Qual è la differenza tra le connessioni asincrone del motore: una stella e un triangolo?

  • Contatori

I motori asincroni trifase sono più efficienti dei motori monofase e sono molto più comuni. Dispositivi elettrici che funzionano sulla propulsione del motore, il più delle volte dotati di motori elettrici trifase.

Varianti delle connessioni degli avvolgimenti dello statore nel motore asincrono

Il motore è costituito da due parti: un rotore rotante e uno statore stazionario. Il rotore si trova all'interno dello statore. Entrambi gli elementi hanno avvolgimenti conduttivi. L'avvolgimento dello statore viene depositato nelle scanalature del circuito magnetico con una distanza di 120 gradi elettrici. Gli inizi e le estremità degli avvolgimenti sono collocati in una scatola di giunzione elettrica e fissati su due file. I contatti sono contrassegnati con la lettera C, a ciascuno viene assegnata una designazione numerica da 1 a 6.

Le fasi degli avvolgimenti dello statore quando collegate alla rete elettrica sono collegate secondo uno degli schemi:

  • "Triangolo" (Δ);
  • "Stella" (Y);
  • schema stella-delta combinato (Δ / Y).

La connessione secondo lo schema combinato è applicata a motori con potenza superiore a 5 kW.

La "stella" si riferisce alla connessione di tutte le estremità degli avvolgimenti dello statore in un punto. La tensione di alimentazione viene fornita all'inizio di ciascuno di essi. Quando gli avvolgimenti sono collegati in serie in una cella chiusa, viene formato un "triangolo". I contatti con i terminali sono disposti in modo tale che le file siano spostate l'una rispetto all'altra, il terminale opposto C6 si trova C1, ecc.

L'applicazione di una tensione di alimentazione trifase agli avvolgimenti dello statore crea un campo magnetico rotante che guida il rotore. Il momento rotazionale che si verifica dopo aver collegato un motore elettrico trifase a una rete 220V non è sufficiente per iniziare. Per aumentare la coppia, elementi aggiuntivi sono inclusi nella rete.

Quando si alimenta la tensione da entrambi i tipi di reti elettriche, la velocità di rotazione del rotore del motore a induzione sarà quasi la stessa. Allo stesso tempo, la potenza nelle reti trifase è più elevata rispetto a quella delle altre monofase. Di conseguenza, la connessione di un motore elettrico trifase a una rete monofase è inevitabilmente accompagnata da una notevole perdita di potenza.

Ci sono motori elettrici che non sono originariamente progettati per la possibilità di connettersi alla rete domestica. Quando si acquista un motore elettrico per uso domestico, è meglio cercare immediatamente i modelli con un rotore a gabbia di scoiattolo.

Collegamenti del motore stella e triangolo in reti con tensioni nominali diverse

In base alla tensione di alimentazione nominale, i motori asincroni nazionali trifase sono suddivisi in due categorie: per funzionamento da reti 220/127 V e 380/220 V. I motori progettati per funzionamento a 220/127 V hanno una capacità ridotta - oggi vengono utilizzati severamente limitato.

I motori elettrici con tensione nominale 380/220 V sono comuni ovunque.

Le principali caratteristiche tecniche dell'unità, incluso lo schema di connessione consigliato e la possibilità di modifica sono visualizzate sul tag motore e sul relativo passaporto tecnico. La presenza di un'etichetta della forma Δ / Y indica la possibilità di collegare gli avvolgimenti con una "stella" e un "triangolo". Al fine di minimizzare le perdite di potenza che sono inevitabili quando si lavora da reti domestiche monofase, è meglio collegare questo tipo di motore con un "triangolo".

La sicurezza della rete elettrica domestica si ottiene installando vari dispositivi di protezione. Scopri tutto su uno di questi dispositivi - UZO, ti aiuterà utile articolo.

Il segno Y indica i motori in cui non è fornita la possibilità di connettersi al "triangolo". Nella scatola di giunzione di tali modelli invece di 6 contatti ci sono solo tre, la connessione degli altri tre è fatta sotto la cassa.

Il collegamento di motori asincroni trifase con una tensione di alimentazione nominale di 220/127 V a reti monofase standard viene eseguito solo nel tipo "stella". Il collegamento di un'unità progettata per una bassa tensione di alimentazione al "delta" lo renderà rapidamente inutilizzabile.

Caratteristiche del motore elettrico quando collegato in modi diversi

Il collegamento del motore "delta" e "stella" è caratterizzato da un certo insieme di vantaggi e svantaggi.

Il collegamento degli avvolgimenti del motore nella "stella" fornisce un avvio più morbido. Quando ciò accade, una significativa perdita di potenza dell'unità. Questo schema collega anche tutti i motori elettrici di origine domestica a 380V.

La connessione "delta" fornisce la potenza in uscita fino al 70% del valore nominale, ma le correnti di avviamento raggiungono valori significativi e il motore può guastarsi. Questo schema è l'unica opzione corretta per il collegamento alle reti elettriche russe dei motori elettrici importati di produzione europea, progettati per una tensione nominale di 400/690.

La funzione di avviamento per i circuiti di commutazione stella-triangolo è utilizzata solo per i motori contrassegnati Δ / Y, in cui sono possibili entrambe le opzioni di collegamento. Il motore viene avviato con una connessione a stella per ridurre la corrente di avviamento.

L'uso del metodo combinato è inevitabilmente associato ai picchi attuali. Al momento della commutazione tra i circuiti, la fornitura di corrente cessa, la velocità del rotore diminuisce, in alcuni casi vi è una forte diminuzione. Dopo un po 'di tempo, la velocità di rotazione viene ripristinata.

Il collegamento degli avvolgimenti del motore "delta" e "stella"

Oggi, i motori elettrici asincroni ad alta potenza si distinguono per funzionamento affidabile e prestazioni elevate, facilità di funzionamento e manutenzione, nonché un prezzo accettabile. Il design di questo tipo di motore può sopportare forti sovraccarichi meccanici.

Come è noto, dai fondamenti dell'ingegneria elettrica, le parti principali di qualsiasi motore sono uno statore statico e ruotano all'interno del suo rotore.

Entrambi questi elementi sono costituiti da avvolgimenti conduttivi, mentre l'avvolgimento dello statore si trova nelle scanalature del nucleo magnetico con una distanza di 120 gradi. L'inizio e la fine di ogni avvolgimento sono posti in una scatola di giunzione elettrica e installati su due file.

Quando la tensione viene fornita da una rete elettrica trifase, viene creato un campo magnetico sugli avvolgimenti dello statore. Fa ruotare il rotore.

Come collegare correttamente il motore - conosce un elettricista esperto.

Un motore asincrono è collegato alla rete elettrica solo secondo i seguenti schemi: "stella", "triangolo" e loro combinazioni.

Determinazione del tipo di metodo di connessione

La scelta dell'una o dell'altra connessione dipende da:

  • affidabilità della rete;
  • potenza nominale;
  • caratteristiche tecniche del motore stesso.

Ogni connessione ha i suoi pro e contro nel lavoro. Nel passaporto del motore del produttore, nonché sull'etichetta metallica sul dispositivo stesso, viene indicato lo schema di collegamento.

Quando viene collegata la "stella", tutte le estremità degli avvolgimenti dello statore convergono verso il punto dell'acqua e la tensione si sposta all'inizio di ciascuna di esse. Il collegamento del motore a stella garantisce un avvio fluido e sicuro dell'unità, ma allo stadio iniziale si verifica una significativa perdita di carico.

Il collegamento del "triangolo" indica la connessione seriale degli avvolgimenti in una struttura chiusa, vale a dire che l'inizio della prima fase è collegato alla fine del secondo e. eccetera

Tale connessione fornisce una potenza di uscita fino al 70% del valore nominale, ma in questo caso, le correnti di avviamento aumentano in modo significativo, il che può provocare una rottura del motore elettrico.

C'è anche una connessione stella-triangolo combinata (questa icona Y / Δ deve apparire sull'alloggiamento del motore). Il circuito presentato causa picchi di corrente al momento della commutazione, il che porta al fatto che la velocità di rotazione del rotore diminuisce rapidamente, e poi gradualmente entra nella norma.

