Come collegare un interruttore automatico

  • Strumento

Interruttore automatico (può anche essere chiamato automatico, interruttore) - dispositivo di commutazione progettato per fornire energia elettrica. corrente alla struttura e suo arresto in modalità automatica quando si verifica un problema nella rete elettrica. ProdottiDispositivo e principio di funzionamento

Per collegare correttamente la macchina al lavoro, è necessario comprenderne il design e il principio di funzionamento.

Il dispositivo dell'interruttore con rilascio termico nella sezione

Le parti principali del prodotto sono le seguenti:

  • alloggio;
  • dispositivo di commutazione;
  • meccanismo di controllo (maniglia, pulsante);
  • camera di estinzione dell'arco;
  • morsetti a vite (superiore, inferiore).

Il corpo e il meccanismo di controllo sono realizzati in plastica resistente che non supporta la combustione. Il dispositivo di commutazione è sia mobile che fisso. Il polo dell'automa è una coppia di questi contatti, che ha la sua camera ad arco. Il suo scopo principale - per e-mail. arco, che appare al momento della rottura dei contatti sotto carico. È un set di piastre in acciaio con una speciale forma del profilo. Sono equidistanti l'uno dall'altro e isolati tra di loro. A queste piastre viene attratto l'arco elettrico che si genera nel processo di malfunzionamento. Qui si raffredda e si spegne. Il numero di coppie di contatti può essere compreso tra 1 e 4.

Ad esempio, un interruttore bipolare ha 2 contatti mobili e 2 fissi. La macchina ha un indicatore di posizione: rosso significa che il prodotto è acceso e verde indica che è spento. Ciò consente di navigare rapidamente e scoprire lo stato della macchina.

Al di fuori della macchina, solo la maniglia, i fermagli situati sopra e sotto e l'indicatore sono visibili. Tutto il resto è all'interno del dispositivo.

L'alloggiamento ha ganasce speciali, chiamate retainer, che consentono di installare rapidamente un interruttore su una guida speciale denominata DIN. In caso di sostituzione del prodotto, lo stesso morsetto consente di smontarlo rapidamente: allentando le viti di fissaggio ai morsetti della macchina, basta spostare il morsetto verso il basso. Automatico rimosso senza sforzo dalla guida. Oggi tali binari sono parte integrante di qualsiasi quadro elettrico. Molti elementi moderni di elettronica e automazione sono realizzati appositamente per l'installazione su una guida DIN.

Il meccanismo che spegne l'interruttore quando si verifica una situazione di emergenza è chiamato viaggio. Ogni tipo di unità di scatto ha il proprio dispositivo.

Il rilascio termico nel suo design ha una piastra speciale chiamata bimetallico. È fatto premendo da 2 metalli dissimili che hanno coefficienti di dilatazione lineare differenti. Collegare la piastra del circuito elettrico in serie con il carico. Durante il funzionamento del dispositivo, la piastra viene riscaldata da una corrente che lo attraversa e si piega verso il metallo, che ha un coefficiente di espansione inferiore. Se la corrente aumenta al di sopra del valore nominale (sovraccarico), la sua flessione porterà alla disconnessione dell'automa. Per fare questo, il design fornisce un meccanismo di innesco.

Il funzionamento dell'interruttore in aggiunta a questo è influenzato dalla temperatura ambiente. Pertanto, in alcuni prodotti, il tempo di risposta viene regolato in base a questa temperatura. In ogni caso, più alto è il valore corrente dal valore nominale, più veloce sarà il rilascio termico. Alcuni di loro lavorano in una frazione di secondo.

Interruttore automatico con rilascio magnetico

Una bobina con un avvolgimento e un nucleo - questo è il rilascio magnetico. L'avvolgimento è costituito da un filo di rame isolato. Incluso nell'e-mail. circuito in serie con i contatti - la corrente di carico si muove lungo di esso. Se supera il valore accettabile impostato, il campo magnetico della bobina sposterà il nucleo e, a sua volta, influisce sul dispositivo di disconnessione. Ciò causerà l'apertura dell'interruttore automatico.

Il dispositivo è una macchina con un tipo di controllo combinato

Alcuni tipi di interruttori forniscono un ritardo di tempo durante un cortocircuito e vengono chiamati selettivi. Tale prodotto ha un pannello speciale in cui è impostato il tempo di intervento dell'interruttore. Ciò rende possibile disattivare una sezione specifica in cui si è verificato un cortocircuito e dove sono stati utilizzati altri automi. Di conseguenza, non è necessario scollegare completamente l'oggetto dall'alimentazione, è possibile solo scollegare la sezione in cui si è sviluppata la situazione di emergenza. Di regola, si tratta di dispositivi potenti con rilascio di semiconduttori.

Il design della macchina potrebbe non contenere il rilascio, quindi viene chiamato interruttore di manovra-sezionatore.

Selezione automatica

Prima di procedere con l'installazione, è necessario scegliere il prodotto giusto. Quanto mettere: uno o più, a quale potenza, quale produttore? Ho bisogno di una macchina introduttiva? Connettiti al contatore o dopo? Queste domande sono le domande più frequenti.

Ogni interruttore è caratterizzato dai seguenti parametri:

  • corrente nominale (indicata in A);
  • tensione di lavoro el. rete (indicata in B);
  • il numero di poli;
  • cortocircuito di massima corrente;
  • caratteristica tempo-corrente (il tempo di risposta del dispositivo in funzione della grandezza della corrente di flusso - la massima capacità di commutazione (PKS)).

L'ultimo parametro è indicato in numeri, il che significa che a quale valore di corrente il dispositivo manterrà la sua capacità di lavoro. Nella vita di tutti i giorni vengono utilizzati prodotti con i numeri 4500, 6000 e 10000 A.

I produttori di solito indicano tutto questo direttamente sulla custodia dello strumento, incluso il concetto di accensione e il simbolo dell'interruttore.

Posizionamento delle caratteristiche tecniche del dispositivo automatico sulla custodia del dispositivo

L'interruttore viene selezionato in base alla potenza del carico e alla sezione trasversale del filo collegato. Di solito, vengono selezionati due parametri: corrente di sovraccarico, corrente di interruzione al cortocircuito.

Il sovraccarico si verifica quando dispositivi e dispositivi sono inclusi nella rete, la cui potenza totale porterà a un riscaldamento eccessivo dei conduttori e alle connessioni dei contatti. Pertanto, l'automa che verrà installato in un particolare circuito deve avere una corrente di spegnimento maggiore o uguale a quella calcolata. Viene determinato sommando la potenza dei dispositivi elettrici da utilizzare (indicati nel passaporto). Successivamente, la figura risultante è divisa in 220 (richiama la fisica e la legge di Ohm) e ottiene il sovraccarico di corrente desiderato. È necessario tenere conto di un'altra circostanza: questa corrente non dovrebbe essere maggiore della corrente che può fluire attraverso il conduttore.

