui frequenza dipende dai dati ricevuti e li trasmette al microcontrollore, dove vengono elaborati, memorizzati e visualizzati. Questa è la logica generale del contatore elettronico.

    Il contatore elettronico è collegato alla rete secondo gli stessi schemi dell'induzione.

    vantaggi:

    • affidabilità e accuratezza (classi di precisione da 0,2 a 2,0);
    • ampio intervallo di temperatura (da -40 a +60);
    • facilmente integrato nel sistema di contabilità automatica remota;
    • possibilità di contabilizzare zone multi-tariffarie.

    svantaggi:

    • alta sensibilità al rumore industriale;
    • elevate esigenze sulla qualità dell'elettricità (sbalzi di tensione);
    • prezzo relativamente alto (anche se recentemente si è registrata una tendenza ad una diminuzione)
    • praticamente irreparabile.

    Installazione di dispositivi di misurazione

    Quando si installa il misuratore (indipendentemente dallo schema) dovrebbe essere guidato dalle "Regole per gli impianti elettrici" (ПУЭ).

    Quando si installa un contatore in un condominio, non ci sono quasi opzioni, per loro ci sono pannelli elettrici sul pianerottolo, quindi non c'è bisogno di cercare un posto.

    In una famiglia privata, ci sono diverse opzioni:

    • installazione in casa;
    • installazione sul muro esterno della casa;
    • installazione sul supporto.

    Sebbene queste opzioni di installazione siano prese dall'EMP, dice anche che "i contatori devono essere installati in un luogo asciutto, non angusto per il lavoro e con una temperatura in inverno non inferiore a 0". È consentito collegare un contatore elettrico trifase in armadi ermetici sulla parete esterna della casa o sul supporto. L'installazione corretta dello schema presuppone che nel periodo invernale debba essere fornito il riscaldamento a temperatura positiva, a spese del consumatore.

    Spesso, l'organizzazione fornitrice di energia insiste a installarla al di fuori della casa, sostenendo che fornisce accesso gratuito ai propri dipendenti per le letture, ma in tal caso uno di questi strumenti non è in alcun modo protetto da persone non autorizzate, piccoli teppisti e vandali.

    Quando si utilizza un contatore elettronico moderno, è possibile effettuare le letture a distanza, attraverso appropriati mezzi di comunicazione. Pertanto, l'accesso diretto al dispositivo di misurazione può essere richiesto solo al fine di verificare l'integrità del sigillo.

    Per l'integrità del dispositivo di misurazione (contatore) tutte le responsabilità sono a carico del consumatore. Se l'organizzazione fornitrice di energia insiste su un'installazione esterna, allora è possibile richiederla per stipulare un contratto sulla divisione delle responsabilità, altrimenti se il contatore è danneggiato da vandali, il consumatore riparerà l'attrezzatura danneggiata a proprie spese e pagherà la multa.

    La figura mostra l'armadietto di misurazione dell'elettricità per l'installazione nella stanza.

    Armadietto di misura dell'elettricità

    Il quadro di misurazione può essere combinato con un armadio per l'installazione di interruttori di sicurezza. Sarà corretto utilizzare un quadro elettrico con l'installazione di un contatore, tutti gli interruttori automatici e differenziali e EIN.

    La moderna elettronica di consumo (incluso il misuratore) è molto sensibile alla sovratensione a breve termine a impulsi. Per proteggere gli elettrodomestici e la rete, è possibile includere nel circuito un soppressore di picchi di tensione (OIN). La tensione di impulso può verificarsi da un fulmine a una linea, da carichi di commutazione, ad esempio, accendendo / spegnendo motori potenti, ecc. Ecco perché si consiglia di installare SPE come un efficace mezzo di protezione.

    Quando si installa un contatore diretto, viene installato un dispositivo di disconnessione di input, un commutatore di pacchetti. che ti permette di spegnerlo per la sostituzione. Spesso i tecnici di potenza sigillano anche questo dispositivo per evitare la disconnessione non autorizzata da parte del consumatore attraverso di esso.

    Se l'armadio è installato in casa, deve anche essere bloccato saldamente per impedire l'accesso gratuito, soprattutto per i bambini. SPE consente di ottenere questo risultato.

    Connection. video

    Come collegare il contatore e scudo con le tue mani, puoi imparare da questo video.

    L'installazione del misuratore non è un'operazione molto complicata, ma è più razionale che sia stata eseguita da dipendenti di un'organizzazione di approvvigionamento energetico o specialisti certificati per svolgere questo lavoro.