I circuiti combinati sono rilevanti per i motori elettrici con una capacità di oltre 5 kW.

Dipendenza dalla scelta sulla tensione

Al giorno d'oggi, i motori elettrici asincroni trifase di produzione domestica, progettati per la tensione nominale di 220/380 V, sono più applicabili nell'industria (le unità 127/220 V sono usate raramente).

Lo schema di collegamento "triangolo" è l'unico valido per la connessione alla rete elettrica russa di motori elettrici esterni con una tensione nominale di 400-690 V.

La connessione di un motore trifase di qualsiasi potenza viene effettuata secondo una certa regola: le unità a bassa potenza sono collegate in uno schema "triangolo" e quelle ad alta potenza - solo in una "stella".

Quindi il motore elettrico funzionerà a lungo e funzionerà senza guasti.

Il metodo "stella" viene utilizzato quando si collegano motori asincroni trifase con una tensione nominale di 127/220 V a reti monofase.

Come ridurre le correnti di avviamento del motore?

Il fenomeno di un significativo aumento delle correnti di spunto al momento del lancio di dispositivi ad alta potenza collegati secondo lo schema Δ, porta nelle reti con sovraccarico a una caduta di tensione di breve durata al di sotto del valore consentito. Tutto ciò è dovuto alla particolare progettazione del motore elettrico asincrono, in cui il rotore con una massa elevata ha un'inerzia elevata. Pertanto, nella fase iniziale del funzionamento, il motore è sovraccarico, questo è particolarmente vero per i rotori di pompe centrifughe, compressori per turbine, ventilatori, attrezzature per macchinari.

Per ridurre l'impatto di tutti questi processi elettrici, utilizzare la connessione del motore "stella" e "triangolo". Quando il motore cresce, i coltelli dell'interruttore speciale (avviatore con più contattori trifase) traducono gli avvolgimenti dello statore dal circuito Y a Δ.

Per implementare il cambio di modalità diverso da quello di avviamento, è necessario un relè di tempo speciale, a causa del quale si verifica un ritardo di 50-100 ms durante la commutazione e la protezione contro un cortocircuito trifase.

La stessa procedura di utilizzo del circuito Y / Δ combinato aiuta a ridurre efficacemente le correnti di avviamento delle potenti unità trifase. Questo succede come segue:

Quando viene applicata una tensione di 660 V secondo lo schema "delta", ogni avvolgimento dello statore ottiene 380 V (√3 volte meno) e, pertanto, secondo la legge di Ohm, la forza attuale diminuisce di 3 volte. Pertanto, quando si avvia, a sua volta, la potenza viene ridotta di 3 volte.

Ma tale commutazione è possibile solo per motori con una tensione nominale di 660/380 V quando sono inclusi nella rete con gli stessi valori di tensione.

È pericoloso collegare un motore elettrico con una tensione nominale di 380/220 V a una rete di 660/380 V, i suoi avvolgimenti possono bruciarsi rapidamente.

E ricorda anche che le suddette interruzioni non devono essere utilizzate per motori elettrici che hanno un carico senza inerzia sull'albero, ad esempio il peso dell'argano o la resistenza di un compressore a pistone.

Per tali apparecchiature sono installati motori elettrici trifase speciali con rotore di fase, in cui i reostati riducono il valore delle correnti durante l'avviamento.

Per cambiare il senso di rotazione del motore elettrico, è necessario scambiare due fasi della rete per qualsiasi tipo di connessione.

Per questi scopi, nel funzionamento di un motore elettrico asincrono, vengono utilizzati speciali dispositivi elettrici di comando manuale, che includono interruttori a coltello reversibili e interruttori a pacchetto o più moderni dispositivi di comando a distanza - avviatori elettromagnetici reversibili (interruttori a coltello).

Motore asincrono: circuito a stella triangolare

Motore elettrico asincrono - apparecchiature elettromeccaniche, diffuse in vari campi di attività e quindi familiari a molti. Nel frattempo, anche tenendo conto della stretta connessione del motore elettrico asincrono con le persone, il raro "suo elettricista" è in grado di rivelare tutti i dettagli di questi dispositivi. Ad esempio, non tutti i "possessori di pinze" possono dare consigli precisi: come collegare gli avvolgimenti di un motore elettrico a un "triangolo"? O come impostare i ponticelli del circuito di connessione degli avvolgimenti del motore "stella"? Proviamo a risolvere queste due domande semplici e allo stesso tempo complesse.

Motore asincrono: dispositivo

Come diceva Anton Pavlovich Cechov:

La ripetizione è la madre dell'apprendimento!

Per iniziare una ripetizione del tema dei motori elettrici asincroni è una recensione dettagliata logica del progetto. I motori delle prestazioni standard si basano sui seguenti elementi strutturali:

  • alloggiamento in alluminio con elementi di raffreddamento e telaio di montaggio;
  • statore - tre bobine avvolte con filo di rame su una base ad anello all'interno della cassa e poste l'una di fronte all'altra con un raggio angolare di 120º;
  • rotore - blank metallico, fissato rigidamente sull'albero, inserito all'interno della base ad anello dello statore;
  • cuscinetti assiali per l'albero del rotore - anteriore e posteriore;
  • coperture dell'alloggiamento - anteriore e posteriore, più ventola per il raffreddamento;
  • BRNO - la parte superiore del case nella forma di una piccola nicchia rettangolare con un coperchio, dove si trova la striscia terminale degli avvolgimenti dello statore.
Struttura del motore: 1 - BRNO, dove si trova la morsettiera; 2 - albero del rotore; 3 - parte degli avvolgimenti dello statore comune; 4 - telaio di montaggio; 5 - il corpo del rotore; 6 - involucro in alluminio con alette di raffreddamento; 7 - girante in plastica o alluminio

Qui, infatti, l'intero design. La maggior parte dei motori elettrici asincroni sono il prototipo di una tale prestazione. È vero, a volte ci sono casi di configurazione leggermente diversa. Ma questa è un'eccezione alla regola.

Designazione e disposizione degli avvolgimenti dello statore

Rimane in funzione un numero sufficiente di motori elettrici asincroni, in cui la designazione degli avvolgimenti dello statore viene effettuata secondo uno standard obsoleto.

Tale standard prevedeva la marcatura con il simbolo "C" e l'aggiunta di una cifra: il numero dell'avvolgimento di uscita, che indica l'inizio o la fine.

In questo caso, i numeri 1, 2, 3 si riferiscono sempre all'inizio, ei numeri 4, 5, 6, rispettivamente, indicano le estremità. Ad esempio, i marcatori "C1" e "C4" indicano l'inizio e la fine del primo avvolgimento dello statore.

Marcatura delle parti terminali dei conduttori visualizzate sulla morsettiera BRNO: A è una designazione obsoleta, ma ancora trovata nella pratica; B è una designazione moderna tradizionalmente presente sui pennarelli dei conduttori dei nuovi motori.

Gli standard moderni hanno cambiato questa etichettatura. Ora, i simboli sopra riportati sono stati sostituiti da altri che corrispondono al modello internazionale (U1, V1, W1 - punti di partenza, U2, V2, W2 - punti finali) e si trovano tradizionalmente quando si lavora con motori asincroni di nuova generazione.

I conduttori che emettono da ciascuno degli avvolgimenti dello statore vengono inviati all'area della morsettiera situata sulla scatola del motore e collegati a un singolo terminale.

In totale, il numero di singoli terminali è uguale al numero di uscita dei fili iniziale e finale dell'avvolgimento totale. Di solito sono 6 conduttori e lo stesso numero di terminali.

Questo è come appare la morsettiera standard del motore di configurazione. Sei pin sono collegati da ponticelli in ottone (rame) prima di collegare il motore alla tensione appropriata

Nel frattempo, ci sono anche variazioni del divorzio dei conduttori (raramente e di solito su vecchi motori), quando 3 fili sono collegati all'area BRNO e sono presenti solo 3 terminali.

Come collegare "stella" e "triangolo"?

La connessione di un motore elettrico asincrono con sei conduttori portati alla morsettiera viene effettuata con il metodo standard mediante ponticelli.

Posizionando correttamente i ponticelli tra i singoli morsetti, è facile e semplice installare la configurazione circuitale necessaria.

