Differenza della macchina automatica da UZO

  • Cablaggio

Alla maggior parte dei consumatori non importa cosa ci sia di fronte: RCD (interruttore differenziale) o difatomat (differenziale automatico). Ma quando si sviluppano progetti per la rete elettrica di case o appartamenti privati, questa domanda ha un significato preciso.

In generale, i problemi che i nostri cittadini hanno nell'organizzare la protezione della propria casa, in termini di sicurezza elettrica, sono significativi. Ma cosa dire, se ancora in molte aree remote cose come "bug" negli ingorghi stradali sono la norma?

Recentemente, un mio amico mi ha fatto una domanda su cosa c'è nella mia dashboard UZO o difavtomat. Come distinguerli Dato che il problema, nell'opinione professionale, è molto serio, ti offriamo un piccolo programma educativo su questo argomento, compresi gli elettricisti, specialmente quelli giovani.

Questa conoscenza ti permetterà di capire esattamente cosa è "vivo" nel tuo centralino: un UZO o difavtomat, perché metterlo lì e quanto aiuterà, o perché salvarlo in futuro?

Un elettricista esperto, che ha più di un cortocircuito dietro le spalle, potrebbe addirittura offendere tali domande! Tuttavia, tra i giovani, poca attenzione è dedicata alla teoria, anche se i consumatori fanno queste domande tutto il tempo. E ora vi dirò alcune opzioni su come l'RCD differisce da un difavtomat.

La differenza tra l'Uzo e l'automa differenziale secondo il suo scopo funzionale

Se si guarda l'RCD e il difavtomat, all'apparenza questi due dispositivi sono molto simili tra loro, ma le funzioni che svolgono sono diverse. Richiama cosa funziona l'RCD e l'automa differenziale.

Il dispositivo a corrente residua funziona se una corrente differenziale, una corrente di dispersione, appare nella rete a cui è collegata. Se si verifica una corrente di dispersione, una persona può essere la prima a soffrire se tocca un'apparecchiatura danneggiata. Inoltre, quando una corrente di dispersione appare nel cablaggio, l'isolamento si surriscalda, causando un incendio e un incendio.

Pertanto, l'RCD è installato per proteggere dalle scosse elettriche e dai danni ai cavi elettrici sotto forma di perdite che sono accompagnate da un incendio. Per maggiori dettagli su come funziona questo dispositivo, vedere il principio di funzionamento RCD nell'articolo.

Ora guarda l'automa differenziale. Questo è un dispositivo unico che combina sia un interruttore automatico (più comprensibile al pubblico come un "automa") che l'RCD precedentemente considerato. ie un automa differenziale è in grado di proteggere il cablaggio sia da cortocircuiti e sovraccarichi, sia dal verificarsi di perdite associate alle situazioni descritte in precedenza.

Ora il punto principale in cui tutti cominciano a confondersi: ricorda che l'RCD, a differenza del difavtomat, non protegge la rete da sovraccarico e corto circuito. E la maggior parte dei consumatori pensa che installando un RCD, siano protetti da tutto!

In termini semplici, l'RCD è semplicemente un indicatore che controlla le perdite e che la corrente non scorre oltre i vostri principali utenti: apparecchi elettrici, lampadine, ecc. Se da qualche parte nella rete l'isolamento è danneggiato e appare una corrente di dispersione, l'RCD reagisce e spegne la rete.

Se allo stesso tempo accendere tutti gli apparecchi elettrici (riscaldatori-asciugacapelli-ferri), cioè creare intenzionalmente un sovraccarico, il RCD non funzionerà. E il cablaggio, se non ci sono altri dispositivi di sicurezza, assicurati di masterizzare insieme con l'RCD. Se l'RCD e la fase e lo zero connessi, e ottengono un enorme cortocircuito, anche l'RCD non funziona.

Perché intendo tutto questo, voglio solo attirare la vostra attenzione sul fatto che, poiché l'RCD non protegge la rete da sovraccarichi e cortocircuiti, probabilmente siete d'accordo con me sul fatto che è necessario proteggerlo da soli. Questo è il motivo per cui l'RCD è sempre connesso in serie con una pistola. Questi due dispositivi funzionano in coppia, per così dire: uno protegge da perdite, l'altro da sovraccarichi e cortocircuiti.

Usando un difavtomat invece di un RCD, si eliminano le situazioni sopra descritte: proteggerà contro tutto.

Lasciateci tracciare la linea, la differenza principale tra l'RCD e il difactom è che l'RCD non protegge la rete da sovraccarichi e cortocircuiti.

La differenza visiva tra Uzo e diphiftomate

In effetti, esiste una massa di funzioni esterne che facilitano la distinzione tra UZD e diphavtomat. Guarda la foto Visivamente, questi due dispositivi sono molto simili: come un caso, un interruttore, un pulsante "test", una sorta di circuito sul caso e lettere incomprensibili.

Ma per essere più corrosivi, allora noterai: gli schemi sono diversi, i tumbler sono diversi, le lettere non saranno ripetute. Quale di questi dispositivi è RCD e quale è difavtomat?

Sopra, abbiamo esaminato le differenze funzionali tra questi dispositivi, e ora considereremo come l'UZO differisce visivamente da un difavtomat - per così dire le differenze sono evidenti a occhio nudo.

1. Marcatura per corrente nominale

Uno dei modi per distinguere visivamente un RCD da un diphavtomat è la marcatura corrente. Su qualsiasi dispositivo sono indicate le sue caratteristiche tecniche. Per i dispositivi che consideriamo le caratteristiche principali sono la corrente operativa nominale e la corrente di dispersione nominale.

Se sulla custodia dello strumento è presente solo una cifra a caratteri grandi (corrente nominale), questo è l'RCD. Nella nostra immagine è un marchio di dispositivi VD1-63.

La figura 16 è indicata sul suo caso, il che significa che il dispositivo ha una corrente nominale di 16 (A). Se all'inizio dell'iscrizione ci sono lettere latine B, C o D, e poi arriva un numero, allora hai un automa differenziale. Ad esempio, nel difavtomate ABDT32, la "C" sta per il valore della corrente nominale, che indica il tipo di caratteristica del rilascio elettromagnetico e termico.

Leggi attentamente e ricorda di nuovo. Se scritto "16A", questo è un RCD la cui corrente nominale non deve essere superiore a 16 ampere. Se è scritto "C16" - questo è un diffusore, in cui la lettera "C" è una caratteristica delle versioni "incorporate" nel dispositivo, progettato per una corrente nominale di 16 A.

2. Il circuito elettrico mostrato sul dispositivo

Sul corpo di qualsiasi dispositivo esecutivo o protettivo, il produttore mette sempre il suo concetto. Sull'RCD e sull'automa differenziale sono davvero simili.