Corrente di arresto al cortocircuito - questo è il valore al quale l'interruttore automatico è scollegato. Viene anche calcolato e quindi selezionato in base al tipo di protezione. Contiene i valori della corrente di intervento relativa alla probabile corrente di cortocircuito. Questa corrente dipende dal tipo di carico elettrico. Nella vita di tutti i giorni e per piccoli oggetti utilizzare il dispositivo con il simbolo B, C e sull'ingresso - D (vedere la posizione dei simboli nella figura).

Molto spesso, oltre agli automi per ogni linea di gruppo, il circuito elettrico include anche un automa introduttivo, un RCD o un automa differenziale.

Schema di cablaggio dei dispositivi di protezione nel pannello di distribuzione

Il diagramma indica i seguenti punti, che sono importanti da sapere:

  • set completo di centralino (ingresso automatico, contatore elettrico, UZO, macchine automatiche dalle linee di camminata);
  • funzionamento in coppia dell'automa di ingresso e dell'RCD (questo è evidenziato da una minore corrente nominale dell'RCD, rispetto all'automa di ingresso);
  • il luogo di installazione dell'RCD (dovrebbe essere vicino all'alimentazione in ingresso, quindi è montato immediatamente dietro lo strumento);
  • installazione di un RCD che protegge l'intero circuito elettrico (la corrente di dispersione non deve superare i 30 mA);
  • quando si installa l'RCD, lo zero protettivo (PE - linee nere) e il conduttore di lavoro zero (linee N - blu) sono separati;
  • sezione di conduttori e marca di filo;
  • come il conduttore di fase è collegato ai dispositivi principali del circuito (sul diagramma della linea rossa).

L'aspetto del pannello di distribuzione con dispositivi installati per misurare il consumo di e. energia e protezione dell'elettricità. Le catene sono mostrate nella foto qui sotto:

Posizionamento di elementi di sicurezza e contatore nel pannello di distribuzione

produttori

Gli interruttori automatici sono fabbricati in molti paesi. Il requisito principale per questo dispositivo è che deve essere realizzato con materiali di alta qualità e avere una lunga durata. Il prezzo della macchina della stessa potenza può variare abbastanza in una vasta gamma e dipende dal produttore.

Le seguenti aziende producono macchine della migliore qualità:

  • Francese: Legrand, Schneider Electric, Hager;
  • SEZ Slovacco Krompachy;
  • Tedesco: ABB, Moeller, Kopp;
  • US General-Electric;
  • Russo: contattore, KEAZ.

montaggio

Prima di montare l'interruttore, è necessario determinare chiaramente dove collegare correttamente i cavi o il cavo di alimentazione: nella parte superiore o inferiore del prodotto o, più semplicemente, nei contatti mobili o fissi. E sebbene molti non rispettino questa condizione e si colleghino senza tener conto di questo fattore, è comunque più corretto riferirsi all'EMP, che per gli elettricisti è il documento di cui si devono osservare le istruzioni. Indica chiaramente: la connessione del cavo di alimentazione (cavo) deve essere effettuata sui contatti fissi. Sono in tutte le macchine moderne sono in cima.

L'installazione non può essere eseguita senza strumenti e dispositivi di controllo. Deve avere:

  • set di cacciaviti;
  • coltello di montaggio;
  • tester o cacciavite con indicatore.

Unipolare

L'installazione viene eseguita in reti monofase, in cui l'ingresso è costituito da 2 fili (solitamente questi sono edifici di un vecchio edificio): fase (L) e zero (PEN), vale a dire. realizzato sul sistema TN-C. Il cavo di alimentazione è collegato al terminale 1 della macchina, dal terminale 2 al contatore è distribuito alle macchine di gruppi specifici. L'alimentazione zero attraverso il misuratore viene fornita al bus zero PEN. Questo è mostrato graficamente nella figura sottostante.

Schema di collegamento di macchine unipolari nel quadro elettrico

bipolare

L'installazione viene eseguita in reti monofase in cui l'ingresso viene eseguito da 3 fili, uno dei quali è la fase (L), il secondo è zero (N), il terzo è terra (PE), cioè. La connessione avviene tramite sistemi TN-C-S o TN-S. Qui, il filo di alimentazione viene fornito al terminale 1, zero al terminale 3 e fissato saldamente. Il terminale 2 viene emesso, la fase passa attraverso il misuratore. Il dispositivo di input, che è l'RCD, distribuisce la potenza in modo uniforme attraverso gli interruttori, combinati in gruppi separati. Dal terminale 4, che è l'uscita, lo zero passa attraverso il contatore elettrico, RCD ed è collegato al bus N. Il cablaggio è mostrato schematicamente in Figura 10.

Schema di collegamento negli interruttori automatici bipolari

Nel passaporto ai requisiti specifici della macchina per il collegamento ai suoi terminali di conduttori. Le informazioni devono essere attentamente studiate. Questo vale sia per la sezione trasversale che per il tipo di connessione dei conduttori, nonché per la lunghezza della parte da pulire.

Solitamente per macchine automatiche usate nella vita di tutti i giorni, i fili vengono spogliati di isolamento per una lunghezza fino a 1 cm usando un coltello di montaggio. È inoltre necessario prestare attenzione alla marcatura a colori dei fili. Bianco o marrone sul filo di alimentazione (fase), blu (blu, nero) - sul conduttore neutro, giallo-verde o verde - a terra.

Dopo aver rimosso con un coltello di installazione, la parte nuda del cavo viene inserita nel terminale dall'alto o dal basso, a seconda del conduttore collegato (fase, massa o zero). Inoltre, sono fissati saldamente ai morsetti corrispondenti con viti. Ci sarà bisogno di un cacciavite. L'affidabilità dell'attacco del conduttore è controllata da contrazioni. Nel caso di collegamento all'interruttore del cavo flessibile, è necessario utilizzare punte speciali, che rendono la connessione più affidabile.

Quando si collegano i conduttori alla macchina, è necessario attenersi ai seguenti fattori:

  • l'isolamento non deve cadere sotto la clip di contatto;
  • Non stringere con grande sforzo, può deformare il corpo e, di conseguenza, portare a guasti del dispositivo, malfunzionamenti o riduzione della durata.

In molti casi, nel quadro sono installati diversi interruttori automatici. Elettricisti inesperti li collegano con ponti. Questo è permesso, ma è meglio usare un bus speciale. Si chiama pettine. Di solito viene tagliato alla dimensione richiesta, quindi connette la fase alla macchina nella sequenza fornita dall'e-mail principale. schema.

L'aspetto del bus di collegamento

elettrificazione

Per eseguire correttamente l'elettrificazione di un oggetto di qualsiasi complessità, è necessario eseguire le seguenti operazioni:

  • disegnare un circuito elettrico tenendo conto di tutte le caratteristiche dell'installazione elettrica di un oggetto specifico;
  • determinare correttamente il consumo energetico totale;
  • determinare il numero di gruppi elettrici e la potenza di ciascun gruppo;
  • determinare il sito di installazione del pannello di distribuzione e quanti moduli dovrebbe essere;
  • prendere il dispositivo di misurazione (contatore elettrico);
  • collegare correttamente le linee in uscita e in entrata;
  • effettuare la connessione dello scudo alla rete della compagnia elettrica.