Quindi, per creare un'interfaccia per il collegamento di "stella", i conduttori iniziali degli avvolgimenti (U1, V1, W1) dovrebbero essere lasciati sui singoli terminali singoli, ei terminali dei conduttori terminali (U2, V2, W3) dovrebbero essere interconnessi dai ponticelli.

Schema di collegamento a stella. Differisce nell'alto bisogno di tensione lineare. Dà al rotore una guida fluida in modalità di avvio

Se è necessario creare uno schema di connessione "triangolo", il layout dei ponticelli cambia. Per collegare gli avvolgimenti dello statore con un triangolo è necessario collegare i conduttori iniziale e finale degli avvolgimenti secondo lo schema seguente:

  • U1 iniziale - fine W2
  • iniziale V1 - fine U2
  • iniziale W1 - fine V2
Lo schema di connessione "triangolo". Una caratteristica distintiva: alte correnti di avviamento. Pertanto, spesso i motori per questo schema sono pre-eseguiti sulla "stella" con il successivo trasferimento alla modalità operativa

Si presume che la connessione per entrambi i circuiti sia in una rete trifase con una tensione di 380 volt. Non vi è alcuna differenza particolare nella scelta di una o più varianti circuitali.

Tuttavia, è necessario tener conto della grande necessità di una tensione lineare per il circuito a stella. Questa differenza, infatti, mostra la marcatura "220/380" sulla targhetta tecnica dei motori.

L'opzione di collegamento seriale stella-triangolo nella modalità operativa è vista come il metodo di avviamento ottimale di un motore elettrico asincrono trifase. Questa opzione viene spesso utilizzata per un avvio regolare del motore a basse correnti iniziali.

Inizialmente, la connessione è organizzata secondo lo schema "stella". Quindi, dopo un certo periodo di tempo, la connessione al "triangolo" viene eseguita mediante commutazione istantanea.

Connessione con informazioni tecniche

Ogni motore elettrico asincrono è necessariamente dotato di una piastra metallica, che è montata sul lato del case.

Questa piastra è un tipo di apparecchiatura ID pannello. Qui vengono inserite tutte le informazioni necessarie per la corretta installazione del prodotto nella rete CA.

Piastra tecnica sul lato dell'alloggiamento del motore. Qui sono riportati tutti i parametri importanti necessari per garantire il normale funzionamento del motore.

Questa informazione non dovrebbe essere trascurata, incluso il motore nel circuito di alimentazione della corrente elettrica. Le violazioni delle condizioni riportate sulla targhetta informativa sono sempre le prime ragioni del guasto dei motori.

Cosa è indicato sulla targhetta tecnica del motore elettrico asincrono?

  1. Tipo di motore (in questo caso - asincrono).
  2. Il numero di fasi e frequenza operativa (3F / 50 Hz).
  3. Collegamento e tensione dell'avvolgimento (delta / stella, 220/380).
  4. Corrente di funzionamento (su "triangolo" / su "stella")
  5. Potenza e velocità (kW / min.).
  6. Efficienza e COS φ (% / rapporto).
  7. Modalità e classe di isolamento (S1 - S10 / A, B, F, H).
  8. Produttore e anno di fabbricazione.

Passando alla targhetta tecnica, l'elettricista sa già in anticipo a quali condizioni è ammesso accendere il motore in rete.

Dal punto di vista del collegamento con una "stella" o "triangolo", di norma, l'informazione esistente consente all'elettricista di sapere che il collegamento alla rete 220V è correttamente collegato con un "triangolo" e il motore elettrico asincrono deve essere acceso con una "stella".

Testare il motore o azionarlo solo se è cablato attraverso un interruttore di protezione. In questo caso, l'automa introdotto nel circuito del motore elettrico asincrono dovrebbe essere selezionato correttamente dalla corrente di interruzione.

Motore asincrono trifase in una rete 220V

Anche teoricamente e praticamente, un motore elettrico asincrono, progettato per essere collegato alla rete attraverso tre fasi, può funzionare in una rete 220V monofase.

Di norma, questa opzione è rilevante solo per i motori con una capacità non superiore a 1,5 kW. Questa limitazione è spiegata dalla banale mancanza della capacità di un condensatore aggiuntivo. L'alta potenza richiede capacità ad alta tensione, misurata in centinaia di microfarad.

Utilizzando un condensatore, è possibile organizzare il lavoro di un motore trifase in una rete a 220 volt. Tuttavia, quasi la metà della potenza utile è persa. Il livello di efficienza diminuisce al 25-30%

Infatti, il modo più semplice per avviare un motore asincrono trifase in una rete monofase 220-230V è l'esecuzione di una connessione attraverso un cosiddetto condensatore di avviamento.

Cioè, dei tre terminali esistenti, due sono combinati in uno dall'inclusione di un condensatore tra di loro. Così formati due terminali di rete sono collegati alla rete 220V.

Commutando il cavo di alimentazione ai morsetti con il condensatore collegato, è possibile cambiare la direzione di rotazione dell'albero motore.

Collegandosi a una morsettiera del condensatore trifase, lo schema di connessione viene trasformato in uno a due fasi. Ma per una chiara prestazione del motore è necessario un potente condensatore

La capacità nominale del condensatore è calcolata dalle formule:

Szv = 2800 * I / U

C Tr = 4800 * I / U

dove: C è la capacità richiesta; I - corrente di partenza; U è la tensione.

Tuttavia, la semplicità richiede sacrificio. Quindi è qui. Quando si avvicina il problema di avviamento con l'aiuto di condensatori, si nota una significativa perdita di potenza del motore.

Per compensare la perdita, devi trovare un grande condensatore (50-100 microfarad) con una tensione operativa di almeno 400-450V. Ma anche in questo caso, è possibile ottenere una potenza non superiore al 50% del valore nominale.

Poiché tali soluzioni vengono utilizzate più spesso per i motori elettrici asincroni, che dovrebbero essere avviati e scollegati a intervalli frequenti, è logico utilizzare uno schema leggermente modificato rispetto alla versione semplificata tradizionale.

Lo schema per l'organizzazione del lavoro nella rete 220 volt, tenendo conto delle frequenti inclusioni e interruzioni. L'uso di diversi condensatori consente di compensare in una certa misura la perdita di potenza.

La perdita di potenza minima è data dallo schema di inclusione "triangolo", in contrasto con lo schema "stella". In realtà, questa opzione è anche indicata da informazioni tecniche che vengono posizionate su piastre tecniche di motori asincroni.

Di norma, sul tag è il circuito "triangolo" che corrisponde alla tensione operativa di 220V. Pertanto, nel caso di scegliere il metodo di connessione, prima di tutto, si dovrebbe guardare la tabella dei parametri tecnici.

Morsettiere BRNO non standard

Occasionalmente ci sono progetti di motori elettrici asincroni, in cui il BRNO contiene una morsettiera con 3 cavi. Per tali motori, viene utilizzato un layout di esecuzione interno.

Cioè, la stessa "stella" o "triangolo" è schematicamente allineata da connessioni direttamente nell'area degli avvolgimenti dello statore, dove l'accesso è difficile.

Tipo di morsettiera non standard che può verificarsi in pratica. In tale layout dovrebbe essere guidato esclusivamente dalle informazioni indicate sulla targhetta tecnica.

La configurazione di tali motori in un altro modo, nell'ambiente domestico non è possibile. Le informazioni sulle targhette tecniche dei motori con morsettiere non standard di solito indicano lo schema di divorzio interno e la tensione a cui è consentito azionare un motore elettrico di tipo asincrono.

Qual è la differenza tra connessioni stella e triangolo?

Il motore asincrono di potenza proviene da una rete trifase con tensione alternata. Un tale motore, con un semplice schema elettrico, è dotato di tre avvolgimenti situati sullo statore. Ogni avvolgimento è sfalsato l'uno dall'altro di un angolo di 120 gradi. Uno spostamento con una tale inclinazione ha lo scopo di creare una rotazione del campo magnetico.