Non elencheremo ora tutto ciò che è raffigurato lì (questo è l'argomento di un articolo separato), ma solo evidenziare le principali differenze. Sul circuito, l'RCD è un ovale, che indica un trasformatore differenziale: il cuore del dispositivo, che reagisce alle correnti di dispersione e un relè elettromeccanico, che chiude e apre il circuito, i contatti di alimentazione per collegare i cavi, ecc.

Nello schema del difavtomat, ad eccezione di tutti gli elementi simili, le designazioni dei releaser termici ed elettromagnetici che reagiscono alla corrente di sovraccarico e di cortocircuito sono distintive.

Pertanto, guardando lo schema elettrico, che è mostrato sul caso, ora sai come si differenziano. Se il diagramma mostra un rilascio termico ed elettromagnetico, questo è un differenziale automatico. Questa è la differenza schematica tra RCD e diphavtomat.

3. Nome sulla custodia del dispositivo

Se tu, da semplice consumatore, trovi difficile ricordare come differisce l'RCD da un difwavomat, ti informeremo: conoscendo il problema dell'articolo, molti produttori, in modo che i clienti non si confondano, scrivi il nome del dispositivo sul caso.

È scritto sulla superficie laterale dell'interruttore automatico differenziale - interruttore differenziale. È scritto sulla superficie laterale del caso di un difactomta - un interruttore differenziale di corrente. Sebbene tali iscrizioni non vengano applicate su tutti i prodotti, di norma, i produttori russi e io non abbiamo visto tali marcature su tutti i prodotti stranieri.

4. Iscrizione abbreviata sul dispositivo

Fondamentalmente, la domanda su come distinguere un RCD da un diphavtomate viene richiesta per prodotti fatti all'estero. Se stiamo parlando di prodotti domestici, allora non ci sono domande.

Su tali dispositivi, di regola, è scritto in russo che questo è un RCD o un AVDT automatico differenziale.

Permettetemi di ricordarvi che il dispositivo di protezione (RCD) è ora correttamente chiamato interruttore differenziale (VD). Macchina automatica differenziale: è anche un interruttore automatico differenziale (AVDT).

Riassumendo come distinguere tra Uzo e difavtomata

Per i parametri di prezzo, gli RCD e i difavtomats differiscono. Questo è particolarmente vero per i prodotti importati. Il normale difavtomat costa leggermente meno del RCD, completo di una macchina convenzionale.

La qualità dei dispositivi importati è più alta. Anche quelli domestici sono abbastanza buoni, ma perdono in caratteristiche così importanti come il tempo di risposta, inferiore nell'affidabilità delle parti meccaniche, elementare inferiore nella qualità degli alloggiamenti.

Per quanto riguarda l'affidabilità del funzionamento, questi due dispositivi non sono inferiori l'uno all'altro.

Poiché il difavtomat è un dispositivo combinato, noterei dalle carenze di funzionamento che quando è attivato è difficile determinare quale sia la causa dello spegnimento: sovraccarico, cortocircuito o dispersione di corrente. È vero, il dispositivo si sta evolvendo: alcuni diphavomats sono dotati di indicatori di attivazione della corrente differenziale.

Un aspetto positivo di AVDT è la facilità di installazione: è importante per un elettricista stringere un paio di viti più piccole in una scatola di montaggio stretta. D'altra parte, ciò aumenta l'affidabilità del circuito: più piccole sono le connessioni, meglio è. Ma se il dispositivo si rompe, deve essere sostituito.

Nel caso di usare l'RCD nella coppia con una pistola, il processo di riparazione sembra più economico: cambia un elemento o l'altro. Questo dovrebbe essere tenuto in considerazione durante la progettazione delle reti, tenendo conto del rischio di tali eventi o di altri eventi negativi e della loro possibile frequenza.

Opzioni per l'implementazione di schemi con questi dispositivi, puoi pensare molto, l'importante è che tu capisca e ricordi perché lo stai facendo.

Imparare a distinguere tra RCD e automa differenziale - 4 segni esterni

Differenza funzionale

Descrivere brevemente in che modo il dispositivo di protezione è diverso dall'interruttore differenziale. Tutto è abbastanza semplice:

  1. L'RCD viene attivato solo quando viene rilevata una corrente di dispersione nel circuito.
  2. Il difactomat include le funzioni di un dispositivo di sicurezza + interruttore automatico. In totale, l'automa differenziale funziona non solo durante una perdita di corrente, ma anche durante un cortocircuito, oltre al sovraccarico della rete.

Questa è la principale differenza funzionale tra i due dispositivi. Puoi scoprire quale è meglio inserire un RCD o un difavtomat nel nostro articolo. Ora diremo come in apparenza distinguerli.

Differenza visiva

Ora negli esempi fotografici, mostreremo chiaramente come determinare cosa è installato nello scudo. In totale, parleremo di 4 segni evidenti che è necessario ricordare.

  1. Guarda cosa è scritto sul caso. A meno che, naturalmente, non abbiate comprato prodotti cinesi a buon mercato, è improbabile che sia scritto sulla parete laterale o sul davanti. Tuttavia, tutti i dispositivi domestici e persino alcuni prodotti stranieri hanno una chiara designazione sul corpo: "interruttore differenziale" (cioè RCD) o "interruttore differenziale" (noto anche come interruttore differenziale). Questo metodo è scomodo per distinguere i prodotti installati uno accanto all'altro, è necessario rimuoverli dalla guida DIN, altrimenti il ​​nome verrà chiuso.
  2. Fai attenzione al nome di nuovo. Sì, la marcatura dà anche un'idea chiara di ciò che è installato nello scudo. In base al nome completo dei dispositivi scritti nel paragrafo 1, è possibile capire cosa è "VD" e cosa è "AVDT". Lo svantaggio di questo metodo di determinazione è che potrebbe non esserci un'abbreviazione domestica su apparati stranieri, come, ad esempio, sui prodotti Legrand.
  3. Guardiamo le caratteristiche. Sia sull'RCD che sulla macchina differenziale automatica, le caratteristiche tecniche sono indicate sotto forma di numeri e lettere. Quindi, se vedi il numero e dopo di esso la lettera "A", ad esempio 16A o 25A, significa che il pannello contiene l'RCD, su cui è indicata la corrente nominale. Se il caso è contrassegnato da una lettera e quindi un numero, ad esempio C16, questo è AVDT. La lettera "C" in questo caso indica il tipo di caratteristiche tempo-corrente. Maggiori informazioni sulle caratteristiche tecniche degli interruttori automatici, si possono trovare nell'articolo pertinente. Qui, con questo metodo, puoi facilmente distinguere i dispositivi. Nella foto qui sotto duplichiamo questa regola:
  4. Guardiamo lo schema. Bene, l'ultimo, per così dire, metodo di controllo, che consente di distinguere tra RCD e difavtomat - guarda il diagramma. Il circuito dell'interruttore differenziale segnala inoltre il rilascio termico ed elettromagnetico, che sono assenti nel circuito dell'interruttore differenziale. Questa differenza è anche significativa nel determinare il dispositivo.