Connection. video

Informazioni sullo schema elettrico degli interruttori automatici sono disponibili nel video qui sotto.

Tutto questo è possibile solo da parte di elettricisti competenti che sono esperti nell'approvvigionamento di oggetti semplici e complessi. Conoscono la moderna base elettrica e sono in grado di completare con tutti i quadri elettrici necessari con spese minime. Inoltre, sulla base di molti anni di esperienza, possono fornire suggerimenti utili per risparmiare energia e migliorare la fornitura di energia elettrica alle strutture esistenti.

Come connettere la macchina nel pannello senza errori

Il quadro elettrico è difficile da immaginare senza i moderni dispositivi di protezione modulari, come interruttori automatici, dispositivi a corrente residua, interruttori differenziali e tutti i tipi di relè di protezione. Ma non sempre questi dispositivi modulari sono collegati correttamente e in modo sicuro.

In vista della manutenzione dei quadri elettrici, a volte devo incontrare degli errori nel collegare gli interruttori automatici installati in essi. Sembrerebbe, come si può connettere il solito single-pole automatico? Ho pulito il cavo per una certa lunghezza, l'ho inserito nei terminali, serrato saldamente le viti.

Ma non importa quanto possa sembrare strano, la maggior parte delle persone ha mani "maldestre" e la qualità costruttiva degli scudi lascia molto a desiderare. Sebbene in realtà tutti facciamo o commettiamo errori in un settore particolare, e come dice il famoso proverbio: "chi non fa nulla non si sbaglia".

Un saluto a tutti gli amici sul sito "Electric in the House". In questo articolo considereremo come collegare la macchina nel pannello e analizzare diverse opzioni per gli errori più comuni e grossolani.

Collegamento degli automi nel pannello - l'ingresso è dall'alto o dal basso?

La prima cosa che vorrei iniziare è la corretta connessione della macchina in linea di principio. Come è noto, un interruttore ha due contatti per il collegamento in movimento e fisso. Quale dei contatti è necessario collegare l'alimentazione alla parte superiore o inferiore? Ad oggi, ci sono state molte polemiche su questo problema. Su qualsiasi forum elettrico un gruppo di domande e opinioni su questo argomento.

Ci rivolgiamo per la consulenza ai documenti normativi. Che cosa dice l'EMP a riguardo? Nella settima edizione dell'OSP, clausola 3.1.6. Dice:

Come si può vedere dalle regole, si dice che il cavo di alimentazione quando si collegano le macchine nella schermatura dovrebbe essere collegato, di regola, a contatti fissi. Questo vale anche per tutti gli ouzo, difavtomam e altri dispositivi di protezione. L'espressione "di regola" non è chiara da tutto questo ritaglio. Cioè, sembra, come dovrebbe, ma in alcuni casi può esserci un'eccezione.

Per capire dove si trova il contatto mobile e fisso, è necessario rappresentare il dispositivo interno dell'interruttore. Prendiamo un esempio di automa unipolare per valutare dove si trova il contatto fisso.

Davanti a noi c'è una macchina automatica serie BA47-29 di iek. Dalla foto è chiaro che il suo contatto fisso è il terminale superiore, e il contatto mobile è il terminale inferiore. Se consideriamo le designazioni elettriche sull'interruttore stesso, allora qui si vede anche che il contatto fisso è in alto.

Altri interruttori di circuito di altri produttori hanno le stesse designazioni sul caso. Prendiamo, ad esempio, una macchina automatica Easy9 Schneider Electric, il suo contatto fisso è anche in cima. Per gli RCD Schneider Electric, tutti allo stesso modo, ci sono i contatti fissi in alto e quelli mobili dal basso.

Un altro esempio sono i dispositivi di sicurezza Hager. Sul corpo degli interruttori di circuito e HBO RCD, è anche possibile vedere i simboli, dai quali è chiaro che i contatti fissi sono in alto.

Vediamo, dal lato tecnico, c'è un valore, come connettere la macchina dall'alto o dal basso.

L'interruttore automatico protegge la linea da sovraccarichi e cortocircuiti. Quando si verificano sovracorrenti, il rilascio termico ed elettromagnetico situato all'interno dell'alloggiamento reagisce. Da quale parte il potere sarà collegato dall'alto o dal basso per l'operazione dei releasers, non c'è assolutamente alcuna differenza. Cioè, si può dire con certezza che il funzionamento della macchina non influisce sul contatto che verrà alimentato.

In realtà, dovrei notare che i produttori di moderni dispositivi modulari "branded", come ABB, Hager e altri, consentono il collegamento dell'alimentazione ai terminali inferiori. A questo scopo, ci sono morsetti speciali sulle macchine, progettati per pneumatici a pettine.

Perché l'OIR ti consiglia di collegarti ai contatti fissi (superiore)? Tale regola è approvata per scopi generali. Qualsiasi elettricista esperto sa che, quando si lavora, è necessario rimuovere la tensione dall'apparecchiatura su cui funzionerà. "Zalazy" nello scudo di una persona presuppone intuitivamente la presenza di una fase in cima alle macchine automatiche. Spegnendo l'AV nel pannello, sa che la tensione ai terminali inferiori e tutto ciò che si allontana da loro, no.

Ora immagina che la connessione degli automi nel centralino sia stata effettuata da un elettricista zio Vasya, che ha collegato la fase ai contatti inferiori di AB. È trascorso un po 'di tempo (settimana, mese, anno) e si ha la necessità di sostituire una delle macchine (o aggiungerne una nuova). L'elettricista zio Peter arriva, spegne le macchine necessarie e sale con sicurezza a mani nude sotto la tensione.

Nel recente passato sovietico, tutti gli automi avevano un contatto fisso in alto (ad esempio, AP-50). Ora, con la costruzione di AB modulari, non è possibile smontare il luogo in cui si muove e dove il contatto fisso. In AB, che abbiamo considerato sopra, il contatto fisso era situato in alto. E dove è la garanzia che il contatto fisso dell'automa cinese sarà posizionato in cima.

Pertanto, nelle regole del ПУЭ, la connessione del conduttore di alimentazione ai contatti fissi implica solo una connessione ai terminali superiori ai fini di ordine generale ed estetica. Io stesso sono un sostenitore del collegamento dell'alimentazione ai contatti superiori dell'interruttore.

Per coloro che non sono d'accordo con me sulla questione del rinterro, perché nei circuiti elettrici la potenza degli automi è collegata a contatti fissi.

Se si prende, ad esempio, un normale interruttore tipo RB, installato su ogni impianto industriale, non verrà mai collegato al contrario. Connettere l'alimentazione ai dispositivi di commutazione di questo tipo crede solo ai contatti migliori. Spegnere l'interruttore e si sa che i contatti inferiori senza tensione.