Le estremità degli avvolgimenti di fase del motore elettrico sono derivate da uno speciale "blocco". Questo è fatto allo scopo di facilitare la connessione. Nell'ingegneria elettrica vengono utilizzati i 2 principali metodi di collegamento dei motori elettrici asincroni: il metodo di collegamento di un "triangolo" e il metodo di una "stella". Quando si collegano le estremità, vengono utilizzati ponticelli appositamente progettati.

Differenze tra "stella" e "triangolo"

Basato sulla teoria e sulla conoscenza pratica delle basi dell'ingegneria elettrica, il metodo di collegamento della "stella" consente al motore di funzionare in modo più morbido e morbido. Ma allo stesso tempo questo metodo non consente al motore di andare a tutta la potenza presentata nelle specifiche tecniche.

Collegando gli avvolgimenti di fase dello schema "triangolo", il motore è in grado di raggiungere rapidamente la massima potenza operativa. Ciò consente di utilizzare la piena efficienza del motore elettrico, secondo la scheda tecnica. Ma un tale schema di connessione ha il suo svantaggio: grandi correnti di avviamento. Per ridurre il valore delle correnti, viene utilizzato un reostato di avviamento, che consente un avviamento più fluido del motore.

Connessione a stella e vantaggi

Ciascuno dei tre avvolgimenti di un motore elettrico ha due terminali, rispettivamente l'inizio e la fine. Le estremità di tutti e tre gli avvolgimenti sono collegate in un punto comune, il cosiddetto neutro.

Se c'è un filo neutro nel circuito, il circuito viene chiamato a 4 fili, altrimenti sarà considerato a 3 fili.

L'inizio delle conclusioni allegate alle fasi corrispondenti della rete. La tensione applicata su tali fasi è 380 V, meno spesso 660 V.

I principali vantaggi dell'utilizzo dello schema "stella":

  • Funzionamento costante e a lungo termine del motore;
  • Maggiore affidabilità e durata, riducendo la potenza delle apparecchiature;
  • Massimo avvio regolare della trazione elettrica;
  • La possibilità di esposizione a sovraccarico a breve termine;
  • Durante il funzionamento, la custodia dell'apparecchiatura non si surriscalda.

C'è un'attrezzatura con una connessione interna delle estremità degli avvolgimenti. Sul blocco di tali apparecchiature verranno visualizzate solo tre conclusioni, che non consentono di utilizzare altri metodi di connessione. Le apparecchiature elettriche eseguite in questo tipo per la connessione non richiedono specialisti competenti.

Collegamento di un motore trifase a una rete monofase secondo il circuito a stella

Connessione a triangolo e suoi benefici

Il principio della connessione "triangolo" consiste nel collegamento in serie della fine dell'avvolgimento della fase A con l'inizio dell'avvolgimento della fase B. E inoltre, per analogia, la fine di un avvolgimento con l'inizio dell'altro. Di conseguenza, la fine della fase di avvolgimento C chiude il circuito elettrico, creando un circuito indissolubile. Questo schema potrebbe essere chiamato un cerchio, se non per la struttura di montaggio. La forma del triangolo tradisce il posizionamento ergonomico degli avvolgimenti di connessione.

Quando si collega un "triangolo" su ciascuno degli avvolgimenti, vi è una tensione lineare pari a 220 V o 380 V.

I principali vantaggi dell'utilizzo dello schema "triangolo":

  • Aumento della potenza massima delle apparecchiature elettriche;
  • Utilizzare il reostato di avviamento;
  • Coppia aumentata;
  • Grande trazione.

svantaggi:

  • Aumento della corrente di avviamento;
  • Con il funzionamento prolungato, il motore è molto caldo.

Il metodo di collegamento degli avvolgimenti del motore "delta" è ampiamente utilizzato quando si lavora con meccanismi potenti e la presenza di carichi di partenza elevati. Una grande coppia viene creata aumentando gli indici EMF di autoinduzione causati dalle correnti grandi fluenti.

Collegamento di un motore trifase a una rete monofase secondo lo schema delta

Tipo di connessione stella-triangolo

Nei meccanismi complessi, viene spesso utilizzato un circuito stella-triangolo combinato. Con un tale interruttore, la potenza aumenta in modo esponenziale e, se il motore non è progettato per funzionare con il metodo "triangolo", si surriscalda e brucia.

In questo caso, la tensione alla connessione di ciascun avvolgimento sarà di 1,73 volte inferiore, quindi anche la corrente che scorre in questo periodo sarà inferiore. Inoltre, vi è un aumento nella frequenza e una continuazione della diminuzione nella lettura corrente. Quindi, applicando il circuito ladder, si passa da "stella" a "triangolo".

Di conseguenza, utilizzando questa combinazione, otteniamo la massima affidabilità e produttività efficiente delle apparecchiature elettriche utilizzate, senza timore di disabilitarla.

La commutazione stella-triangolo è accettabile per i motori elettrici leggeri. Questo metodo non è applicabile se è necessario ridurre la corrente di avviamento e allo stesso tempo non ridurre una grande coppia di spunto. In questo caso, viene utilizzato un motore con un rotore di fase con un reostato di avviamento.

I principali vantaggi della combinazione:

  • Maggiore durata. L'avviamento regolare consente di evitare carichi disomogenei sulla parte meccanica dell'installazione;
  • La capacità di creare due livelli di potere.

elenco

Schema di avvolgimento di motori elettrici trifase e loro collegamento su morsettiere 11.07.2006 17:57

Gli inizi e le estremità degli avvolgimenti vengono portati nella scatola di giunzione elettrica della morsettiera e fissati. I cavi degli avvolgimenti dello statore vengono forniti ai terminali del pannello terminale dall'interno dei motori. Un totale di 3 o 6 terminali degli avvolgimenti di fase dello statore può essere emesso nella morsettiera.

Morsettiera, è anche chiamata "borne", - terminal box, più spesso installata in alto, almeno - di lato. Alcune morsettiere possono essere ruotate di 180 gradi, per una facile connessione dei cavi di alimentazione.

Nella scatola del terminale ci sono entrate per la fornitura di cavi di alimentazione, e in cima è coperta da un coperchio, che viene rimosso per il collegamento con un cacciavite.

All'interno della morsettiera - i collegamenti necessari per l'avvolgimento sono realizzati sui pannelli terminali.

Le fasi degli avvolgimenti dello statore quando collegate alla rete del motore elettrico sono collegate da uno dei circuiti elettrici - "stella" Y o "triangolo" Δ.

Entrambi i metodi differiscono in quanto hanno una tensione diversa applicata a ciascuna fase del motore.

collegamento seriale degli avvolgimenti in una cella chiusa

Un triangolo ha una tensione lineare applicata a ciascun avvolgimento individualmente e quindi risulta essere meno resistente. Le correnti sono create più in alto in ampiezza.

- ha una maggiore corrente di avviamento, una maggiore generazione di calore, riscaldamento durante il funzionamento, quindi necessita di un raffreddamento affidabile per un funzionamento a lungo termine

+ ti consente di utilizzare l'intera potenza del motore

collegamento di tutte le estremità degli avvolgimenti dello statore in un punto

- Non usare la massima potenza

+ ha meno corrente di avviamento, avvio più morbido e funzionamento regolare

consente di azionare il motore per un lungo periodo

Come imparare lo schema elettrico del motore elettrico? Lo schema di collegamento di un particolare motore elettrico è indicato sull'etichetta e nella documentazione di accompagnamento.

Il segno Y indica i motori in cui non è fornita la possibilità di connettersi al "triangolo". Nella scatola di giunzione di tali modelli invece di 6 contatti ci sono solo tre, la connessione degli altri tre è fatta sotto la cassa.

La presenza di un'etichetta della forma Δ / Y indica la possibilità di collegare gli avvolgimenti con una "stella" e un "triangolo". Ad esempio, una tensione di 220 V viene applicata al "triangolo", 380 V alla "stella", altrimenti il ​​motore si brucerà rapidamente. La connessione secondo lo schema combinato viene solitamente utilizzata per motori con una capacità superiore a 5 kW.

Nel passaporto del motore e sulla relativa targhetta, vengono generalmente indicati tutti i dati e le grandezze di prestazione di base, tra cui potenza, giri, frequenza di rete, fattore di potenza, tensione operativa e anche lo schema di cablaggio convenzionale degli avvolgimenti e la possibilità di cambiarlo per i motori elettrici con schema combinato.