Inoltre, ti consigliamo di guardare il video, che mostra chiaramente come determinare per aspetto ciò che è installato nel pannello elettrico:

Quindi abbiamo fornito istruzioni per giovani elettricisti e artigiani domestici. Come potete vedere, infatti, non c'è nulla di complicato, e la differenza tra il dispositivo di spegnimento di protezione e il dispositivo automatico differenziale è abbastanza significativo. Speriamo che ora sappiate come distinguere visivamente un RCD da un difavtomat!

Sarà interessante leggere:

Accessibile al complicato: come si differenzia il RCD da una macchina differenziale automatica?

Uno dei componenti importanti della sicurezza della vita è la sicurezza degli alloggi. Questo è particolarmente vero per il cablaggio domestico - un oggetto di maggiore pericolo. Poiché gli appartamenti moderni sono dotati di un arsenale decente di vari elettrodomestici, il consumo di energia elettrica nell'appartamento è piuttosto grande. Di conseguenza, il carico sul cavo elettrico è in aumento.

Perché abbiamo bisogno di disconnessioni protettive?

È noto che qualsiasi materiale dopo il tempo si esaurisce e diventa inutilizzabile. Le proprietà isolanti del cablaggio di casa e del cablaggio elettrico interno sono perse nel tempo. La conseguente fuoriuscita di elettricità, l'esposizione di fili elettrici, l'ossidazione possono portare a conseguenze imprevedibili.

È inoltre possibile che si verifichino cortocircuiti dovuti a malfunzionamenti dei cablaggi domestici o di apparecchiature elettriche o dovuti a negligenza.

A causa dei molti apparecchi elettrici usati, compresi quelli ad alto consumo energetico, il cablaggio elettrico della rete di alimentazione domestica spesso si surriscalda.

In assenza di dispositivi di protezione, tutti questi fattori possono portare a disastri o danni irreparabili.

Per proteggersi dai problemi, è necessario installare dispositivi di sicurezza elettrica: difavtomat (differenziale macchina) o RCD (interruttore differenziale).

Prima di scegliere quale dispositivo di protezione installare, è necessario capire cosa sono, come funzionano, come differisce l'RCD dal differenziale automatico, cosa è preferibile scegliere, perché la differenza tra l'RCD e la macchina da scrivere è significativa.

Dispositivo di spegnimento di protezione (RCD)

Questo dispositivo è progettato per equalizzare la corrente che fluisce verso l'apparecchio con una corrente proveniente dall'apparecchio (neutro), la differenza tra loro rileva una perdita dalla rete. Quando la differenza raggiunge un valore incompatibile con la vita di una persona (30 mA), il dispositivo interrompe la tensione. Come conseguenza del funzionamento quasi istantaneo del dispositivo, la corrente differenziale che passa attraverso l'isolamento difettoso o attraverso il corpo umano non ha il tempo di causare danni significativi.

Il RCD non protegge solo una persona da scosse elettriche, ma può anche impedire che il cablaggio si accenda a causa di surriscaldamento e malfunzionamento, danni di integrità dovuti a effetti meccanici, termici, invecchiamento dell'isolamento dei cavi.

Come funziona? Supponiamo che all'interno della lavatrice sia danneggiato il filo della fase di isolamento. Se una persona in piedi sul pavimento bagnato tocca il corpo della lavatrice, l'RCD spegnerà l'alimentazione allo stesso tempo, determinando che la corrente che è andata all'appartamento non è tornata al dispositivo di sicurezza, cioè le correnti in entrata e in uscita attraverso l'RCD sono diverse.

L'RCD aiuterà anche nella seguente situazione: ad esempio, quando si fora un muro con un'enfasi con un piede nudo su un radiatore, colpire il cablaggio nel cavo di fase. Il circuito elettrico "trapano - corpo umano - batteria" formato in questo caso può causare arresto cardiaco o respirazione. Ma in presenza del RCD, "determina" immediatamente quella parte della corrente non restituita (quella che, dopo aver attraversato una persona, è entrata nella batteria). In questo caso, anche la tensione verrà disattivata all'istante. Una persona allo stesso tempo, anche se subisce una scossa elettrica, non è una forza così grande come potrebbe essere.

In assenza di un DCR, una di queste cause può causare danni a una persona che non è compatibile con la vita. Tuttavia, non in tutti i casi, il RCD può aiutare. Ad esempio, se il cablaggio domestico è vecchio, fatiscente. In questa situazione, l'RCD funzionerà continuamente e spegnerà l'elettricità a causa di continue perdite attraverso il cablaggio difettoso, che causerà più problemi che buoni. Pertanto, in una situazione del genere, è preferibile installare un RCD nel punto, vale a dire installare i socket con un RCD incorporato.

Interruttore differenziale

Il difavtomat differisce dal fatto che questo dispositivo funziona simultaneamente come interruttore automatico e come dispositivo di protezione per lo spegnimento della tensione.

Diffautomat è progettato per proteggere dalle scosse elettriche quando si toccano parti che trasportano corrente di dispositivi elettrici o in caso di corrente differenziale.

In tali situazioni, anche l'interruttore differenziale, come l'RCD, interviene istantaneamente, interrompe la tensione di rete.

Inoltre, il difavtomat svolge le funzioni di protezione dei collegamenti elettrici da cortocircuiti e sovraccarichi. Ciò è dovuto al fatto che il design del difavtomat è simile a un interruttore automatico convenzionale - contiene due versioni:

  • Rilascio termico, disconnette la linea elettrica in caso di sovraccarico della rete.
  • Rilascio elettromagnetico, innescato da un cortocircuito.

Come funziona tutto questo?

  1. Come con l'RCD, l'unità differenziale rileva la corrente differenziale. Funziona in modo simile ai casi discussi sopra (esempi con una lavatrice e foratura del muro).
  2. Funzionamento del releaser elettromagnetico. Supponiamo che un bambino abbia spinto qualcosa di conduttivo nello zoccolo, ad esempio una forcina, o a causa di un guasto nell'isolamento, nella fase e nei fili neutri nella rete domestica o nelle apparecchiature elettriche. In entrambi i casi, a seguito di un cortocircuito, funzionerà il rilascio elettromagnetico.
  3. Intervento del rilascio termico. Supponiamo che sia installato un difavtomat di 16A. Sono stati accesi diversi apparecchi elettrici, con una potenza totale molto superiore a quella consentita dalla macchina automatica, ad esempio un riscaldatore da 2 kilowatt, un bollitore e un ferro da stiro. A causa del riscaldamento dei cavi, la protezione termica funzionerà, l'energia elettrica verrà immediatamente disattivata.

Qual è la differenza tra UZD e diphiftomat

Per i proprietari di case, a volte non importa ciò che hanno installato: RCD o difavtomat. Tuttavia, poiché abbiamo analizzato le proprietà e lo scopo di cui sopra, la differenza tra il RCD e il contatore di tipi è significativa e il livello di sicurezza della vita e dell'alloggio dipende da cosa scegliere.