Colleghiamo i fili alla macchina: un cavo con un nucleo monolitico

Come connettere le macchine nel pannello alla maggior parte degli utenti? Quali errori si possono fare mentre si fa questo? Diamo un'occhiata agli errori più comuni qui.

Errore - 1. Contatto con isolamento.

Tutti sanno che prima di collegare la macchina nel pannello è necessario rimuovere l'isolamento dai fili collegati. Sembrerebbe che non vi sia nulla di complicato, spoglia il nucleo alla lunghezza desiderata, quindi inserirlo nel morsetto di bloccaggio della macchina e serrarlo con una vite, assicurando così un contatto affidabile.

Ma ci sono casi in cui le persone non riescono a capire perché una macchina si brucia, quando tutto è collegato correttamente. Oppure perché il cibo nell'appartamento scompare periodicamente quando il cablaggio e il riempimento del pannello sono completamente nuovi.

Uno dei motivi per cui sopra è l'ingresso dell'isolamento del filo sotto la clip di contatto dell'interruttore. Un tale pericolo sotto forma di cattivo contatto comporta il pericolo che l'isolamento si sciolga, non solo i fili, ma anche la macchina stessa, che può provocare un incendio.

Per eliminare questo, è necessario monitorare e verificare come il cavo è stretto nella presa. La corretta connessione delle macchine nel centralino dovrebbe eliminare tali errori.

Errore - 2. Non è possibile collegare diversi core di sezioni diverse a un terminale AB.

Se si rendesse necessario connettere diversi automi che si trovano nella stessa fila da una fonte (filo) per questo scopo, il pettine non potrebbe essere più adatto. Ma tali pneumatici non sono sempre a portata di mano. Come combinare diverse macchine di gruppo in questo caso? Qualsiasi elettricista, rispondendo a questa domanda, ti dirà di creare dei ponticelli fatti in casa dei cavi.

Per creare un tale saltatore, usa pezzi di filo della stessa sezione trasversale, ma piuttosto non romperlo per tutta la lunghezza. Come fare questo? Senza rimuovere l'isolamento dal filo, formare un ponticello della forma e delle dimensioni desiderate (in base al numero di rami). Quindi puliamo l'isolamento dal filo nel punto di piega alla lunghezza desiderata, e otteniamo un ponticello inseparabile da un singolo pezzo di filo.

Non connettere mai gli automi con i jumper via cavo di sezione diversa. Perché? Quando il contatto è serrato, il nucleo con una grande sezione trasversale sarà ben fissato, e quel nucleo con una sezione trasversale più piccola avrà uno scarso contatto. Di conseguenza, la fusione dell'isolamento non è solo sul filo, ma anche sulla macchina stessa, che senza dubbio causerà un incendio.

Un esempio di collegamento di interruttori automatici con ponticelli di diverse sezioni di cavo. La "fase" arriva alla prima macchina con un filo da 4 mm2, mentre i ponticelli con filo da 2,5 mm2 vanno già alle altre macchine. La foto mostra che il ponticello dai fili di sezioni diverse. Di conseguenza, contatto insufficiente, aumento della temperatura, fusione dell'isolamento non è solo sui fili, ma anche sulla macchina stessa.

Ad esempio, proviamo a stringere nel terminale dell'interruttore due vite con una sezione trasversale di 2,5 mm2 e 1,5 mm2. Non importa quanto ho cercato di garantire un contatto affidabile in questo caso, non ho potuto fare nulla. Il filo con una sezione di 1,5 mm2 penzolava liberamente.

Un altro esempio nella foto è un difavtomat, nel cui terminale sono stati inseriti due fili di diversa sezione trasversale e hanno cercato di stringere il tutto. Di conseguenza, il filo con una sezione trasversale più piccola dondola e fa scintille.

Errore - 3. Formazione delle estremità dei fili e dei cavi.

Questo articolo molto probabilmente non si riferisce a un errore, ma a una raccomandazione. Per collegare i nuclei dei fili e dei cavi in ​​uscita alle macchine, rimuovere l'isolamento da essi di circa 1 cm, inserire la parte nuda in contatto e serrarla con una vite. Secondo le statistiche, l'80% degli elettricisti si collega in questo modo.

Il contatto allo svincolo è affidabile, ma può essere ulteriormente migliorato senza sprecare tempo e denaro. Quando si collegano i cavi con un nucleo monolitico alle macchine, creare una curva a forma di U alle estremità.

Questa formazione delle estremità aumenterà l'area di contatto del filo con la superficie del morsetto, il che significa che il contatto sarà migliore. Post scriptum Le pareti interne delle piazzole di contatto AB hanno tacche speciali. Quando la vite viene serrata, queste tacche vengono tagliate nel nucleo, aumentando così l'affidabilità del contatto.

Attaccare ai cavi a trefolo della macchina

Per i quadri elettrici, gli elettricisti spesso preferiscono un cavo flessibile con un filo a trefolo del tipo PV-3 o PugV. È più facile e più facile lavorare con esso che con un'abitazione monolitica. Ma c'è una caratteristica.

L'errore principale che i nuovi arrivati ​​fanno a questo proposito è quello di connettere il filo incagliato alla macchina senza terminare. Se si comprime il filo nudo come è, allora quando la vena viene stretta, vengono premuti e interrotti, e questo porta ad una perdita di sezione trasversale e al deterioramento del contatto.

Esperti "specialisti" sanno che è impossibile stringere il filo nudo nel terminale. E per la terminazione di core multi-wire, è necessario utilizzare suggerimenti speciali NSHV o NShVI.

Inoltre, se è necessario collegare due fili a trefolo a una clip della macchina, è necessario utilizzare un doppio capocorda NSHVI-2. Con l'aiuto di NShVI-2 è molto conveniente formare dei ponticelli per connettere più automati di gruppo.

Fili di saldatura sotto il morsetto della macchina - ERRORE (errore)

Separatamente, vorrei soffermarmi su questo metodo di terminazione dei fili in uno scudo come la saldatura. Questa è la natura della natura umana, che le persone stanno cercando di salvare tutto e non sempre vogliono spendere soldi per tutti i tipi di suggerimenti, strumenti e tutti i tipi di piccole cose moderne per l'installazione.

Ad esempio, si consideri il caso in cui un elettricista del dipartimento abitativo zio Peter collega il quadro elettrico con un cavo multipolare (o collega le linee in uscita all'appartamento). Non ha consigli NShVI. Ma a portata di mano è sempre il buon vecchio saldatore. E lo zio Peter, un elettricista, non trova un'altra via per reclamare un nucleo a più fili, infila l'intera cosa nel terminale della macchina e la stringe con una vite. Qual è il pericolo di collegare tali macchine in un centralino?