Foto tag motore elettrico asincrono trifase a tre velocità

con una connessione a triangolo - una stella

Le uscite degli avvolgimenti di fase di un motore a induzione vengono inviate a una morsettiera oa un blocco e sono disposte in modo tale che sia conveniente effettuare collegamenti con una stella o un triangolo senza incrociarsi con l'ausilio di appositi jumper.

I bulloni terminali dei pannelli e gli avvolgimenti dello statore di uscita sono etichettati in conformità con GOST. I contatti sono contrassegnati da una lettera (con un simbolo di faggio), a ciascuno viene assegnata una designazione numerica e letterale.

Esempio: la vecchia designazione C1, C2, C3 - l'inizio degli avvolgimenti, C4, C5, C6 - la fine degli avvolgimenti. Al giorno d'oggi, in pratica, viene utilizzato un nuovo contrassegno dei pin secondo GOST 26772-85 (26772 (IEC 60034-8).) Viene utilizzato :) U1, V1, W1 - l'inizio degli avvolgimenti, U2, V2, W2 - la fine degli avvolgimenti.

FINESTRE DI MOTORI ELETTRICI:

Inoltre, i motori elettrici a bassa potenza designano le fasi degli avvolgimenti con fili multicolori.

Quando è collegato da una stella, l'inizio della prima fase ha un filo giallo, la seconda fase è verde, la terza fase è rossa, il punto zero è nero.

Con sei spilli all'inizio delle fasi, gli avvolgimenti hanno lo stesso colore della connessione a stella, la fine della prima fase è gialla con filo nero, la seconda fase è verde con nero, la terza fase è rossa con il nero. Nei motori elettrici asincroni monofase, l'inizio dell'uscita dell'avvolgimento principale è il filo rosso, la fine è il filo rosso e nero. Nell'avvolgimento iniziale, l'inizio dell'uscita è il filo blu, la fine è blu e nero.

Le conclusioni degli avvolgimenti partizionati dei motori asincroni multi-velocità, che consentono di modificare il numero di poli, hanno la seguente notazione:

Gli avvolgimenti dei motori trifase e le loro connessioni sui pannelli terminali sono mostrati nelle figure.

Schemi di avvolgimento di motori trifase a velocità singola e loro collegamento su morsettiere con collegamento a stella Y o triangolo Δ o Δ / Y commutabile

Se è necessaria una connessione STAR, la prima fila di terminali è collegata ei cavi di rete sono collegati in basso (vedi figura). È anche possibile collegare i terminali inferiori e i fili superiori alla rete. Collegando gli avvolgimenti del motore allo STAR combinare Ul, VI, Wl (CI, C2, NW) e i cavi di rete o, al contrario, collegare U2, V2, W2 (C4, C5, C6) agli altri cavi e Ul, VI, Wl (CI, C2, Sz) porta i fili della rete.

La connessione nel TRIANGOLO si ottiene combinando i morsetti delle righe superiore e inferiore in coppie e collegandoli ai fili della rete (vedi Fig.). NW e C5).

Come cambiare il senso di rotazione dei motori elettrici quando si collega una stella o un triangolo?

! Se si desidera modificare la direzione di rotazione dell'albero motore in senso opposto, scambiare eventuali due fasi della rete.

Quando la stella collega gli avvolgimenti di un motore elettrico asincrono, vi è un avvio più morbido e il suo funzionamento regolare, nonché la possibilità di un sovraccarico a breve termine.

Quando il delta collega gli avvolgimenti del motore elettrico asincrono, viene raggiunta la sua massima potenza, ma durante l'avviamento le correnti di avviamento sono di grande importanza. Inoltre, secondo le recensioni, quando si collega un triangolo, il motore si riscalda di più.

La funzione di avviamento per i circuiti di commutazione stella-triangolo è utilizzata solo per i motori contrassegnati Δ / Y, in cui sono possibili entrambe le opzioni di collegamento. Il motore viene avviato con una connessione a stella per ridurre la corrente di avviamento. La commutazione stella-triangolo non può essere applicata a motori elettrici che inizialmente hanno un carico non inerziale sull'albero, come il peso di un carico dell'argano o la resistenza di un compressore a pistone. La commutazione stella-triangolo può essere utilizzata solo per motori elettrici con un carico liberamente rotante sull'albero: ventilatori, pompe centrifughe, alberi della macchina, centrifughe e altre apparecchiature simili.

Gli avvolgimenti dei motori trifase a una velocità e le loro connessioni su morsettiere con collegamento in serie o parallelo di rami di fase a stella paralleli - una stella doppia Y / YY

Avvolgimenti del motore trifase a due velocità e loro collegamenti su morsettiere con commutazione a polo secondo l'avvolgimento statorico del circuito Dahlender o con avvolgimento a polo sul principio del triangolo di modulazione di ampiezza - stella doppia Δ / YY

Schemi di avvolgimento di motori trifase a due velocità e loro collegamenti su morsettiere con avvolgimento a polo sul principio della modulazione di ampiezza tripla stella-tripla stella YYY / YYY

Circuiti per motori a tre velocità con due avvolgimenti indipendenti con polo commutabile con attacco stella-triangolo Δ / Y; singola velocità con accoppiamento stella Y.

Per motori a 4 velocità con due avvolgimenti, ciascuno dei quali è commutabile a polo con una connessione a triangolo: una doppia stella Δ / YY

Conclusioni degli avvolgimenti del motore elettrico - schemi di collegamento

Designazione dei terminali degli avvolgimenti dello statore

Ogni statore di un motore elettrico trifase ha tre gruppi di bobine (avvolgimenti) - uno per ogni fase, e ciascun gruppo di bobine ha 2 conduttori - l'inizio e la fine dell'avvolgimento, vale a dire. Solo 6 conclusioni firmate come segue:

  • C1 (U1) - l'inizio del primo avvolgimento, C4 (U2) - la fine del primo avvolgimento.
  • C2 (V1) - l'inizio del secondo avvolgimento, C5 (V2) - la fine del secondo avvolgimento.
  • C3 (W1) - l'inizio del terzo avvolgimento, C6 (W2) - la fine del terzo avvolgimento.

Convenzionalmente, nei diagrammi, ogni avvolgimento è rappresentato come segue:

Gli inizi e le estremità degli avvolgimenti vengono inviati alla morsettiera del motore elettrico nel seguente ordine:

A seconda della connessione di questi pin, cambiano i parametri del motore come la tensione di alimentazione e la corrente nominale dello statore. Il fatto di quale schema è necessario collegare gli avvolgimenti del motore può essere trovato nei dati del passaporto.

I principali schemi di connessione degli avvolgimenti sono un triangolo (indicato da - Δ) e una stella (indicata con - Y) li analizzeremo in questo articolo.

Nota: nella morsettiera di alcuni motori elettrici sono visibili solo tre terminali: ciò significa che gli avvolgimenti del motore sono già collegati all'interno dello statore. Di norma, all'interno dello statore, gli avvolgimenti sono collegati durante la riparazione del motore elettrico (nel caso in cui gli avvolgimenti di fabbrica si siano bruciati). In tali motori, gli avvolgimenti sono solitamente collegati secondo lo schema "a stella" e sono progettati per il collegamento alla rete di 380 volt. Per connettere un motore del genere, è sufficiente applicare tre fasi alle sue tre uscite.

Schema di cablaggio degli avvolgimenti del motore secondo lo schema "delta"

Per collegare gli avvolgimenti del motore secondo lo schema "delta" è necessario: collegare la fine del primo avvolgimento (C4 / U2) all'inizio del secondo (C2 / V1), la fine del secondo (C5 / V2) all'inizio del terzo (C3 / W1), e la fine del terzo avvolgimenti (C6 / W2) - con l'inizio del primo (C1 / U1).

Condizionatamente sul diagramma, questo è rappresentato come segue:

La tensione è applicata ai pin "A", "B" e "C".

Nella morsettiera del motore, la connessione degli avvolgimenti secondo lo schema "delta" ha la seguente forma:

A, B, C - punti di connessione del cavo di alimentazione.