Differenza funzionale tra RCD e differenziale automatica

  1. La funzione principale del dispositivo di protezione è quella di rilevare la corrente differenziale nella rete - corrente di dispersione. Se si verifica una situazione del genere, una persona può soffrire prima di tutto toccando una scatola metallica o parti di apparecchiature danneggiate. Inoltre, quando viene visualizzata una corrente differenziale, l'isolamento dei cavi elettrici può diventare caldo e questa è una delle cause più frequenti di incendi domestici e incendi. La presenza di un dispositivo di corrente residua può prevenire problemi.
  2. La macchina automatica differenziale svolge contemporaneamente le funzioni e l'interruttore automatico della macchina e precedentemente considerato RCD. Cioè, la funzionalità del difavtomat è molto più ampia: protezione della rete elettrica contro i cortocircuiti, il sovraccarico e le conseguenze del verificarsi di una corrente differenziale.

Pertanto, la gamma di azioni dell'automa differenziale è molto più ampia rispetto all'azione strettamente focalizzata dell'RCD.

Quando si sceglie cosa e dove installare esattamente, è necessario ricordare che l'RCD, a differenza del difavtomat, non è progettato per rilevare sovraccarichi e cortocircuiti. Alcuni credono erroneamente che installando un RCD, siano protetti da tutto - questo è completamente sbagliato.

Come distinguere visivamente l'UZD dal diphavtomate

A prima vista, entrambi i dispositivi sono abbastanza simili tra loro: il caso è simile, c'è un interruttore, un pulsante "test", un diagramma è mostrato sul caso. Ma a un esame più attento, è possibile trovare la differenza tra l'RCD e il difavtomat: gli schemi differiscono, i diversi interruttori a levetta, anche i segni alfanumerici differiscono.

Un modo per distinguere visivamente un dispositivo è contrassegnarlo.

La marcatura in ampère, ad esempio 16A, è indicata nel caso del RCD. Questo indica la corrente nominale 16A per cui è progettato il dispositivo. Se all'inizio dell'iscrizione ci sono le lettere B, C o D, e poi un numero, allora questo è un automa differenziale.

Quale è meglio: RCD o difavtomat? Dopo aver esaminato le caratteristiche principali, la scelta, ovviamente, sarà fatta a favore dell'automa differenziale. Questo è ottimale se la casa ha un semplice schema elettrico. Se si dispone di una grande casa privata con un diagramma di cablaggio complesso con molti gruppi di cavi progettati per carichi pesanti, allora è meglio utilizzare un interruttore differenziale e un interruttore automatico nel complesso, che è installato separatamente su ciascuno dei gruppi esistenti.

Cosa c'è di diverso dall'interruttore automatico

Imparare a distinguere tra RCD e automa differenziale - 4 segni esterni

18/04/2016 1 commento 14,874 visualizzazioni

Molto spesso, elettricisti inesperti e padroni di casa non sanno come determinare cosa c'è nel cruscotto: UZO o difavtomat. Di conseguenza, si può pensare erroneamente che il cablaggio sia protetto da sovraccarichi e perdite di corrente, sebbene in realtà non sia fornita protezione dalla prima situazione non sicura, perché Il cruscotto ha un dispositivo di sicurezza convenzionale. In questo articolo, non considereremo solo la differenza funzionale tra questi due dispositivi, ma diremo anche come distinguere un UZO da un difavtomat visivamente.

Differenza funzionale

Descrivere brevemente in che modo il dispositivo di protezione è diverso dall'interruttore differenziale. Tutto è abbastanza semplice:

  1. L'RCD viene attivato solo quando viene rilevata una corrente di dispersione nel circuito.
  2. Il difactomat include le funzioni di un dispositivo di sicurezza + interruttore automatico. In totale, l'automa differenziale funziona non solo durante la dispersione di corrente, ma anche durante un cortocircuito, oltre al sovraccarico della rete.

Questa è la principale differenza funzionale tra i due dispositivi. Scopri cosa è meglio inserire l'RCD o il difavtomat. Puoi nel nostro articolo pertinente. Ora diremo come in apparenza distinguerli.

Differenza visiva

Ora negli esempi fotografici, mostreremo chiaramente come determinare cosa è installato nello scudo. In totale, parleremo di 4 segni evidenti che è necessario ricordare.

  1. Guarda cosa è scritto sul caso. A meno che, naturalmente, non abbiate comprato prodotti cinesi a buon mercato, è improbabile che sia scritto sulla parete laterale o sul davanti. Tuttavia, tutti i dispositivi domestici e persino alcuni prodotti stranieri hanno una chiara designazione sul corpo: "interruttore differenziale" (cioè RCD) o "interruttore differenziale" (noto anche come interruttore differenziale). Questo metodo è scomodo per distinguere i prodotti installati uno accanto all'altro, è necessario rimuoverli dalla guida DIN, altrimenti il ​​nome verrà chiuso.
  2. Fai attenzione al nome di nuovo. Sì, la marcatura dà anche un'idea chiara di ciò che è installato nello scudo. In base al nome completo dei dispositivi scritti nel paragrafo 1, è possibile capire cosa è "VD" e cosa è "AVDT". Lo svantaggio di questo metodo di determinazione è che potrebbe non esserci un'abbreviazione domestica su apparati stranieri, come, ad esempio, sui prodotti Legrand.
  3. Guardiamo le caratteristiche. Sia sull'RCD che sulla macchina differenziale automatica, le caratteristiche tecniche sono indicate sotto forma di numeri e lettere. Quindi, se vedi il numero e dopo di esso la lettera "A", ad esempio 16A o 25A, significa che il pannello contiene l'RCD, su cui è indicata la corrente nominale. Se il caso è contrassegnato da una lettera e quindi un numero, ad esempio C16, questo è AVDT. La lettera "C" in questo caso indica il tipo di caratteristiche tempo-corrente. Maggiori informazioni sulle caratteristiche tecniche degli interruttori automatici, si possono trovare nell'articolo pertinente. Qui, con questo metodo, puoi facilmente distinguere i dispositivi. Nella foto qui sotto duplichiamo questa regola:
  4. Guardiamo lo schema. Bene, l'ultimo, per così dire, metodo di controllo, che consente di distinguere tra RCD e difavtomat - guarda il diagramma. Il circuito dell'interruttore differenziale segnala inoltre il rilascio termico ed elettromagnetico, che sono assenti nel circuito dell'interruttore differenziale. Questa differenza è anche significativa nel determinare il dispositivo.

Inoltre, ti consigliamo di guardare il video, che mostra chiaramente come determinare per aspetto ciò che è installato nel pannello elettrico:

Quindi abbiamo fornito istruzioni per giovani elettricisti e artigiani domestici. Come potete vedere, infatti, non c'è nulla di complicato, e la differenza tra il dispositivo di spegnimento di protezione e il dispositivo automatico differenziale è abbastanza significativo. Speriamo che ora sappiate come distinguere visivamente un RCD da un difavtomat!