Quando si assemblano centralini NON è consentito saldare e riparare un nucleo multifilo. Il fatto è che un composto in scatola inizia a "fluttuare" nel tempo. E affinché un tale contatto sia affidabile, deve essere costantemente controllato e rafforzato. E come dimostra la pratica, se ne dimenticano sempre. La saldatura inizia a surriscaldarsi, la saldatura si scioglie, la giunzione si indebolisce ancora di più e il contatto inizia a "bruciare". In generale, una tale connessione può causare INCENDIO.

Pertanto, se l'installazione utilizza un cavo multicore, per la sua terminazione è necessario utilizzare i suggerimenti di NShVI.

Caratteristiche della connessione di dispositivi automatici e RCD nel pannello: schemi + regole per l'installazione

Dalla corretta connessione dei cavi elettrici in casa dipende dalla vita confortevole di tutti i suoi abitanti e il buon funzionamento degli elettrodomestici. Sei d'accordo? Per proteggere l'apparecchiatura in casa dagli effetti di sovratensione o corto circuito e gli abitanti dai pericoli associati alla corrente elettrica, è necessario includere dispositivi di protezione nel circuito.

In questo caso, è necessario soddisfare il requisito principale: la connessione dell'RCD e degli automi nel pannello dovrebbero essere eseguiti correttamente. È altrettanto importante non essere confusi con la scelta di questi dispositivi. Ma non preoccuparti, ti diremo come farlo nel modo giusto.

In questo articolo, ci concentreremo sui parametri con cui viene selezionato il RCD. Inoltre, qui troverete funzionalità, regole per la connessione di automi e RCD, oltre a molti schemi di cablaggio utili. E i video forniti nel materiale aiuteranno a realizzare tutto nella pratica, anche senza il coinvolgimento di specialisti, se si conosce un po 'di ingegneria elettrica.

Principi di connessione di base

Per collegare l'RCD nel pannello servono due conduttori. Secondo il primo di loro, la corrente va al carico, e secondo il secondo - lascia il consumatore lungo il circuito esterno.

Non appena si verifica una perdita di corrente, viene visualizzata la differenza tra i valori di input e output. Quando il risultato supera una quantità predeterminata, l'RCD si attiva in modalità di emergenza, proteggendo in tal modo l'intera linea di appartamento.

I dispositivi di spegnimento di protezione influenzano negativamente il cortocircuito (cortocircuito) e le cadute di tensione, quindi devono essere coperti. Il problema è risolto includendo nel circuito degli automi.

L'attuale fornitura di apparecchiature elettriche scorre attraverso uno degli avvolgimenti del nucleo in una direzione. Ha un altro orientamento nel secondo avvolgimento dopo averli attraversati.

L'installazione indipendente dei dispositivi di protezione comporta l'uso di circuiti. Entrambi gli RCD modulari e i dispositivi automatici per essi sono installati nel pannello.

Prima di iniziare l'installazione, è necessario risolvere le seguenti domande:

  • quanti RCD dovrebbero essere installati;
  • dove dovrebbero essere nello schema;
  • come connettersi in modo che il RCD funzioni correttamente.

La regola del cablaggio stabilisce che tutte le connessioni in una rete monofase devono essere incluse nei dispositivi collegati dall'alto verso il basso.

Gli elettricisti professionisti spiegano questo dicendo che se li si avvia dal basso, l'efficienza della stragrande maggioranza degli automi diminuirà di un quarto. Inoltre, il maestro, che lavora nello scudo, non dovrà comprendere ulteriormente lo schema.

Gli RCD progettati per l'installazione su linee separate e con valori nominali di piccole dimensioni non possono essere montati in una rete comune. In caso di inosservanza di questa regola, aumenteranno sia la probabilità di perdite che il corto circuito.

La scelta dell'RCD sui parametri principali

Tutte le sfumature tecniche associate alla scelta di UZO sono note solo agli installatori professionisti. Per questo motivo, gli esperti dovrebbero fare la selezione dei dispositivi anche nello sviluppo del progetto.

Criterio n. 1. Le sfumature della selezione di apparecchi

Quando si sceglie un dispositivo, la corrente nominale che lo attraversa in funzionamento continuo è il criterio principale.

Il valore di In è compreso nell'intervallo 6-125 A. La corrente differenziale IΔn è la seconda caratteristica più importante. Questo è un valore fisso al quale viene attivato l'RCD. Quando è selezionato nell'intervallo: 10, 30, 100, 300, 500 mA, 1 E i requisiti di sicurezza hanno la priorità.

Colpisce la scelta e lo scopo dell'installazione. Per garantire il funzionamento sicuro di un dispositivo, sono orientati al valore della corrente nominale con un piccolo margine. Se la protezione è necessaria per la casa nel suo complesso o per un appartamento, tutti i carichi sono riepilogati.

Criterio n. 2. Tipi di RCD esistenti

È necessario distinguere tra RCD e tipo. Ce ne sono solo due: elettromeccanici ed elettronici. L'unità di lavoro principale del primo è un circuito magnetico con un avvolgimento. Il suo effetto è di confrontare i valori della corrente che entra nella rete e tornare indietro.

Esiste una tale funzione nell'apparecchio del secondo tipo, esegue solo la sua scheda elettronica. Funziona solo in presenza di tensione. Per questo motivo, il dispositivo elettromeccanico protegge meglio.

In una situazione in cui il consumatore tocca accidentalmente il conduttore di fase e la scheda è diseccitata, nel caso di installazione di un RCD elettronico, la persona sarà sotto tensione. In questo caso, il dispositivo di protezione non funziona e il dispositivo elettromeccanico in tali condizioni rimarrà operativo.

Installazione di UZO e macchine automatiche in una guardia

Il quadro elettrico, nel quale si trovano i dispositivi di misurazione e condivisione del carico, è solitamente il luogo per l'installazione di un DCR. Indipendentemente dallo schema scelto, ci sono regole che sono richieste durante la connessione.

Principali regole di connessione

Insieme al dispositivo di spegnimento automatico, sulla scudo sono installate anche macchine automatiche. Tutto ciò che è necessario per questo è un minimo di strumenti e uno schema competente.

Il set standard dovrebbe essere composto da:

  • da un pacchetto di cacciaviti;
  • pinze;
  • taglierine laterali;
  • tester;
  • chiavi a bussola;
  • batista.

Anche per l'installazione è necessario un cavo VVG di diversi colori, selezionato nella sezione in base alle correnti. I tubi isolanti in PVC eseguono la marcatura dei conduttori.

Quando sulla schermatura è presente un posto sul blocco DIN, su di esso è montato un dispositivo di sicurezza. Altrimenti, installa altro.

Il principio chiave dell'installazione è il seguente: il contatto del conduttore neutro dopo l'RCD con lo zero di ingresso o la messa a terra non è accettabile, pertanto viene isolato per analogia con altri conduttori.

È necessario accendere l'interruttore automatico in serie con l'RCD. Questa è anche una delle regole più importanti.

Quando la protezione dell'intero alloggiamento viene eseguita utilizzando un singolo UZO, utilizzare uno schema che include diverse macchine.