Lo schema di collegamento degli avvolgimenti del motore secondo lo schema "stella"

Per collegare gli avvolgimenti del motore secondo lo schema "a stella", è necessario collegare le estremità degli avvolgimenti (C4 / U2, C5 / V2 e C6 / W2) a un punto comune, la tensione applicata all'inizio degli avvolgimenti (C1 / U1, C2 / V1 e C3 / W1 ).

Condizionatamente sul diagramma, questo è rappresentato come segue:

Nella morsettiera del motore, la connessione degli avvolgimenti secondo lo schema "stella" ha la seguente forma:

Definizione dei perni di avvolgimento

A volte le situazioni sorgono quando si rimuove il coperchio dalla scatola del terminale di un motore elettrico, è possibile trovare la seguente immagine con l'orrore:

In questo caso, le conclusioni degli avvolgimenti non sono firmate, cosa fare? Senza panico, questa domanda è completamente risolta.

La prima cosa da fare è dividere le conclusioni a coppie, ogni coppia dovrebbe avere conclusioni relative a un avvolgimento, è molto semplice farlo, avremo bisogno di un tester o di un indicatore di tensione bipolare.

Se viene utilizzato un tester, impostiamo il suo interruttore sulla posizione di misurazione della resistenza (sottolineato da una linea rossa), quando si utilizza un indicatore di tensione bipolare, è necessario toccare parti che sono sotto tensione per 5-10 secondi prima di utilizzarlo per caricarlo e testarne le prestazioni.

Successivamente, è necessario prendere uno dei cavi di avvolgimento, accettarlo condizionalmente come inizio del primo avvolgimento e firmarlo con "U1", quindi toccare una sonda tester o indicatore di tensione dell'uscita firmata da noi "U1" e il secondo touch pad con qualsiasi altra uscita dalle rimanenti cinque estremità senza segno. Nel caso in cui il secondo tester toccasse la seconda uscita, le letture del tester non cambiavano (il tester mostra un'unità) o nel caso dell'indicatore di tensione - non una singola luce era accesa - lasciare questa estremità e toccare la seconda sonda su un'altra uscita dalle rimanenti quattro estremità, quindi toccare la seconda sonda per fino a quando il tester non cambia, o, nel caso di un indicatore di tensione, fino all'accensione della spia "Test". Avendo così trovato la seconda conclusione del nostro avvolgimento, lo accettiamo condizionatamente come la fine del primo avvolgimento e firmiamo di conseguenza "U2".

Allo stesso modo, procediamo con le restanti quattro conclusioni, dividendole anche in coppie sottoscrivendole, rispettivamente, come V1, V2 e W1, W2. Come questo è fatto può essere visto nel video qui sotto.

Ora che tutti i pin sono separati a coppie, è necessario determinare i veri inizi e le estremità degli avvolgimenti. Questo può essere fatto in due modi:

Il primo e il metodo più semplice è il metodo di selezione, può essere utilizzato per motori elettrici con una capacità fino a 5 kW. Per fare questo, prendiamo le nostre estremità convenzionali degli avvolgimenti (U2, V2 e W2) e le colleghiamo, e per gli inizi convenzionali (U1, V1 e W1), per un breve periodo, preferibilmente non più di 30 secondi, applichiamo la tensione trifase:

Se il motore si avvia e funziona normalmente, gli inizi e le estremità degli avvolgimenti sono determinati correttamente, se il motore emette un forte ronzio e non sviluppa i giri corretti, quindi da qualche parte c'è un errore. In questo caso, tutto ciò che devi fare è scambiare due pin di un avvolgimento, ad esempio U1 da U2 e ricominciare:

Se il problema persiste, riporta U1 e U2 ai loro posti e scambia i seguenti due punti: V1 da V2:

Se il motore funziona normalmente, le conclusioni sono determinate correttamente, il lavoro è finito, in caso contrario - riportiamo V1 e V2 al loro posto e scambiamo le conclusioni rimanenti W1 da W2.

Il secondo metodo: colleghiamo in serie il secondo e il terzo avvolgimento i. uniamo insieme la fine del secondo avvolgimento con l'inizio del terzo (perni V2 con W1), e il primo avvolgimento per i terminali U1 e U2 forniamo un ridotto AC tensione (non più di 42 volt). In questo caso, anche i terminali V1 e W2 appaiono in tensione:

Se la tensione non appare, allora il secondo e il terzo avvolgimento sono collegati in modo errato, infatti sono stati effettivamente collegati due inizi (V1 con W1) o due estremità (V2 c W2), in questo caso basta cambiare le scritte sul secondo o terzo avvolgimento, ad esempio V1 con v2. Quindi, in un modo simile, controlla il primo avvolgimento, collegandolo in serie con il secondo e applicando la tensione al terzo. Questo metodo è presentato nel seguente video:

Questo articolo ti è stato d'aiuto? O forse hai ancora domande? Scrivi nei commenti!

Non si trova sul sito di un articolo sull'argomento che ti interessa riguardo agli elettricisti? Scrivici qui Ti risponderemo.

Schema di connessione dell'avvolgimento del motore

SCHEMA DI COLLEGAMENTO MOTORE ELETTRICO

Lo schema di connessione del motore è in gran parte determinato dalle condizioni del suo funzionamento. Ad esempio, la connessione "stella" fornisce un'operazione molto più fluida, ma dà una perdita di potenza rispetto al "triangolo" di connessione. A volte è necessario collegare un motore trifase a una rete monofase. In ogni caso, questo problema dovrebbe essere risolto nell'ordine. (Di seguito, la conversazione riguarderà il motore elettrico asincrono più comune).

La Figura 1 mostra due schemi per il collegamento degli avvolgimenti del motore.

  1. Schema di connessione "stella". Gli inizi (o le estremità) di tutti gli avvolgimenti sono collegati in un punto, le estremità rimanenti (o gli inizi) sono collegate ciascuna alla propria fase (L1, L2, L3).

Questo circuito non consente l'uso di un motore elettrico a piena potenza, ma ha una corrente di avviamento inferiore.

  • Il collegamento del "triangolo" degli avvolgimenti del motore. In questo caso, l'inizio di un avvolgimento è collegato alla fine dell'altro. I vertici del triangolo risultante sono collegati a un circuito trifase.
    In contrasto con la connessione a stella, questo schema consente di utilizzare l'intera potenza del motore, ma ha una maggiore corrente di avviamento.
  • Il collegamento del motore alla rete è lo stesso, indipendentemente dal metodo di collegamento degli avvolgimenti, quindi, parlando delle sue varie connessioni, userò la designazione del motore elettrico qui indicato in modo da non impedire la percezione del circuito.
  • Il motore è collegato alla rete tramite un avviatore elettromagnetico. Schemi di tali connessioni sono riportati qui.

    Il collegamento degli avvolgimenti del motore in uno o nell'altro circuito è realizzato mediante l'installazione appropriata di ponticelli nella morsettiera. (Vedi le figure corrispondenti sotto i diagrammi). Per coloro che sono abituati a comprendere tutto accuratamente nella parte inferiore della Figura 1.c, viene mostrato uno schema del collegamento degli avvolgimenti del motore ai terminali corrispondenti.

    Va notato che ciò che è stato detto si riferisce a motori che non hanno subito modifiche (riparazione) e hanno una marcatura standard degli avvolgimenti.

    Altrimenti, devi trovare autonomamente gli avvolgimenti, i loro inizi e le loro estremità. Come fare questo è spiegato in Figura 2.

    1. Chiamando gli avvolgimenti. Per questo, una sonda multimetro nella modalità di misurazione della resistenza è collegata a qualsiasi terminale (uscita), le altre sono costantemente controllate dagli altri. Punti, la resistenza tra i quali sono unità o frazioni di ohm (vicino a zero), sono le conclusioni di un avvolgimento.
    2. Notiamo che l'avvolgimento trovato, nello stesso modo in cui chiamiamo le conclusioni rimanenti, troviamo il resto.
    3. Determina l'inizio e le estremità degli avvolgimenti del motore. Per fare questo, colleghiamo due in serie, fornendo loro tensione alternata. Per sicurezza, è meglio limitarlo alla dimensione di 12-36 volt. Al rimanente colleghiamo il multimetro nella modalità di misurazione della tensione alternata. La presenza di tensione indica che gli avvolgimenti sono collegati in fase, vale a dire che la fine di uno è collegata all'inizio dell'altra.