Sarà interessante leggere:

Diftautomat o RCD. Dispositivo RCD. Collegamento di una composizione

L'elettrodomestico domestico è un argomento abbastanza complesso e vario, ed è consigliabile conoscere i dettagli di base di ogni proprietario di casa, dal momento che non solo i costi in contanti, ma anche la sicurezza della vostra casa dipende da esso. In questo articolo cercheremo di scoprire cosa è meglio - difavtomat o UZO.

Introduzione all'argomento o cos'è difavtomat?

Per affrontare questo problema, prima prova a determinare i concetti di base. Quindi, difavtomat.

Il dispositivo, chiamato interruttore differenziale, combina con successo le funzioni sia dell'RCD sia dell'interruttore automatico convenzionale. Questa macchina protegge una persona in caso di contatto con parti esposte della parte conduttiva del filo o quelle parti di reti elettriche che sono sotto tensione a causa di danni al cablaggio o altri fattori simili. Ad oggi, ci sono un numero enorme di tali dispositivi, progettati per diverse correnti di lavoro e per diverse correnti di dispersione.

La sua caratteristica principale è che consiste in due parti funzionali ben separate: un interruttore (due o quattro poli) e un modulo di protezione contro le scosse elettriche. L'installazione del difavtomat deve essere eseguita esclusivamente su una guida DIN, e questo design occupa molto meno spazio rispetto alla combinazione dell'RCD e dell'interruttore automatico.

Dato il tempo di velocità, che è di soli 0,04 secondi, gli automi differenziali offrono la protezione più adeguata contro le lesioni umane da elettricità in praticamente tutte le condizioni operative. È anche importante che l'automa differenziale protegga qualitativamente i dispositivi nella rete dai sovraccarichi, che inevitabilmente si presentano durante i vari tipi di emergenza. E altro ancora. Il suo design fornisce le interruzioni di alimentazione più veloci possibili in condizioni in cui si verificano picchi di tensione superiori a 250 V su qualsiasi parte della rete.

Date le non invidiabili caratteristiche delle reti elettriche domestiche, nonché il grado di deterioramento, quest'ultima caratteristica è particolarmente importante.

I principali vantaggi di difavtomata

• Elevata velocità di risposta.
• Protezione dell'apparecchiatura contro le sovratensioni e sovraccarichi operativi.
• Una possibilità di funzionamento in condizioni da-25 a +50 gradi Celsius.
• Soglia enorme per la durata.

Cos'è l'RCD?

È impossibile ignorare il secondo "avversario" nella disputa sul tema "difavtomat o RCD". Cos'è l'RCD?

Questa abbreviazione significa "dispositivi di protezione spenti". L'intervento viene eseguito quando si rileva la presenza di correnti di dispersione. In poche parole, quanta corrente è arrivata al dispositivo su un filo, tanto dovrebbe passare attraverso l'altra parte del cablaggio. Se la corrente inizia a scendere a terra o tramite un filo di terra, la protezione scatta istantaneamente, scollegando immediatamente la rete dalla fonte di alimentazione.

Tale sistema deve (!) Essere posizionato su rosette, nonché caldaie, lavatrici e stufe elettriche. Tali dispositivi non proteggono (!) Le apparecchiature e il cablaggio da sovraccarichi o cortocircuiti del sistema.

Quest'ultima circostanza non viene spesso presa in considerazione dagli pseudo-elettricisti, i quali per motivi più economici spesso usano esattamente il RCD. Inoltre, vi è un interesse mercenario quando viene rilasciato per un automa differenziale, il cui costo è più alto.

Informazioni di base sul dispositivo

Qual è il principio di funzionamento del DCR? Il suo lavoro si basa sulla risposta del sensore di corrente a un cambiamento nella corrente differenziale nei conduttori.

Cos'è un sensore di corrente? Questo è il trasformatore più comune, ma realizzato in base al tipo di nucleo toroidale. La soglia viene impostata utilizzando un relè magnetoelettrico con una sensibilità estremamente elevata.

È importante notare che tutti gli UZO realizzati secondo questo schema classico sono dispositivi estremamente affidabili e semplici, che possiedono un'affidabilità e un'affidabilità molto elevate.

È necessario avvertire che oggi esistono RCD elettronici, basati su uno speciale circuito elettronico. Il relè o il circuito agisce sul meccanismo, che apre il circuito elettrico in caso di tale necessità. Questo è ciò che include il dispositivo RCD.

Quali sono i dettagli dell'attuatore?

  • Dal gruppo di contatti diretti, impostare la corrente massima.
  • Molle, che aprono direttamente il circuito, se si verificano malfunzionamenti nel suo funzionamento.

Se si desidera testare in modo indipendente il dispositivo per prestazioni, sarà sufficiente fare clic sul pulsante "Test". In questo caso, una corrente viene applicata artificialmente all'avvolgimento secondario e il relè viene attivato (deve, in ogni caso). Quindi, se necessario, puoi facilmente e senza costi essere in grado di controllare lo stato di salute di tutte le tue attrezzature.

Il principio di funzionamento del DCR

Se parliamo di funzionamento normale, la corrente (I1 = I2) scorre nella direzione opposta, inducendo correnti magnetiche nell'avvolgimento secondario del trasformatore (F1 = F2). Hanno esattamente lo stesso valore, grazie al quale si compensano reciprocamente. Poiché la corrente nell'avvolgimento secondario in questo caso è praticamente zero, il relè non può essere attivato.

Operazione RCD con perdita

Il contatto con parti conduttive provoca correnti di dispersione. In questo caso, la corrente I1 non è uguale a I2 e pertanto nell'avvolgimento secondario appare una corrente, la cui ampiezza è sufficiente per attivare il relè di protezione. Provoca un interruttore a molla, l'RCD è spento.

Differenze tra i due sistemi di protezione

Per continuare ulteriormente la nostra narrazione, dovremo anche scoprire qual è la differenza tra l'RCD e il difavtomat. Non si può dire che le differenze siano così cardinali, ma esistono ancora.

Va notato che la copertura di questo problema è estremamente importante, dal momento che anche alcuni elettricisti a volte non sono in grado di distinguere tra questi dispositivi. Tuttavia, qui non c'è nulla di sorprendente: sono estremamente simili anche nelle fotografie.

La principale differenza tra un difavtomat e un RCD è che sono destinati a diversi scopi. Ne abbiamo già parlato sopra, ma lo ripeteremo di nuovo: gli RCD non possono essere utilizzati per proteggere apparecchiature e cablaggi da sovraccarico o cortocircuito! Inoltre, prima dell'RCD, è imperativo installare un interruttore che salvi il dispositivo stesso da questo tipo di problemi. Ecco come UZO si differenzia da diphiftomate

Assicurati di considerare questo quando acquisti o consulti con elettricisti particolarmente "attenti" che sono felici di risparmiare sul tuo equipaggiamento.