Il progetto include, oltre agli AV aggiuntivi, un altro componente: l'isolatore del bus zero. Montato sul corpo dello scudo o binario din.

Introdurre questa aggiunta perché con un gran numero di conduttori neutri collegati al terminale di uscita del dispositivo di scatto, semplicemente non si inseriscono in una clip. Un pneumatico zero isolato è la migliore via d'uscita da questa situazione.

A volte gli elettricisti, al fine di posizionare l'intero fascio di fili neutri nella presa, decidono di archiviare i conduttori di un cavo single-core. Nel caso in cui il cavo sia incagliato, vengono rimosse diverse vene.

Questa opzione è meglio non usare, perché a causa della riduzione della sezione trasversale dei conduttori, la resistenza aumenterà, quindi, il riscaldamento aumenterà.

Poiché il numero di fori di montaggio e il loro diametro possono essere diversi. Il pneumatico della terra è attaccato direttamente allo scafo.

Zero fili in una sola volta - un ulteriore inconveniente nel rilevare i danni sulla linea, così come quando è necessario smantellare uno dei cavi. Non può fare a meno di svitare il morsetto, srotolando l'imbracatura, che provoca necessariamente l'apparizione di crepe nelle vene.

Non è possibile montare contemporaneamente e due fili in una presa. Gli ingressi degli interruttori sono collegati da ponticelli. Come ultimo per l'installazione professionale utilizzare pneumatici di collegamento speciali chiamati "pettine".

Caratteristiche degli schemi di connessione

La scelta dello schema comporta la presa in considerazione delle caratteristiche di una particolare rete elettrica. Tra le molte opzioni ci sono solo due schemi usati per connettere le macchine e l'RCD nel pannello, che sono considerati fondamentali.

Nel primo e più semplice modo, quando un singolo UZO protegge l'intera rete elettrica, ci sono degli svantaggi. Il problema principale è la difficoltà nell'identificare un sito di danno specifico.

Il secondo è che quando si verifica un qualche tipo di malfunzionamento nell'operazione RCD, l'intero sistema verrà messo fuori servizio. Al dispositivo di sicurezza viene assegnato un posto immediatamente dopo lo strumento.

Il seguente metodo prevede la presenza di tali dispositivi su ogni singola linea. Se uno di loro fallisce, tutti gli altri saranno in condizioni di lavoro. Per implementare questo schema è necessario uno scudo più dimensionale e costi elevati in termini finanziari.

Dettagli sullo schema semplice

Considerare la connessione di RCD con gli automi su un semplice pannello di appartamenti. All'ingresso c'è un interruttore automatico bipolare. È collegato a un RCD bipolare, a cui due macchine unipolari.

L'output di ognuno di essi è collegato al carico. In linea di principio, l'RCD viene introdotto nel circuito e un interruttore automatico.

La fase fornita al dispositivo di accensione immette l'input dell'RCD con l'uscita sulle macchine. L'uscita zero dalla macchina passa al bus zero e da qui all'ingresso del dispositivo.

Dalla sua uscita, il conduttore zero è già diretto al secondo zero bus. In presenza di questo secondo bus è una sfumatura speciale, non sapendo quale sia impossibile ottenere il normale funzionamento del circuito.

RCD nel processo di controllo della tensione sia in entrata che in uscita - quanti sono entrati nell'ingresso, tanto dovrebbe essere in uscita.

Se il bilanciamento è disturbato e all'uscita è più dal valore del setpoint a cui è impostato l'RCD, viene attivato e l'alimentazione viene automaticamente disattivata. Il bus zero è responsabile di questo processo.

Nei circuiti elettrici, dove non è prevista l'installazione di un dispositivo di spegnimento di protezione, solo uno zero comune.

Nei circuiti con RCD, l'immagine è diversa - molti di questi zeri sono già presenti qui. Quando si utilizza un dispositivo, ce ne sono due - comuni e uno relativo a cui opera il dispositivo di protezione.

Se sono collegati due RCD, ci sono tre sbarre zero. Designati dai loro indici: N1, N2, N3, ecc. In generale, ci sono sempre uno più zeri rispetto ai dispositivi attuali residuali. Uno di questi è il principale e tutti gli altri sono collegati direttamente al RCD.

Se si intende collegare non tutta l'apparecchiatura attraverso l'RCD, lo zero viene fornito dal bus comune. Il dispositivo di sicurezza in questo caso è escluso dal circuito.

Quando si aggiunge una macchina unipolare funzionante da un RCD, dall'uscita di quest'ultimo, la fase viene alimentata all'ingresso dell'interruttore automatico. Dall'uscita dell'interruttore, il conduttore è collegato a un contatto del carico. Zero su di esso porta alla seconda conclusione. Arriva dal bus zero creato da UZO.

Sulla scocca c'è un altro elemento: il bus di messa a terra di protezione. Il corretto funzionamento del DCR è impossibile senza di esso.

La rete a tre fili è solo nelle nuove case. Ha sempre una fase zero e una connessione di terra. Nelle case costruite da molto tempo, c'è solo una fase e zero. In tali condizioni, l'RCD funzionerà anche, ma in modo leggermente diverso rispetto a una rete trifase.

Come uscita dalla posizione di terra, il terzo conduttore viene portato alle prese e quindi al soffitto nel punto in cui sono collegati i lampadari. Agli interruttori "ground" non è servito.

Opzione di connessione per macchine automatiche senza RCD

Ci sono casi in cui una delle macchine deve essere collegata, bypassando il dispositivo di spegnimento di protezione. L'alimentazione è collegata non dall'uscita dell'RCD, ma dall'ingresso ad essa, cioè direttamente dalla macchina. La fase viene alimentata all'ingresso e dall'uscita è collegata all'uscita sinistra del carico.

Lo zero è preso dal bus zero comune (N). Se il danno si verifica nell'area controllata dall'RCD, verrà rimosso dal circuito e il secondo carico non sarà diseccitato.

RCD in rete trifase

Nella rete di questo tipo comprende uno speciale RCD trifase con otto contatti o tre monofase.

Il principio di connessione è completamente identico. Montalo secondo lo schema. Fasi A, B e C forniscono potenza a carichi nominali per 380 V. Se consideriamo separatamente ciascuna fase, quindi in tandem con il cavo N (0), fornisce una serie di utilizzatori monofase 220 V.

I produttori producono dispositivi di protezione contro le interruzioni trifase adattati alle correnti di dispersione elevate. Proteggono il cablaggio solo dal fuoco.

Al fine di proteggere le persone dagli effetti della corrente elettrica, gli RCD bifase monofase sono installati sui rami in uscita, sintonizzati su una corrente di dispersione nell'intervallo di 10-30 mA. Per coprire ogni inserto automatico. Nel circuito dopo l'RCD, non è possibile collegare lo zero di lavoro e la massa.