    Questa opzione è mostrata nella figura. L'assenza di tensione indica che gli avvolgimenti sono collegati da estremità (o inizi). Contrassegnali di conseguenza. Ripetere questi passaggi per l'avvolgimento rimanente collegato a uno dei primi due.

    COLLEGAMENTO MOTORE TRIFASE ALLA RETE MONOFASE

    Questa necessità sorge abbastanza spesso. Immediatamente, noto che la potenza del motore elettrico è persa.

    Lo schema di collegamento di un motore elettrico trifase in una rete monofase (220 V) richiede un condensatore a sfasamento. Il valore della sua capacità in microfarad (μF) per motori con una capacità fino a 2,5 kW può essere determinato moltiplicando la potenza del motore in kW per 100. Naturalmente, esiste una formula speciale per questo, ma nel modo descritto la capacità può essere ottenuta con un grado sufficiente di approssimazione.

    Lo schema più semplice è mostrato in Figura 3.

    A seconda della posizione dell'interruttore SB1, la direzione di rotazione del motore cambierà. Il motore è collegato alla rete elettrica tramite l'interruttore F, che è meglio utilizzare un interruttore automatico.

    Immediatamente dopo l'accensione, per iniziare (set di giri) è necessario collegare un condensatore aggiuntivo Sdop, con una capacità di 2-3 volte maggiore di Srab. Ciò si ottiene premendo il pulsante SB2, che dovrebbe essere rilasciato immediatamente dopo aver girato il motore elettrico.

    Il resistore R serve a scaricare il condensatore Sdop dopo che è stato spento. Il valore di questo resistore non è critico e può essere dell'ordine di 100 - 500 kΩ.

    Secondo questo schema, è possibile collegare i motori elettrici secondo lo schema sia a "triangolo" che a "stella".

    Lo schema seguente (figura 4) utilizza la connessione del motore elettrico attraverso il motorino di avviamento. Questo è fatto in modo che l'inclusione possa essere fatta con un clic. Vediamo come funziona questo schema.

    Quando viene premuto il pulsante di avvio, viene attivato l'attuatore KM1. Con i suoi contatti, collega un condensatore aggiuntivo Sdop, con altri, accende l'avviatore KM2, che fornisce tensione al motore elettrico (gruppo di contatti KM2.1) e blocca simultaneamente i contatti di KM1.1 del primo avviatore.

    Dopo un set di giri, viene rilasciato il pulsante di avvio, lo starter KM1 viene disattivato, disabilitando il Cdop. La tensione sull'avviatore KM2 viene fornita da lui, si trova in uno stato chiuso prima di premere il pulsante "stop", che apre il circuito di alimentazione.

    Le bobine di avviamento dovrebbero essere classificate per 220V.

    © 2012-2017. Tutti i diritti riservati.

    Tutti i materiali presentati in questo sito sono solo a scopo informativo e non possono essere utilizzati come linee guida o documenti normativi.

    Cablare una stella motore e un triangolo: qual è la differenza?

    I motori asincroni hanno molti vantaggi in funzione. È affidabilità, alta potenza, buone prestazioni. Il collegamento di un motore elettrico con una stella e un triangolo assicura il suo funzionamento stabile.

    Al centro del motore elettrico ci sono due parti principali: un rotore rotante e uno statore statico. Entrambi sono nella struttura di un set di avvolgimenti conduttivi. Gli avvolgimenti elettrici dell'elemento fisso si trovano nelle fessure del filo magnetico ad una distanza di 120 gradi. Tutte le estremità degli avvolgimenti sono visualizzate nell'unità di distribuzione elettrica, sono fisse. I contatti sono numerati

    Le connessioni del motore possono essere una stella, un triangolo e tutti i tipi di commutazione. Ogni connessione ha i suoi vantaggi e svantaggi. I motori collegati secondo la stella, hanno un lavoro morbido e morbido, l'azione del motore elettrico è limitata dalla potenza rispetto a un triangolo, poiché il suo valore è più di una volta e mezza.

    • Associazione in un punto comune: connessione a stella
    • Modo misto
    • Principio di funzionamento

    Combinando l'acqua base: stella di collegamento

    Le estremità degli avvolgimenti dello statore sono collegate insieme in un punto. La tensione trifase viene applicata all'inizio degli avvolgimenti. Il valore delle correnti di partenza quando si collega il triangolo è più potente. Collegamento a stella significa un riepilogo delle estremità dell'avvolgimento dello statore. La tensione entra all'inizio di ogni avvolgimento.

    Gli avvolgimenti sono collegati in serie con una cella chiusa, formando una connessione triangolare. Le file di contatti con terminali sono parallele l'una all'altra. Ad esempio, l'inizio del pin 1 è opposto alla fine di 1. L'alimentazione viene fornita agli avvolgimenti dello statore, creando la rotazione del campo magnetico, che porta al movimento del rotore. La coppia che si verifica dopo il collegamento di un motore elettrico trifase è insufficiente per l'avviamento. L'aumento dell'elemento rotante si ottiene utilizzando un elemento aggiuntivo. Ad esempio, un chastotnik trifase collegato ad un motore asincrono nella figura sottostante.

    Il disegno della connessione della classica stella del convertitore di frequenza

    Secondo questo schema, i motori domestici da 380 volt sono collegati.

    Modo misto

    Il tipo di collegamento combinato è applicabile a motori elettrici con una potenza di 5 kW o superiore. Il circuito stella-triangolo viene utilizzato se necessario per ridurre le correnti di avviamento dell'unità. Il principio di funzionamento inizia con una stella, e dopo che il motore imposta i giri richiesti, si verifica un passaggio automatico a un triangolo.

    I nostri lettori raccomandano!

    Per risparmiare sui costi dell'elettricità, i nostri lettori raccomandano la scatola per il risparmio di elettricità. I pagamenti mensili saranno il 30-50% in meno rispetto a prima dell'utilizzo dell'economia. Rimuove il componente reattivo dalla rete, a seguito del quale viene ridotto il carico e, di conseguenza, il consumo di corrente. Gli elettrodomestici consumano meno elettricità, riducendo il costo del suo pagamento.

    Lo schema di avvio di un motore elettrico trifase che utilizza un relè

    Questo schema non è adatto per dispositivi con sovraccarico, in quanto vi è una coppia debole, che può portare a rotture.

    Principio di funzionamento

    L'avviamento elettrico avviene tramite un secondo contatto relè. Quindi, il terzo dispositivo di avviamento viene attivato sullo statore, aprendo così il circuito formato dalla bobina del terzo elemento, in esso si verifica un cortocircuito. Quindi il primo avvolgimento dello statore inizia a funzionare. Quindi si verifica un cortocircuito nel dispositivo di avviamento magnetico. termostato temporaneo attivato, che nel terzo punto si chiude. Inoltre, vi è una chiusura del contatto dell'interruttore termico temporaneo nel circuito elettrico del secondo avvolgimento di statore. Dopo aver scollegato gli avvolgimenti del terzo elemento, vi è una chiusura dei contatti nella catena del terzo elemento.

    All'inizio degli avvolgimenti scorre una corrente trifase. Entra attraverso i contatti di potenza del magnete del primo elemento. I contatti del terzo dispositivo di avviamento lo includono: chiudono le estremità degli avvolgimenti, che sono collegati da una stella.

    Quindi il timer del primo avviatore si accende, il terzo si spegne e il secondo si accende. I contatti K2 sono chiusi, la tensione viene applicata alle estremità degli avvolgimenti. Questa è l'inclusione di un triangolo.

    Vari produttori rendono i relè di avvio necessari per avviare il motore. Differiscono nell'aspetto, nel nome, ma svolgono la stessa funzione.

    Tipicamente, la connessione alla rete 220 è un condensatore di sfasamento. L'alimentazione è fornita da qualsiasi rete elettrica, ruota il rotore con la stessa frequenza. Ovviamente, la potenza di una rete trifase sarà maggiore di quella di una fase trifase. Se un motore trifase funziona su una rete monofase, la potenza viene persa.