In questo piano, il difultomat è molto meglio, in quanto combina sia l'RCD che l'interruttore automatico in un caso. Di conseguenza, questo tipo di dispositivo non solo protegge una persona dalle scosse elettriche, ma salva anche il cablaggio e le apparecchiature dal burnout in caso di cortocircuito. Pertanto, l'RCD e il difavtomat, la differenza tra i quali siamo appena stati resi noti, sono meccanismi piuttosto diversi.

Ancora una volta ricordiamo che l'automa differenziale può essere usato come un fusibile in case dove c'è un costante pericolo di sovraccarico cronico nella rete.

Questa è una distinzione dettagliata tra RCD e diphavtomat. Ma come fare la scelta giusta nel negozio? Dopotutto, abbiamo già detto che questi dispositivi sono estremamente simili tra loro, anche nelle fotografie.

Compriamo correttamente!

In primo luogo, prestare attenzione al nome immediato del dispositivo stesso. Oggi, quasi tutti i produttori hanno finalmente incontrato i consumatori, che si degnano di indicare sul caso del dispositivo stesso se è difavtomat o UZO di fronte a voi. E quindi non raccomanderemmo di acquistare attrezzature simili fatte in Cina. Nosy Asians o non indicano nulla, o lo fanno usando la loro notazione chiara.

Approssimativamente la stessa categoria include consigli sulla lettura attenta della marcatura, che dovrebbero sempre essere indicati tutti sullo stesso dispositivo o sulla confezione (opzione meno affidabile).

Quindi, se si vede sul caso solo la grandezza della corrente nominale (16, per esempio), e non ci sono lettere davanti a questa designazione, allora si tiene premuto l'RCD. Nota che "16" in questo caso significa "amp". Se prima dei numeri ci sono le lettere B, C o D, allora hai un difavtomat nelle tue mani. Le lettere indicano le caratteristiche tipiche dei rilasci termici ed elettromagnetici, ma a livello domestico non è necessario prestare particolare attenzione a loro.

Inoltre, non fa male guardare anche lo schema elettrico. Questo metodo è un po 'più complicato, ma offre una garanzia di differenziazione al 100%. Questa informazione dovrebbe anche essere visualizzata sul contenitore. Quindi, se il circuito indica solo la presenza di un difactom con la designazione "Test", allora c'è un RCD di fronte a te (non confondere!). Di conseguenza, se c'è un "Test" lì e gli avvolgimenti delle uscite sono indicati, allora hai in mano un automa differenziale.

Infine, ha senso prestare attenzione anche alle dimensioni generali. Se parliamo dei vecchi modelli di diphavomat, sono molto più ampi di quelli del RCD. A quei tempi, semplicemente non sapevano come produrre releasers sufficientemente compatti, e quindi avevano bisogno di un volume interno più grande. Attenzione! Tutti i moderni automi differenziali occupano meno spazio!

Tuttavia, è importante avvertirti che non presteranno seria attenzione all'ultimo punto, poiché attualmente esiste un numero enorme di dispositivi di dimensioni assolutamente identiche.

Vai alla cosa principale

Quindi, difavtomat o UZO? Quale conclusione può essere fatta sulla base di quanto precede? Cosa è meglio scegliere, che è più affidabile e adatto per operare in realtà domestiche? Per rispondere a questa domanda, confronteremo i dispositivi con sei indicatori contemporaneamente. Avendo confrontato tutti i pro e i contro, cercheremo di raggiungere un consenso.

Il volume occupato dal dispositivo nella dashboard

Naturalmente, in questo aspetto, qualsiasi differenza significativa può essere vista solo da persone che hanno pochissimo spazio nell'appartamento, il che non consente di contrassegnare un normale quadro elettrico nel corridoio. Tuttavia, dato il desiderio universale di compattezza e bellezza, la maggioranza nel nostro paese. Inoltre, è preferibile posizionare tutto in anticipo nella quantità più piccola possibile, poiché successivamente lo scudo non dovrà essere ampliato se sarà necessario installare apparecchiature elettriche più potenti nell'appartamento.

Quindi, al momento, l'RCD (trifase - incluso) occupa molto più spazio nel pannello rispetto al differenziale automatico. Qual è la ragione? I lettori più attenti potrebbero trovare la risposta a questa domanda nell'articolo.

Abbiamo già parlato della necessità di installare la protezione automatica di fronte all'RCD, in modo che, a causa di ciò, l'intera struttura nel pannello inizi a occupare più spazio. Se monti una macchina differenziale lì, puoi risparmiare un po 'di spazio. Ad esempio: nel caso standard, gli RCD con spegnimento automatico occupano tre moduli contemporaneamente, mentre il dispositivo automatico differenziale ne richiede solo due.

Così, in questo "round", il difavtomat ha vinto, permettendogli di lasciare spazio all'espansione della struttura.

Facile installazione

Come in altri casi, per molti elettricisti è la velocità e la semplicità di montare l'intera struttura che è importante. Se si è interessati all'installazione di un RCD, la fase viene indirizzata allo switch e dalla sua uscita viene montato un ponticello all'ingresso del dispositivo di spegnimento. Zero si connette anche all'input. Va notato che ci sono diversi schemi di connessione studiati dagli elettricisti professionisti. Di norma, non sono necessari nella vita di tutti i giorni.

Come montare una macchina differenziale?

E che dire della connessione difavtomata? Se parliamo di un automa differenziale, la fase e lo zero si aggrappano immediatamente ai terminali di ingresso del dispositivo, in modo che nello schema generale ci siano molto meno ponticelli e transizioni. Di conseguenza, anche la struttura interna delle piastre è notevolmente semplificata.

Quindi, la connessione del difactom è molto più facile e veloce, così che in questo caso gli assegniamo fiduciosamente la vittoria.

Benefici del funzionamento

In teoria, possiamo supporre che una volta sulla linea di prese nel bagno funzionasse il RCD. Si può immediatamente supporre che ci fosse una perdita da qualche parte sulla linea. Ovviamente, l'algoritmo di risoluzione dei problemi è un po 'più complicato, ma le conclusioni principali possono essere tratte immediatamente.

Se l'interruttore è spento, la ragione è abbastanza ovvia: sovraccarico o cortocircuito. Devi solo scoprire la causa ed eliminarla. Dato che il motivo per disabilitare la macchina è più o meno chiaro, questo non sarà così difficile.

E ora consideriamo lo stesso, ma con riferimento all'automa differenziale. Quando lo spegni, il motivo è immediatamente chiaro, quindi dovrai controllare tutte le cause note. Di conseguenza, ci vorrà molto più tempo. Ecco come UZO si differenzia da diphiftomate in questo senso.

Pertanto, in questa fase, daremo la preferenza agli RCD.

Problema dei costi

Poiché oggi esiste un numero enorme dei produttori più variegati sul mercato, si consideri il costo dei prodotti EKF, che sono piuttosto popolari tra gli elettricisti professionisti. Quindi, un diffamatore EKF standard a 16 A costa circa 600 rubli, un RCD per lo stesso amperaggio costa gli stessi 600 rubli e il dispositivo di disconnessione vende per circa 40 rubli. Acquistando lo stesso su siti specializzati, è possibile contare su arresti automatici, che in questi casi vengono venduti quasi per peso.