RCD e interruttori automatici trifase

Esaminiamo in dettaglio non proprio lo schema standard assemblato su un quadro di distribuzione trifase. Contiene:

  • interruttori automatici trifase - 3 pezzi;
  • Dispositivo trifase a corrente residua - 1 pz.;
  • RCD monofase - 2 pezzi;
  • macchine automatiche monofase monofase - 4 pz.

Dal primo automa di input, la tensione passa al secondo automa trifase attraverso i terminali superiori. Da qui, una fase passa al primo RCD monofase e il secondo al successivo.

Gli RCD monofase montati sul pannello sono bipolari e automatici - unipolari. Per il corretto funzionamento del dispositivo di protezione, è necessario che gli zeri di lavoro successivi non siano collegati da nessun'altra parte. Pertanto, dopo ogni RCD, qui viene installato un bus zero.

Quando gli automi non sono singoli, ma bipolari, non è necessario installare un bus zero separato. Se si combinano due pneumatici zero, si verificherà un falso positivo.

Ciascuno degli RCD unipolari è progettato per due macchine (1-3, 2-4). Il carico è collegato ai terminali inferiori delle macchine.

Bus di messa a terra comune installato separatamente. Tre fasi entrano nell'automazione introduttiva: L1, L2, L3, il filo neutro di lavoro N e PE sono protettivi.

Zero è collegato a uno zero comune e da esso passa a tutti gli UZO. Poi va al carico: dal primo apparecchio - al trifase, e dai successivi monofase - ciascuno al proprio bus.

Sebbene in questo quadro l'ingresso sia trifase, la separazione del cavo in PEN e PE non viene eseguita, dal momento che ingresso a cinque fili. Tre fasi vengono allo scudo, zero e terra.

Video utile sull'argomento

Le sfumature di installare tutti gli elementi sul pannello dell'appartamento:

Dettagli di installazione del RCD:

UZO e macchine automatiche - l'attrezzatura tecnicamente difficile. Si consiglia di installarlo in luoghi in cui la corrente elettrica può rappresentare una minaccia per la sicurezza delle persone e degli elettrodomestici. Il suo montaggio comporta la considerazione di molti parametri, pertanto sia il calcolo che l'installazione vengono eseguiti al meglio da specialisti qualificati.

Collegamento di un interruttore automatico - come farlo da soli

Una persona normale non sa come collegare un interruttore automatico. Dopo aver letto questo articolo, imparerai a cosa servono le mitragliatrici, come determinare esattamente dove si trovano e cosa fare se hanno funzionato.

Lo scopo degli automi è quello di commutare i circuiti elettrici, cioè di scollegare e accendere, se necessario. Dopo aver considerato attentamente questa unità, è possibile notare una piccola leva con cui il proprietario dell'appartamento può spegnere o accendere il circuito elettrico. Tuttavia, il nome ha la parola "automatico", che ci suggerisce che l'operazione viene eseguita in modalità automatica.

È necessario un interruttore automatico per spegnere e accendere i circuiti elettrici, se necessario.

Questo succede in uno dei due casi:

  • Flusso attraverso la corrente del circuito che supera i limiti consentiti. La disconnessione potrebbe non avvenire immediatamente, ma più alto è il valore, più velocemente il dispositivo spegnerà il circuito elettrico.
  • In caso di cortocircuito. Quindi l'innesco avviene istantaneamente, entro poche frazioni di secondo.

Ogni persona che effettuerà il collegamento delle macchine elettriche nel pannello con le mani, durante il lavoro, deve essere il più attento e attento possibile, evitare il contatto con fili scoperti e osservare tutte le norme di sicurezza elettrica e antincendio.

Un dispositivo correttamente selezionato è una garanzia di funzionamento affidabile di tutti gli elettrodomestici del vostro appartamento, pertanto la scelta deve essere affrontata in modo responsabile. Idealmente, chiedi l'aiuto di un elettricista che ti dirà quale modello è giusto per te. Se questa possibilità non appare, allora il prossimo capitolo è per te.

Affinché gli elettrodomestici in casa funzionino senza interruzioni, è necessario avvicinarsi seriamente alla scelta degli apparecchi

Quindi, tutte le caratteristiche che hanno un peso quando si sceglie un dispositivo sono indicate sull'etichetta del prodotto. In primo luogo, prestare attenzione al marchio, che di solito si trova nella parte superiore del pannello della macchina. Risparmia quando acquisti non ne vale la pena, dai la preferenza a marchi affermati, ad esempio, EKF, IEK, Schneider Electric, Merlin Green, Hager, Legrand, ABB. Questi produttori producono prodotti di qualità che sono notevoli per le loro eccellenti caratteristiche prestazionali, nonché per l'affidabilità e la lunga durata.

La frequenza e la tensione nominale sono un altro punto importante. Nella maggior parte dei casi, vi è la scritta "220 / 400V / 50Hz", il che significa che il dispositivo è progettato per funzionare con una frequenza di corrente di 50 Hz nei circuiti monofase e trifase. Questa è l'opzione migliore per qualsiasi proprietario di appartamento, in quanto è ideale per garantire una protezione affidabile di tutti i dispositivi e dispositivi moderni.

Uno dei parametri più importanti è il valore della corrente nominale. Indica il valore massimo della corrente in ampere che fluisce attraverso la macchina per un tempo molto lungo senza spegnerlo. In caso di superamento della corrente nominale, viene attivato lo sganciatore termico che disconnette la macchina dalla rete. Maggiore è l'eccesso, più veloce sarà il dispositivo. Va ricordato che la corrente nominale viene selezionata in base alla sezione trasversale del filo o del cavo, ma non della potenza del carico. In questo caso, l'interruttore impedisce il surriscaldamento dei fili durante il flusso di corrente elettrica.

Un altro fattore significativo è il numero di poli. Nelle case private e negli appartamenti moderni sono stati usati interruttori con il numero di pali da uno a quattro. I dispositivi unipolari e bipolari sono utilizzati nei circuiti monofase, il resto viene utilizzato per proteggere i circuiti trifase. Il numero di moduli o posti per gli automi corrisponde pienamente al numero di poli. Un modulo rappresenta 17,5 mm.

Il valore della macchina è determinato in base alla sezione trasversale di fili e cavi.

Per evitare problemi con come connettere correttamente le macchine nel quadro elettrico, devi seguire due semplici regole:

  • Il valore della macchina deve essere determinato in base alla sezione trasversale di fili e cavi, ma non al carico.
  • La sezione del cavo corrisponde al carico massimo quando i dispositivi sono inclusi nella rete elettrica.

L'installazione di interruttori automatici è un processo piuttosto complicato, ma con la dovuta attenzione, tutte le persone possono eseguire tutte le operazioni. Aprendo il centralino, si può vedere che l'apparecchiatura elettrica è collegata a una guida DIN speciale mediante un apposito chiavistello. La larghezza di questa guida è di 35 mm.