    Alcuni tipi di motori non sono progettati per funzionare da una rete domestica. Pertanto, scegliendo un dispositivo per la casa, si dovrebbe dare la preferenza ai motori con rotori cortocircuitati.

    Secondo la potenza nominale, i motori elettrici domestici sono divisi in due tipi: con una capacità di 220-127 volt e 380-220 volt. Il primo tipo di motore elettrico di piccola potenza è usato raramente. I secondi dispositivi sono diffusi.

    Quando si installa un motore elettrico di qualsiasi potenza, si applica un certo principio: i dispositivi con bassa potenza sono collegati in un circuito a triangolo e collegati a una stella alta. L'alimentazione 220 viene fornita al rapporto triangolo, la tensione 380 passa alla connessione a stella. Ciò garantirà un funzionamento lungo e di alta qualità del meccanismo.

    Lo schema consigliato per il collegamento del motore è elencato nel documento tecnico. Il segno △ indica una connessione nella stessa forma. La lettera Y indica lo schema di connessione a stella raccomandato. Le caratteristiche dei numerosi elementi sono indicate dai colori, a causa delle loro piccole dimensioni. Il colore è leggibile, ad esempio, nominale, resistenza. Se ci sono entrambi i segni, allora la connessione è possibile commutando e Y. Quando c'è un segno definito, ad esempio, Y, la connessione disponibile sarà solo secondo la stella.

    Il circuito △ fornisce la potenza di uscita fino al 70 percento, il valore delle correnti di avviamento raggiunge il valore massimo. E può rovinare il motore. Questo schema è l'unica opzione per il funzionamento delle reti elettriche russe di motori asincroni stranieri con una capacità di 400 - 690 volt.

    Pertanto, per scegliere la giusta connessione o commutazione, è necessario tenere conto delle peculiarità della rete elettrica, la potenza del motore elettrico. In ogni caso, è necessario conoscere le caratteristiche tecniche del motore e dell'equipaggiamento per cui è destinato.

    Qual è la differenza tra connessioni stella e triangolo?

    Il motore asincrono di potenza proviene da una rete trifase con tensione alternata. Un tale motore, con un semplice schema elettrico, è dotato di tre avvolgimenti situati sullo statore. Ogni avvolgimento è sfalsato l'uno dall'altro di un angolo di 120 gradi. Uno spostamento con una tale inclinazione ha lo scopo di creare una rotazione del campo magnetico.

    Le estremità degli avvolgimenti di fase del motore elettrico sono derivate da uno speciale "blocco". Questo è fatto allo scopo di facilitare la connessione. Nell'ingegneria elettrica vengono utilizzati i 2 principali metodi di collegamento dei motori elettrici asincroni: il metodo di collegamento "triangolo" e il metodo "stella". Quando si collegano le estremità, vengono utilizzati ponticelli appositamente progettati.

    Differenze tra "stella" e "triangolo"

    Basato sulla teoria e sulla conoscenza pratica delle basi dell'ingegneria elettrica, il metodo di collegamento della "stella" consente al motore di funzionare in modo più morbido e morbido. Ma allo stesso tempo questo metodo non consente al motore di andare a tutta la potenza presentata nelle specifiche tecniche.

    Collegando gli avvolgimenti di fase dello schema "triangolo", il motore è in grado di raggiungere rapidamente la massima potenza operativa. Ciò consente di utilizzare la piena efficienza del motore elettrico, secondo la scheda tecnica. Ma un tale schema di connessione ha il suo svantaggio: grandi correnti di avviamento. Per ridurre il valore delle correnti, viene utilizzato un reostato di avviamento, che consente un avviamento più fluido del motore.

    Connessione a stella e vantaggi

    Schema motore reversibile a 380 Volt 220 Volt

    Ciascuno dei tre avvolgimenti di un motore elettrico ha due terminali, rispettivamente l'inizio e la fine. Le estremità di tutti e tre gli avvolgimenti sono collegate in un punto comune, il cosiddetto neutro.

    Se c'è un filo neutro nel circuito, il circuito viene chiamato a 4 fili, altrimenti sarà considerato a 3 fili.

    L'inizio delle conclusioni allegate alle fasi corrispondenti della rete. La tensione applicata su tali fasi è 380 V, meno spesso 660 V.

    I principali vantaggi dell'utilizzo dello schema "stella":

    • Funzionamento costante e a lungo termine del motore;
    • Maggiore affidabilità e durata, riducendo la potenza delle apparecchiature;
    • Massimo avvio regolare della trazione elettrica;
    • La possibilità di esposizione a sovraccarico a breve termine;
    • Durante il funzionamento, la custodia dell'apparecchiatura non si surriscalda.

    C'è un'attrezzatura con una connessione interna delle estremità degli avvolgimenti. Sul blocco di tali apparecchiature verranno visualizzate solo tre conclusioni, che non consentono di utilizzare altri metodi di connessione. Le apparecchiature elettriche eseguite in questo tipo per la connessione non richiedono specialisti competenti.

    Collegamento di un motore trifase a una rete monofase secondo il circuito a stella

    Connessione a triangolo e suoi benefici

    Il principio di connessione "delta" consiste nella connessione seriale della fine dell'avvolgimento della fase A con l'inizio dell'avvolgimento della fase B. E inoltre, per analogia, la fine di un avvolgimento con l'inizio dell'altro. Di conseguenza, la fine della fase di avvolgimento C chiude il circuito elettrico, creando un circuito indissolubile. Questo schema potrebbe essere chiamato un cerchio, se non per la struttura di montaggio. La forma del triangolo tradisce il posizionamento ergonomico degli avvolgimenti di connessione.

    Quando si collega un "triangolo" su ciascuno degli avvolgimenti, vi è una tensione lineare pari a 220 V o 380 V.

    I principali vantaggi dell'utilizzo dello schema "triangolo":

    • Aumento della potenza massima delle apparecchiature elettriche;
    • Utilizzare il reostato di avviamento;
    • Coppia aumentata;
    • Grande trazione.
    • Aumento della corrente di avviamento;
    • Con il funzionamento prolungato, il motore è molto caldo.

    Il metodo di collegamento degli avvolgimenti del motore "delta" è ampiamente utilizzato quando si lavora con meccanismi potenti e la presenza di carichi di partenza elevati. Una grande coppia viene creata aumentando gli indici EMF di autoinduzione causati dalle correnti grandi fluenti.

    Collegamento di un motore trifase a una rete monofase secondo lo schema delta

    Tipo di connessione stella-triangolo

    Nei meccanismi complessi, viene spesso utilizzato un circuito stella-triangolo combinato. Con un tale interruttore, la potenza aumenta in modo esponenziale e, se il motore non è progettato per funzionare con il metodo "triangolo", si surriscalda e brucia.

    I motori con potenza maggiore hanno grandi correnti di avviamento e, di conseguenza, durante l'avviamento, spesso causano fusibili bruciati e spegnimenti automatici. Per ridurre la tensione lineare negli avvolgimenti dello statore, vengono utilizzati autotrasformatori, induttanze universali, resistori di avviamento o una connessione a stella.

    Diagrammi di connessione stella e triangolo

    In questo caso, la tensione alla connessione di ciascun avvolgimento sarà di 1,73 volte inferiore, quindi anche la corrente che scorre in questo periodo sarà inferiore. Inoltre, vi è un aumento nella frequenza e una continuazione della diminuzione nella lettura corrente. Quindi, applicando il circuito ladder, si passa da "stella" a "triangolo".

    Di conseguenza, utilizzando questa combinazione, otteniamo la massima affidabilità e produttività efficiente delle apparecchiature elettriche utilizzate, senza timore di disabilitarla.

    La commutazione stella-triangolo è accettabile per i motori elettrici leggeri. Questo metodo non è applicabile se è necessario ridurre la corrente di avviamento e allo stesso tempo non ridurre una grande coppia di spunto. In questo caso, viene utilizzato un motore con un rotore di fase con un reostato di avviamento.

    I principali vantaggi della combinazione:

    • Maggiore durata. L'avviamento regolare consente di evitare carichi disomogenei sulla parte meccanica dell'installazione;
    • La capacità di creare due livelli di potere.