Prima di collegare un difavtomat, è necessario accertarsi che non vi siano variazioni frequenti e improvvise di tensione. Perché stiamo parlando di questo? Questo diventerà chiaro dopo aver considerato la questione della sostituzione di questa apparecchiatura.

Date le fluttuazioni dei costi a seconda del fornitore, è difficile parlare dei vantaggi dell'una o dell'altra opzione.

Durata in servizio e costi di sostituzione

Come si può supporre, le caratteristiche di questo criterio seguono automaticamente la precedente. Tutti sanno che qualsiasi apparecchiatura elettrica ha una certa durata di servizio, dopo di che diventa pericoloso gestirla. Supponiamo che, per un motivo o per l'altro, l'RCD o l'interruttore di circuito abbia fallito. Cosa fare dopo? Cambia la parte fallita, dopo di che il sistema continuerà a funzionare come prima.

Ma con il diffamatore la situazione non è così semplice. Supponiamo che l'avvolgimento di uno qualsiasi degli sganciatori non abbia funzionato, mentre l'RCD incorporato durante i test ha mostrato le sue prestazioni complete. Purtroppo, ma non importa, dal momento che in ogni caso dovrai sostituire l'intero difavtomat, il cui prezzo rende questo evento estremamente non redditizio. È molto più facile sostituire la macchina kopek, che fallisce più spesso.

Quindi, in questo round, la vittoria è di nuovo per il RCD.

Affidabilità del funzionamento

È opinione diffusa tra gli specialisti che i dispositivi che combinano più funzioni contemporaneamente siano meno affidabili rispetto alle macchine automatiche progettate solo per una cosa. Quindi RCD o difavtomat? Cosa scegliere per garantire la massima affidabilità?

Si può discutere di questo a lungo, ma la pratica ha dimostrato inequivocabilmente che in realtà la percentuale di fallimenti è quasi la stessa. È possibile che questo parametro dipenda esclusivamente dal produttore. Quindi, in questo caso, è estremamente difficile concludere che il dispositivo abbia un vantaggio inequivocabile.

Si può solo dire che l'RCD, il cui cablaggio è considerato da noi sopra, implica una maggiore affidabilità nelle condizioni di caduta di tensione domestica. Naturalmente, se non dimentichi di connetterti di fronte a lui uno spegnimento automatico, come abbiamo più volte menzionato sopra.

Pertanto, nella maggior parte dei casi, è l'RCD la scelta migliore. Tuttavia, tutto dipende dalle caratteristiche della rete e dalle dimensioni del quadro elettrico.

Contrariamente a tutti gli stereotipi: una ragazza con un raro disordine genetico conquista il mondo della moda. Il nome di questa ragazza è Melanie Gaidos e ha fatto irruzione nel mondo della moda rapidamente, scioccando, ispirando e distruggendo stupidi stereotipi.

13 segni che hai il miglior marito I mariti sono davvero grandi persone. Che peccato che i buoni sposi non crescano sugli alberi. Se l'altra metà fa queste 13 cose, allora puoi farlo.

Errori imperdonabili in film che probabilmente non hai mai notato, probabilmente ci sono pochissime persone a cui non piacerebbe guardare i film. Tuttavia, anche nel miglior film ci sono errori che lo spettatore potrebbe notare.

Perché ho bisogno di una piccola tasca sui jeans? Tutti sanno che c'è una piccola tasca sui jeans, ma poche persone si chiedono perché potrebbe essere necessario. È interessante notare che originariamente era un posto per xp.

Non farlo mai in chiesa! Se non sei sicuro di comportarti correttamente in una chiesa o meno, probabilmente non stai facendo la cosa giusta. Ecco una lista orribile.

Che cosa dice la forma del naso della tua personalità? Molti esperti ritengono che guardando il naso, si possa dire molto sulla personalità di una persona. Pertanto, al primo incontro, presta attenzione al naso di uno sconosciuto.

VoltLand.ru

La maggior parte delle persone, i normali consumatori, per capire la questione su come distinguere tra un ouzo e un difavtomat non sono necessari. Il nostro articolo è rivolto agli elettricisti inesperti che hanno bisogno di queste conoscenze per selezionare e installare correttamente il dispositivo giusto. Il materiale sarà anche utile per gli artigiani artigiani a casa che sono interessati a tutto per capire e farlo da soli.

Ma, prima di analizzare la differenza tra un dispositivo di protezione e un apparato differenziale, è necessario richiamare le loro funzioni principali e il principio di funzionamento. Per così dire, confrontali tra loro.

RCD e produzione di macchine differenziali EKF

Funzionalità del dispositivo

Immediatamente, notiamo che l'aspetto e il design di questi dispositivi sono abbastanza simili tra loro. Nella rete elettrica hanno la stessa funzione: protettiva. Tuttavia, lo fanno in modo leggermente diverso.

Questo dispositivo di spegnimento automatico risponde alla variazione delle differenze di corrente. Come sapete, la corrente circola attraverso il cablaggio: il filo di fase va al consumatore, attraverso i ritorni del conduttore zero. In questo caso, la differenza dovrebbe essere uguale a zero. Se c'è una differenza nella corrente passante, l'RCD reagirà a questo indicatore e si spegne automaticamente.

L'aspetto della corrente di dispersione è causato da danni all'isolamento dei cavi elettrici. Ciò può causare cortocircuiti o incendi e la rottura della fase sul corpo del dispositivo elettrico: la scossa elettrica di una persona. È per eliminare questi fattori e mettere l'UZO.

L'installazione dell'RCD è prescritta per il gruppo di prese, le stufe elettriche, le lavatrici e le caldaie per il riscaldamento dell'acqua. Sono questi i consumatori che sono i più pericolosi in termini di shock umano.

Dovremmo anche notare che l'RCD non protegge il cablaggio da sovraccarico e cortocircuito. Per questi scopi, è necessario mettere un interruttore automatico di fronte ad esso. Allo stesso tempo è importante scegliere che, in base al carico consentito, l'RCD sia più potente dell'automa. A cosa serve? Nel caso di un carico superiore ai limiti consentiti o al cortocircuito, la macchina funzionerà prima che l'RCD si guasti.

Macchina differenziale

Questo dispositivo è universale e in realtà è composto da due dispositivi. In un caso, i produttori hanno combinato un RCD e un interruttore automatico, che è molto comodo e pratico. Allo stesso tempo, l'apparato differenziale è altamente affidabile e protegge il circuito elettrico da cortocircuiti, carichi inaccettabili e una persona da shock elettrico.

La macchina differenziale ha un'alta velocità di risposta, durata. La funzione principale di questo dispositivo è la protezione aggiuntiva del circuito da sovratensioni: quando il valore sale a 250 V, la protezione automatica funzionerà.