L'installazione di interruttori automatici può essere difficile

Di seguito è riportato un elenco di strumenti di base che saranno necessari durante l'installazione dei contatori:

  • Indicatore Cacciavite
  • Stripper è uno strumento speciale utilizzato nello stripping.
  • Kabelerez o tronchesi ordinarie
  • Passatizhi diverse dimensioni
  • Set di cacciaviti a croce e diritto
  • Piegatore - un dispositivo per la piegatura delle punte nel caso di lavorare con fili a trefolo.

Abbiamo tutti gli strumenti necessari a portata di mano, è stato anche acquistato un dispositivo adatto al circuito elettrico. Resta solo da scoprire come collegare correttamente la macchina nel quadro elettrico. Prima di tutto, è necessario diseccitare completamente il quadro elettrico e adottare misure per evitare un'improvvisa accensione della tensione. Per assicurarsi che non ci sia tensione di rete, utilizzare un cacciavite indicatore.

Il processo di installazione della macchina è molto semplice, basta agganciare il dispositivo in qualsiasi spazio libero sulla guida DIN. Se ci sono vuoti vuoti per i nuovi moduli a sinistra o a destra, è necessario utilizzare un limitatore, il cui compito è mantenere uno stato statico del contatore. Inoltre, l'ordine è leggermente diverso, a seconda del numero di poli:

  • Se è collegato un interruttore unipolare, la fase del circuito protetto dovrebbe discostarsi dal terminale inferiore e la parte superiore dell'RCD o dispositivo di input dovrebbe andare in alto.
  • Le macchine bipolari non differiscono molto, dal momento che fasi simili vengono alimentate ai terminali superiore sinistro e inferiore, mentre lo zero viene alimentato ai terminali giusti e, di conseguenza, anche zero.
  • Interruttore tripolare: le fasi superiori vengono alimentate secondo il loro ordine, da sinistra a destra: A, B, C (L1, L2, L3). Le fasi partono nello stesso ordine dalla parte inferiore del dispositivo.
  • Un dispositivo a quattro poli è quasi lo stesso di un tre poli. Aggiunge solo un terminale destro sopra e sotto, che sono usati per il passaggio zero.

Va ricordato che solo i cavi in ​​ingresso sono collegati ai terminali superiori, mentre i cavi in ​​uscita sono installati su quelli inferiori. Durante la posa dei cavi, è necessario evitare la comparsa di spigoli vivi. Ciò è dovuto al fatto che in futuro potrebbero esserci delle pieghe che provocano guasti nell'alimentazione elettrica. Dopo aver posato i fili, viene misurata la lunghezza necessaria per il normale ingresso libero nel terminale e la parte eccedente viene rimossa con l'aiuto di tronchesi.

Un prerequisito è il rispetto di tutte le norme di sicurezza! Con l'elettricità, le battute sono cattive, è meglio essere di nuovo al sicuro che stare in un letto d'ospedale.

Ora viene utilizzato lo stripper, con il quale rimuoviamo il materiale isolante dall'estremità del cavo di 10 mm. Quando si lavora con fili convenzionali, è possibile procedere al passaggio successivo, ma se si sono acquistati cavi multipolari, sarà necessario terminare i loro suggerimenti con un piegatore. Se non si dispone di questo strumento, è severamente vietato lavorare con cavi a trefolo.

La tavola automatica ha bisogno di scattare in posizione su qualsiasi guida DIN.

Dopo aver completato tutti i passaggi di base, si consiglia di verificare nuovamente la correttezza della connessione dell'interruttore e se il risultato dei tuoi sforzi corrisponde allo schema di questo scudo. Successivamente è necessario posizionare il cavo nei terminali delle macchine e bloccare un cacciavite. Non è consigliabile stringere fino in fondo, può danneggiare il corpo del dispositivo.

Resta solo da applicare tensione, accendere tutti i dispositivi di protezione e controllare la tensione all'uscita e ingresso della macchina con un cacciavite indicatore. In questa installazione può essere considerato completo. Esternamente, tutto sembra abbastanza semplice e molto veloce, infatti, ci vorrà un sacco di tempo e sforzi per raggiungere il risultato desiderato, specialmente se non sapete come collegare la macchina nel cruscotto e farlo per la prima volta.

Dovrebbe essere notato alcuni punti importanti nel funzionamento delle macchine. Ad esempio, cosa fare se improvvisamente il dispositivo ha funzionato e scollegato l'alimentazione. È necessario scoprire la causa del problema e, se possibile, eliminarne la fonte. Sebbene la maggior parte delle persone abbia fretta di riaccendere immediatamente il dispositivo, il che è fondamentalmente sbagliato. Se solo perché quando disconnesso, c'è un forte surriscaldamento dei componenti interni, in particolare il solenoide e la piastra bimetallica del rilascio termico. È necessario attendere circa dieci minuti affinché il dispositivo ritorni alle normali temperature operative, dopo di che si può provare ad accenderlo.

Non accendere immediatamente il dispositivo se ha funzionato

Durante questi dieci minuti è possibile camminare per casa o appartamento allo scopo di individuare i guasti. È necessario ispezionare attentamente tutti gli apparecchi collegati alla rete e alle prese. Tappi caldi, che si scuriscono dall'esposizione al fuoco, l'apparenza di un caratteristico odore di bruciato indicano la fonte dello spegnimento delle macchine.

Se ci sono più macchine, è necessario accenderle per localizzare l'area del problema. Pertanto, possono apparire problemi come la disattivazione di un dispositivo di immissione automatica, che consente di identificare un circuito elettrico specifico. In questo caso, dovresti trovare il dispositivo che ha portato al circuito, che può essere una lampada bruciata con un filamento chiuso o un isolamento fuso.

La procedura è semplice: spegnere la macchina e disconnettere dalla rete tutti i dispositivi che consumano energia da questa rete, quindi accendere l'interruttore. Se guadagna, allora il problema è sicuramente in uno degli elettrodomestici. In caso contrario, vi sono violazioni del cablaggio o dello schema elettrico, quindi è già consigliabile chiamare un elettricista, poiché sarà molto difficile correggere la situazione da soli.

La causa più comune di un drawdown è l'accensione simultanea di un gran numero di dispositivi o la connessione a una rete di apparecchiature che consuma troppa elettricità. Ad esempio, allo stesso tempo includeva l'aria condizionata, la lavatrice, il forno o un potente riscaldatore. Naturalmente, la macchina non è in grado di far fronte a carichi multipli aumentati, causando la sua disconnessione. La soluzione al problema è il più semplice possibile: disattivare alcuni dispositivi per ridurre il carico sulla rete.

I problemi del pannello di distribuzione possono verificarsi nei caldi mesi estivi. La ragione di ciò è l'ulteriore effetto dell'energia termica sul dispositivo, che può portare a uno spegnimento. Come mostra la pratica, tali fenomeni si verificano solo con dispositivi vecchi, mentre i dispositivi moderni sono quasi immuni dalle condizioni meteorologiche esterne. Questo ci riporta ancora una volta al fatto che è necessario acquistare solo macchine di alta qualità dai migliori produttori.

Per Ulteriori Articoli Relativi L'Elettricista