Riassumendo, si nota che è possibile installare qualsiasi opzione: un interruttore differenziale o RCD, più un interruttore automatico. Entrambe le opzioni sono considerate corrette. La decisione su quale opzione scegliere per la connessione viene effettuata nel sito di installazione in base a condizioni specifiche, caratteristiche della rete e apparecchi elettrici.

Differenze RCD dal differenziale automatico

Dopo aver individuato la differenza tra i due dispositivi di protezione, vediamo come distinguere tra l'RCD e il diffrattore per selezionare il dispositivo desiderato. Si noti che tutte le differenze sono visive, quindi prima di acquistarlo vale la pena considerare il dispositivo con molta attenzione.

L'iscrizione sulla custodia

Per evitare confusione, molti produttori scrivono il nome sul lato del dispositivo, in particolare per i consumatori. Vale la pena notare qui che non ci sono norme generali per tale marcatura, quindi, ogni produttore lo applica a sua discrezione.

Tale etichettatura (se presente) viene utilizzata solo dai produttori nazionali, gli analoghi importati non hanno tale marchio. Pertanto, scegliere un apparecchio differenziale per tale differenza non è sempre possibile.

Inoltre, alcuni produttori nazionali abbreviano il dispositivo nella parte anteriore del case. In questo caso, l'RCD è etichettato come VD. I professionisti capiscono cosa significa questo interruttore differenziale. L'abbreviazione ABDT viene applicata a difer.

Corrente nominale

Anche VD differisce dalla designazione difavtomata della corrente nominale. Per gli RCD, il carico massimo ammissibile viene visualizzato solo in designazione numerica (ad esempio, 16A).

Per una macchina da scrivere, una caratteristica più importante è il tempo di risposta. Pertanto, sul caso è indicata una corrente nominale (ad esempio C16).

È importante! La lettera per un RCD indica un "amp". Su un diffrattore, caratterizza le proprietà del rilascio termico (tempo di risposta in caso di sovraccarico).

Circuito elettrico

Sui dispositivi di protezione considerati applicato il loro concetto. Sulla parte anteriore dell'RCD viene disegnato solo un trasformatore differenziale e sul difactomat viene aggiunta una designazione schematica di entrambe le versioni.

Questo modo di scegliere un dispositivo di sicurezza è più complicato di quelli discussi sopra, ma ha anche il diritto di usare. Per qualcosa, il produttore applica lo schema al dispositivo?

Posto occupato

Con il metodo di installazione, entrambi i dispositivi sono simili tra loro: sono montati su una guida DIN metallica, pre-fissata nel quadro elettrico. In questo caso, entrambi i dispositivi sono bipolari, quindi occupano due posizioni sulla guida.

Differenza RCD è la necessità di installazione aggiuntiva di un interruttore automatico unipolare. Quindi, risulta che una tale combinazione occupa tre punti nel quadro elettrico e l'automa differenziale - due. Questo fattore è decisivo nella domanda su quale dispositivo scegliere quando si installa il cablaggio elettrico in un piccolo quadro elettrico.

Oggi vengono offerti RCD a modulo singolo, il cui vantaggio è quello di risparmiare spazio nel pannello. Ma un dispositivo così compatto viene visualizzato sul suo riempimento interno. Invece di un dispositivo elettromeccanico affidabile, in tali dispositivi viene utilizzato un circuito di sgancio elettronico. Pertanto, gli elettricisti esperti non raccomandano l'uso di tali dispositivi di protezione.

Caratteristiche di installazione e funzionamento

In conclusione, rivediamo brevemente la tecnologia di installazione degli apparati di protezione e alcune sfumature che si presentano durante il loro funzionamento.

Installazione del sistema

Di norma, l'installazione di dispositivi di protezione non crea difficoltà. Hanno un metodo semplice e diretto per il fissaggio: su una guida DIN montata o installata. Sulla custodia dello strumento è indicato a quale contatto è connesso il filo di fase ea cui è collegato a zero. Resta solo da determinare la polarità del cablaggio utilizzando una sonda.

Le estremità del cablaggio devono essere accuratamente pulite, senza danneggiare l'anima. In questo caso, le estremità nude non dovrebbero sporgere dall'alloggiamento del dispositivo. Per garantire un contatto affidabile, le viti di serraggio vengono serrate con forza sufficiente.

Quando si monta un RCD a fascio più un interruttore di circuito, un filo di fase viene fatto passare attraverso i terminali dell'interruttore.

Suggerimento: Quando si scelgono i dispositivi, si dovrebbe prestare attenzione alla corrente di dispersione. Il parametro ottimale è il valore di 30 mA. Con tali impostazioni, il dispositivo gestisce in modo affidabile le sue funzioni di protezione, mentre i falsi allarmi sono praticamente esclusi.

Determinazione delle cause dell'operazione

Le ragioni per il funzionamento di tali sistemi di protezione sono tre:

  1. Corto circuito;
  2. Carico finale prolungato;
  3. La presenza di corrente di dispersione.

Se si dispone di una macchina differenziale automatica installata, non è sempre possibile determinare con precisione la causa dell'operazione: questo può essere uno dei fattori, oltre al danno in uno degli apparecchi elettrici. L'installazione dei motivi dell'operazione di protezione potrebbe richiedere del tempo.

Un mucchio di RCD e interruttore automatico a questo riguardo è più conveniente. Se un dispositivo di sicurezza è scattato, nel circuito è presente una corrente di dispersione. È necessario fare una diagnosi per rilevare l'area con interruzione di isolamento. In caso di intervento di un interruttore automatico, si è verificato un problema con il sovraccarico sulla linea o si è verificato un cortocircuito.

Inoltre, va notato che in termini di affidabilità e tempo di risposta non c'è molta differenza tra i sistemi. Entrambi i circuiti di protezione svolgono un lavoro eccellente con le loro funzioni, sono affidabili e progettati per operare in condizioni diverse (ad eccezione di alta umidità). Quando si installa un UZO o diphavtomata in bagno, è necessario utilizzare una scatola impermeabile speciale.

Per eliminare situazioni anomale, è necessario verificare il funzionamento dei dispositivi una volta ogni 2-3 mesi. Per fare questo, sul caso del dispositivo di protezione (RCD e differenziale automatico della macchina) c'è un pulsante "test", quando premuto, la protezione dovrebbe funzionare. Quando l'unità si guasta, la protezione non funzionerà, tale dispositivo deve essere sostituito.

Riassumendo

La macchina differenziale automatica è il dispositivo universale per la protezione di una rete elettrica contro vari fattori. Allo stesso tempo, un gruppo di RCD e interruttore automatico è più comodo durante il funzionamento. Inoltre, in caso di rottura, è possibile sostituire un dispositivo, che è più semplice ed economico.

Pertanto, gli elettricisti esperti fanno la scelta finale sul posto, in base alle condizioni specifiche, alle condizioni e alle caratteristiche della rete.